Gendō Ikari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gendō Ikari
Gendo Ikari.jpg
Universo Neon Genesis Evangelion
Nome orig. ゲンドウ 碇 (Gendō Ikari)
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshiyuki Sadamoto
Studio Gainax
1ª app.
  • Anime: Episodio 1
  • Manga: Capitolo 2
Voce orig. Fumihiko Tachiki
Voce italiana Massimo Corvo
Sesso Maschio
Data di nascita 29 aprile 1967
Parenti

Gendō Ikari (碇 ゲンドウ Ikari Gendō?) è uno dei personaggi dell'anime giapponese Neon Genesis Evangelion. È doppiato nella versione originale da Fumihiko Tachiki, mentre in Italia da Massimo Corvo. È il marito della defunta Yui Ikari, e padre di Shinji Ikari.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Personaggio controverso e affascinante, capo della NERV, tenta di sottrarre l'organizzazione e gli Evangelion al diretto controllo della Seele. Brillante scienziato e politico (è colui che muove i fili per l'intera serie), ma anche padre freddo e distante: da quando Shinji è scappato a causa della perdita della madre, Gendo è stato del tutto assente e non si è curato mai della crescita del ragazzo. Inoltre non ha alcun problema ad usare le altre persone per poi disfarsene, figlio compreso. Di fatto fa in modo di scatenare il third impact per riportare in vita la moglie, fraintendendo le sue intenzioni, che invece erano quelle di dare un futuro migliore per loro figlio Shinji.

Il suo vero nome completo è Gendo Rokubungi(六分儀) ma che cambiò in Gendo Ikari dopo avere sposato Yui. Del passato di Gendo, non si sa assolutamente nulla. Soltanto alcuni indizi lasciano intendere che qualcosa di traumatico accadde durante la sua infanzia. Negli anni di università conosce una brillante ricercatrice di nome Yui Ikari, con cui comincia una relazione, e il professor Kōzō Fuyutsuki, che diventa suo mentore, su insistenza di Yui. Gendo e Ikari si sposano all'inizio del ventunesimo secolo e nel 2001 hanno un bambino, Shinji. Entrambi lavorano al progetto sugli Evangelion.

In seguito alla morte di Yui in un incidente, Gendo impazzito per il dolore, mandò Shinji a vivere con un tutore, e cominciò una relazione clandestina sia con Naoko Akagi che con sua figlia Ritsuko, con gli unici scopi di conquistarne la fedeltà e raccogliere informazioni per il third impact. Nel manga Gendo manda Shinji a vivere dagli zii. Pur di raggiungere i suoi scopi per ritornare da Yui, Gendo non si fa scrupoli ad usare e sfruttare le persone che lo circondano, il figlio Shinji compreso. Il rapporto con Rei è quello che si può definire il più "umano", che Gendo ha nel corso degli episodi, essendo Rei creata artificialmente sulla base di Yui, l'unica persona mai amata dall'uomo. Questo amore incondizionato di Gendo, scatenò la gelosia di Naoko Akagi, che uccise il primo clone di Rei e si tolse la vita, ed in seguito di Ritsuko che, resasi conto di essere stata usata dall'amante, distrusse tutti i cloni della ragazza. Alla fine si vede che Gendo non mostra particolarmente affetto per Rei, quanto più trattarla come strumento indispensabile per raggiungere sua moglie Yui.

Nonostante Gendo finga di seguire fedelmente gli ordini imposti dalla SEELE, l'uomo in realtà lavora per ottenere il proprio obiettivo, ovvero iniziare il third impact, sotto il proprio controllo per potere raggiungere la moglie, fraintendendo così l'ultima volonta di Yui, che lei aveva scelto di rimanere nell'eva per dare al loro figlio un futuro migliore. Gendo impianta l'embrione di Adam nella propria mano (Nel manga lo tiene per lungo tempo in tasca dentro un cofanetto, infine ormai Shinji prossimo ad affrontare l'ultimo angelo, apre la bocca e lo inghiottisce), e tenta di fondersi con Rei Ayanami per iniziare il third impact. Rei invece si ribella, capendo infine di essere stata trattata da lui come solo una bambola e comprendendo che anche lei possiede una sua anima, si separa da lui strappandogli il braccio così anche l'embrione di Adam e si fonde con Lilith. Gendo implora Rei di portarlo con sé ma lei rifiuta, dicendo che Ikari la stava chiamando. mentre è in corso il perfezionamento dell' uomo, Gendo si trova ad affrontare lo spettro della moglie. Gendo ammette di non avere mai voluto bene o mostrato affetto per Shinji perché ne aveva in un certo senso paura, perché si riteneva incapace di amare un'altra persona e che non si sentiva degno di tale affetto. Intorno a lui compaiono anche Kaworu Nagisa e Rei Ayanami che spiegano che lui fuggiva dal mondo, preferendo rinnegarlo piuttosto che sopportare il peso di una ferita, così facendo Gendo ha chiuso il suo cuore a tutti. Mostrando così che Gendo soffriva di un disturbo psicologico molto simile a quello di Shinji perché entrambi si estraniavano dal mondo.

Le sue ultime parole prima di essere ucciso dall'EVA-01 (la visione dell'eva 01 che si accinge a sbranarlo come punizione per avere fatto soffrire il figlio Shinji, solo per raggiungere i suoi scopi), sono "Shinji perdonami". Nel manga dopo che Rei si fonde con Lilith,la dottoressa Akagi ancora viva anche se ormai morente nonostante il colpo di pistola di Gendo, riesce a sparargli ferendolo mortalmente alla gola riuscendo così vendicarsi e vendicare Shinji sostenendo che l'unica persona che Gendo amava era sempre stata Yui.

Nelle sue pose, nel suo tipico abbigliamento e in alcune tematiche del suo agire sono abbastanza evidenti continui richiami al personaggio del comandante Ed Straker di UFO, serie di fantascienza inglese del 1969 di cui Hideaki Anno è grande fan.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga