Napoli Comicon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Napoli Comicon
Napoli Comicon.png
Luogo Napoli, Italia
Anni 1998-oggi
Date Tra fine aprile e inizio maggio
Genere Fumetti, animazione,
videogiochi, giochi di ruolo
Sito ufficiale Comicon.it

Napoli Comicon - Salone Internazionale del Fumetto è una fiera annuale dedicata al fumetto e all'animazione che si svolge ogni anno a Napoli, in 4 giorni (in 3 giorni fino all'edizione 2011, tranne nell'edizione 2008 che si è svolta comunque in 4 giorni) solitamente in primavera alla Mostra d'Oltremare a Fuorigrotta (fino al 2009 a Castel Sant'Elmo al Vomero, tranne l'edizione 2000, svoltasi a Villa Pignatelli). La prima edizione risale al 1998. Nelle edizioni 2010 e 2011, le due sedi di Castel Sant'Elmo e Mostra d'Oltremare hanno entrambe ospitato la manifestazione.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Tra gli stand del salone sono presenti diversi editori ed è possibile acquistare fumetti e gadget vari. Il programma prevede numerose proiezioni di video di animazione. Caratteristici della manifestazione sono i Premi Micheluzzi che vengono assegnati ogni anno in varie categorie, agli autori e case editrici dei fumetti del momento, e, dall'edizione 2005, il Comicon Cosplay Challenge (anche questo con vari premi) che si svolge nell'auditorium (dal 2010 su un palco all'aperto nella Mostra d'Oltremare) l'ultimo giorno della fiera (la domenica, nell'edizione 2012[1]). Tra le altre attività fisse della manifestazione è da citare il concorso Imago, concorso di disegno a tema sociale (ogni anno con un tema diverso) riservato agli studenti di scuole elementari e medie inferiori, e i cui vincitori per le varie categorie vengono decisi dagli stessi visitatori, attraverso una votazione a scrutinio segreto.

Con la decima edizione (2008) la rassegna ha inaugurato una sezione legata alla Animazione al computer 3D che ha visto come ospiti Stefano Balassone, produttore televisivo e docente di "Economia dei Media" e di "Tecniche del linguaggio Radiotelevisivo", David Gallo (Direct 2 Brain), VFX producer, Alessandro Rak e Andrea Scoppetta - Rak e Scopp, (GG Studio) Animazione tradizionale, Raffaele Schiavullo, (Dot Mind In Motion), 3D, Alessio Viscione, (VisualFX), Virtual Effects, Marco Bottigliero, (LetMeDo.Tv).

L'edizione 2009 ha avuto una quantità di visitatori di molto superiore alle aspettative dell'organizzazione, tanto che vi sono stati vari problemi di sicurezza (ad esempio molti visitatori non sono riusciti neanche ad entrare). A tale edizione sono infatti seguite varie polemiche su Internet da parte di chi ha subito questi disagi,[2][3][4] e la creazione di un gruppo su Facebook con oltre 500 iscritti che chiedeva lo spostamento della manifestazione nella più ampia e spaziosa Mostra d'Oltremare. In seguito alle polemiche, a gennaio 2010, l'organizzazione della fiera ha stabilito, per l'edizione 2010, che il Comicon si dividesse in due sedi: quella storica, Castel Sant'Elmo, ha ospitato gli editori (tranne Panini e Jpop, che erano alla mostra mercato), i concorsi Imago, i premi Micheluzzi, le proiezioni, le conferenze, l'antiquariato e le mostre artistiche; la nuova sede, più spaziosa, della Mostra d'Oltremare, invece, ha ospitato la gara cosplay, gli stand relativi a giochi e videogiochi (tra cui un ampio spazio in particolare dello stand Nintendo con varie console Wii in funzione, a disposizione del pubblico con i giochi più in voga), e la mostra mercato di fumetterie, negozi di giochi o videogiochi e distributori ecc.. Infatti, nell'edizione 2010, il Comicon si è unito al Gamecon, creandone un'unica fiera multimediale che spazia su una vasta parte dell'intrattenimento: dal gioco da tavolo, al cartone animato, al fumetto, al videogioco.[5]. Inoltre, sempre dall'edizione 2010, un vincitore della gara cosplay è selezionato per le finali a Londra dell'Eurocosplay Championship.

Dall'edizione 2012, il Castel Sant'Elmo viene abbandonato per spostare tutto l'evento in tre padiglioni[6] della Mostra d'Oltremare. La decisione è stata presa in seguito ad un sondaggio fatto dall'organizzazione stessa attraverso la propria pagina Facebook ufficiale[7]. Sempre dall'edizione 2012, si inaugura il Japan Village, uno spazio tutto dedicato alla cultura giapponese.[8][9]

Nelle varie edizioni sono stati presenti in qualità di ospiti numerosi artisti del settore sia nazionali sia internazionali, tra i quali Milo Manara, Sergio Toppi, David Lloyd (che nell'edizione 2006 ha presentato l'anteprima nazionale di V per Vendetta) e Go Nagai.[10]

Negli ultimi anni, la gestione degli allestimenti audiovisivi quali, impianti audio, impianti di videoproiezione, regia audio video ecc., sono stati affidati alla Netcongress Communication SAS, di Stefano Losito, una delle aziende leader nel settore contribuendo al successo ed arricchendo l'impatto audiovisivo del Comicon.

Alla manifestazione principale inoltre si sono aggiunte mostre visitabili anche in giorni precedenti e/o seguenti la manifestazione stessa, ed anche altre mostre ed eventi (inseriti nel programma cosiddetto "COMIC(ON)OFF") posti in luoghi al di fuori del luogo principale della manifestazione (es.centri commerciali, musei, negozi ecc.).

Tema centrale[modifica | modifica sorgente]

Alcune edizioni del Napoli Comicon hanno avuto uno o più Paesi come ospiti a cui è dedicata la manifestazione, e alcune delle mostre, delle proiezioni, delle conferenze e degli incontri vengono dedicati ad artisti e opere del fumetto e dell'animazione provenienti da quei Paesi.

Dall'edizione del 2007 il tema centrale è passato dalla nazione (a cui corrisponde una scuola fumettistica) al colore, scelto fra i quattro colori base della stampa tipografica (ciano, magenta, giallo e nero). A ciascuno di questi colori sono associati richiami e simbolismi di vario tipo e genere che fungono da filo conduttore per le varie iniziative presentate.

A partire dal 2011 Comicon ha inaugurato un altro ciclo quadriennale che vuole legare il Fumetto, inteso come "nona Arte", con le altre arti, mostrando nel programma le interazioni e le influenze reciproche. Ogni anno una delle arti sarà protagonista in maniera specifica: nel 2011 è stata la volta della Musica, mentre nel 2012 è stato approfondito il rapporto tra Fumetto e Letteratura, che ha preso il posto della annunciata Architettura, che è stato protagonista dell'edizione 2013. Nel 2014 il tema principale, che chiuderà il ciclo dell'interazione del fumetto con le arti, sarà Fumetto e Cinema.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Un concerto all'edizione 2012

Ospiti[modifica | modifica sorgente]

  • 1ª Edizione (1998): Lorenzo Mattotti, Joe Sacco, Miguel Ángel Martín, Paolo Parente, Claudio Chiaverotti, Giuseppe Palumbo.
  • 2ª Edizione (2000): Enki Bilal, Jean Christophe Menu, David B., Igort, Jean-Louis Trintignant, Gianluigi Toccafondo, Patrizio Esposito, Franco Saudelli, Gabriella Giandelli, Leo Ortolani, Vanna Vinci, Keiko Ichiguchi.
  • 3ª Edizione (2001): José Muñoz, Jordi Bernet, Alfonso Font, Carlos Trillo, Carlos Sampayo, Juan Padrón, Giuseppe Palumbo, Filippo Scòzzari.
  • 4ª Edizione (2002): Milo Manara, Silver, Roberto Baldazzini, Igort, Davide Toffolo, Stefano Ricci, Giuseppe Camuncoli, Matteo Casali, Luca Enoch, Giorgio Cavazzano, Silvia Ziche.
  • 5ª Edizione (2003): Jim Lee, Joe Quesada, Scott Morse, Don Rosa, Brian Azzarello, Seth, Gilbert Shelton, Sergio Bonelli, Gabriele Dell'Otto, Giuseppe Camuncoli, Massimo Giacon, Gianfranco Manfredi.
  • 6ª Edizione (2004): Alejandro Jodorowsky, Jean-Pierre Dionnet, Zoran Janjetov, Joann Sfar, David B., Yslaire, Nix, Joan De Moor, Loustal, Frank Margerin, François Boucq, Vittorio Giardino, Milo Manara.
  • 7ª Edizione (2005): Haruhiko Mikimoto, Hiroyuki Kitazume, Young-man Hur, Dong-hwa Kim, Shin'ichi Hiromoto, Il-sup Kim, Keiko Ichiguchi, Dae-joon Kim, Jeong-yeon Lee, Tae-joon Hyeon, Sergio Toppi, Aleksandar Zograf, Corrado Mastantuono, Gipi, Baru, Stefano Tamiazzo.
  • 8ª Edizione (2006): Chris Claremont, David Lloyd, Karen Berger, Jamie Delano, Gary Spencer Millidge, Ralf König, Flix, Nicolas Mahler, Kati Rickenbach, Oliver Grajewski, Kai Pfeiffer, Ulli Lust, Mawil, Diego Cajelli, Giuseppe Camuncoli, Alfredo Castelli, Marco Corona, Gianluca Costantini, José Villarrubia.
  • 9ª Edizione (2007): Go Nagai, Moebius, Igort, Steve McNiven, Florence Cestac, Matt Madden, Jessica Abel, Oriol Garcia, Ivan Brun, Paolo Eleuteri Serpieri, Stefano Ricci, Anke Feucthenberger, Roberto Baldazzini, Laura Scarpa, Davide Toffolo, Alessandro Baronciani, Alberto Corradi, Adrian Tranquilli.
  • 10ª Edizione (2008): Dave McKean, Lorenzo Mattotti, Juan Giménez, John Cassaday, Mathieu Sapin, Terry Moore, Miguel Ángel Martín, Tetsuya Tsutsui, Thomas Von Kummant, Richard Camara, Benjamin Von Eckartsberg, Angel de la Calle, Gipi, Ivo Milazzo, Jeremyville, Daniele Caluri, Marco Nizzoli.
  • 11ª Edizione (2009): Tanino Liberatore, Leo Ortolani, Alan Davis, Bill Wilingham, Daniel Zezelj, Eduardo Risso, Roberto Recchioni, Massimo Carnevale, Gipi, Phil Ortiz, Ivo Milazzo, Paco Roca, Jeremyville, Mijn Schatje, Diavù, Angel de la Calle, Isabel Kreitz, Bastien Vivès, Clément Oubrerie, Zeina Abirached, Alfred, Catherine Meurisse, Nie Chingrui, Song Yang.
  • 12ª Edizione (2010): Gilbert Hernandez, Milo Manara, Carlos Trillo, Georges Wolinsky, Edmond Baudoin, Baru, Andrea Bruno, Ulli Lust, Giuseppe Palumbo, Uli Oesterle, Marzena Sowa, Sylvain Savoia, Luigi Corteggi, Jim Avignon, Jon Burgerman, Bastien Vivès, Alfred, Anne Simon, Mathieu Sapin, Lee Bermejo, Tito Faraci, Riccardo Burchielli, Galvão, Goran Sudzuka, Kai Pfeiffer, Daiv Revoy, Gianluca Costantini, Maurizio Rosenzweig.
  • 13ª Edizione (2011): Aldo Di Gennaro, Andrea Accardi, Tiziano Angri, Akab, Ausonia, Baru, Fred Bernard, Luigi Bernardi, Émile Bravo, Jean Claude Denis, Luca Enoch, Manuele Fior, R.M. Guéra, Igort, Jul, Mauro Laurenti, Tanino Liberatore, Gianfranco Manfredi, Ivo Milazzo, Mario Natangelo, Nix, Giuseppe Palumbo, Michele Petrucci, Tuono Pettinato, Officina Infernale, Alberto Ponticelli, Roger & Raule, Rob Reger, Jean Regnaud, Filippo Scòzzari, David Rubin, Squaz, Claudio Stassi, Marteen vande Wiele, Barbara Yelin, Maurizio Nichetti (per la giuria dei Premi Micheluzzi).
  • 14ª Edizione (2012): Giancarlo Alessandrini, Alfred, Paolo Bacilieri, Federico Bertolucci, Enrique Breccia, Bruno Brindisi, Brrémaud, Giuseppe Camuncoli, Alfredo Castelli, Mara Cerri, Gianluca Cestaro, Raul Cestaro, Dae-Joong Kim, Frantz Duchazeau, Bruno Enna, Tito Faraci, Lucio Filippucci, David Finch, Melinda Gebbie, Sergio Gerasi, Massimo Giacon, Ale Giorgini, Paul Gravett, Line Hoven, Killoffer, Luca Maresca, Miguel Ángel Martín, Alberto Corradi, John McCrea, Fabio Moon & Gabriel Bà, Mauro Laurenti, Giuseppe Palumbo, David Vecchiato aka Diavù, Frederik Peeters, Michele Petrucci, Alberto Ponticelli, Pasquale Qualano, Roberto Recchioni, Lorenzo Ruggiero, Tony Sandoval, Laura Scarpa, Paolo Eleuteri Serpieri, Tom Tirabosco, Tuono Pettinato, Paolo Cossi, Maicol & Mirco.
  • 15ª Edizione (2013): Eleonora Antonioni, Ausonia, Alessandro Baronciani, Barbara Canepa, Giorgio Carpinteri, Paolo Castaldi, Alfredo Castelli, Giorgio Cavazzano, Alberto Corradi, Shane Davis, Maurizio De Giovanni, David Vecchiato aka Diavù, Paco Deasiato, Alessandro Di Virgilio, Luca Enoch, Tito Faraci, Luca Ferrara, Manuele Fior, Aisha Franz, Laura Fuzzi, Marco Galli, Massimo Giacon, Gud, Giuseppe Guida, Igort, Klaus, Jerry Kramsky, Davide La Rosa, Tanino Liberatore, Milo Manara, Miguel Ángel Martín, Corrado Mastantuono, Lorenzo Mattotti, Anna Merli, Mino Milani, Lorenzo Palloni, Fabrizio Petrossi, Blasco Pisapia, Roberto Recchioni, Tony Sandoval, Laura Scarpa, François Schuiten, Andrea Settimo, Anne Simon, Pasquale Todisco aka Squaz, Joost Swarte, Davide Toffolo, Kiminori Wakasugi, Yoshiko Watanabe, Zerocalcare. (Simone Luciani, Enzo Russo, Salvatore Russo, Dante Maiocchi, Virginio Gigli, Flaminia Brasini, Rob Alexander, Slawomir Maniak e Svetlin Velinov ospiti del Gamecon).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comicon Cosplay Challenge 2012, Comicon.it. URL consultato il 14-04-2012.
  2. ^ Napoli Comicon 2009, “un'edizione con il botto”, video e interviste, Animeclick.it, 15-05-2009. URL consultato il 20-01-2010.
  3. ^ Napoli Comicon 2009. 26000 biglietti entusiasti e 3 domande da 1 deluso, ComicsAddicted, 08-05-2009. URL consultato il 20-01-2010.
  4. ^ Napoli Comicon 2009: news dalla convention, Comicus.it, 27-04-2009. URL consultato il 20-01-2010.
  5. ^ Napoli Comicon cambia!, Comicon.it, 08-01-2010. URL consultato il 20-01-2010.
  6. ^ Padiglioni 1, 2 e 3, con ingresso da Piazzale Tecchio Info Napoli COMICON, Comicon.it. URL consultato il 14-04-2012.
  7. ^ Eccoci, vogliamo cominciare dall'argomento che ci sta più a cuore? In realtà dai commenti sembra così, ma davvero volete tutti che concentriamo le attività solo alla Mostra d'Oltremare, lasciando il Castello? Votate (e fate votare)!, Pagina ufficiale del Comicon su Facebook, 27-02-2012. URL consultato il 14-04-2012.
  8. ^ Napoli Comicon presenta Japan Village, Comicon.it, 04-03-2012. URL consultato il 14-04-2012.
  9. ^ Japan Village a Napoli Comicon, Comicon.it. URL consultato il 14-04-2012.
  10. ^ Comicon 2007, a Napoli arriva Go Nagai, Fumetto.it, 05-03-2007. URL consultato il 22-07-2008.
  11. ^ Napoli Comicon 2000, Fumetti.org. URL consultato il 14-04-2012.
  12. ^ Un'edizione col botto, per COMICON!, Comicon.it, 28-04-2008. URL consultato il 06-05-2010.
  13. ^ Arrivederci al 2009!, Comicon.it, 28-04-2008. URL consultato il 13-01-2009.
  14. ^ ARRIVEDERCI AL 2010!, Comicon.it, 28-04-2009. URL consultato il 06-05-2010.
  15. ^ TRENTADUEMILA BIGLIETTI A COMICON, TRA SANT'ELMO E MOSTRA D'OLTREMARE, Comicon.it, 03-05-2010. URL consultato il 06-05-2010.
  16. ^ Grande Successo per Napoli COMICON, Comicon.it, 02-05-2011. URL consultato l'08-05-2011.
  17. ^ Napoli Comicon 2012, dal 28 aprile al 1 maggio, Comicon.it, 14-03-2012. URL consultato il 14-04-2012.
  18. ^ Comicon - Sito Ufficiale. URL consultato il 02 maggio 2012.
  19. ^ Il successo della XV edizione. URL consultato il 29 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]