Digital Combat Simulator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Digital Combat Simulator
DCS-logo.gif
Sviluppo Eagle Dynamics
Pubblicazione Eagle Dynamics, The Fighter Collection
Data di pubblicazione 2008
Genere Simulatore di volo
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows
Distribuzione digitale Steam
Requisiti di sistema OS 64-bit Windows Vista, 7 or 8; CPU: Core 2 Duo 2.0 GHz; RAM: 6 GB; Hard Disk: 10 GB; Video: VGA 512 MB RAM, DirectX 9.0c - Attivazione Internet
Periferiche di input Joystick, Tastiera, Mouse

Digital Combat Simulator (DCS) è un ambiente simulativo modulare, focalizzato sul volo militare simulato, sviluppato e distribuito da Eagle Dynamics in collaborazione con The Fighter Collection a partire dal 2008.[1]

DCS è la diretta evoluzione del precedente titolo Lock On: Modern Air Combat, anch'esso sviluppato da Eagle Dynamics e pubblicato da Ubisoft nel 2003. Rispetto a Lomac, Digital Combat Simulator presenta un ambiente più vasto e dinamico, una migliore riproduzione dei mezzi simulati ed una grafica rinnovata.

Caratterista principale di DCS è la sua struttura modulare che permette di collegare/installare uno o più moduli attraverso una piattaforma software comune.[2]

DCS World[modifica | modifica sorgente]

DCS World costituisce la piattaforma unitaria del simulatore.[3] La versione base, liberamente scaricabile dal sito ufficiale del produttore,[4] comprende il velivolo d'attacco al suolo russo Su-25T e il TF-51D (versione civile) come mezzi pilotabili e la regione caucasica come scenario bellico.

In virtù del suo sistema modulare, attraverso DCS World è possibile installare singoli componenti (sviluppati da Eagle Dynamics e/o da terze parti)[5] che permettono di controllare nuovi velivoli, mezzi terrestri e navali e che estendono l'ambiente simulativo a nuove aree territoriali.[6]

Caratteristiche comuni a tutti i velivoli simulati sono l'accurata riproduzione dell'abitacolo, dell'avionica, del modello di volo e la presenza di campagne e missioni dedicate.

Tutti i moduli sono compatibili tra loro lato multiplayer: attualmente la versione stabile di DCS World è la 1.2.10[4]

Moduli Eagle Dynamics[modifica | modifica sorgente]

DCS: Black Shark 2[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2011, DCS: Black Shark 2 simula l'elicottero d'attacco russo Ka-50, soprannominato Black Shark (Squalo Nero). Il Ka-50 è caratterizzato dalla configurazione monoposto, dai due rotori coassiali controrotanti e dalla presenza del seggiolino eiettabile. DCS: Black Shark 1, pubblicato nel 2008, necessita di un aggiornamento di compatibilità per poter funzionare con DCS World.[7]

DCS: A-10C Warthog[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2011, DCS: A-10C Warthog simula il velivolo d'attacco al suolo statunitense A-10C. L'A-10 è un aereo da attacco al suolo monoposto, bimotore e ad ala rettilinea. Sviluppato attorno al cannone GAU-8 Avenger nei primi anni settanta ha tra le sue caratteriste peculiari la grande e variegata capacità di carico bellico e la possibilità di operare a quote molto basse.

DCS: P-51D Mustang[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2012, DCS: P-51D Mustang simula il velivolo statunitense della Seconda Guerra Mondiale P-51D. Il Mustang fu schierato sia sul fronte del Pacifico che su quello Europeo per contrapporsi agli aerei della Luftwaffe. Fu impiegato prevalentemente come caccia di scorta alle formazioni di bombardieri B-17 e nel ruolo di caccia bombardiere.

DCS: Combined Arms[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2012, DCS: Combined Arms è il modulo che permette di controllare le singole unità terrestri e navali. Attraverso DCS: CA è inoltre possibile assumere il ruolo di Joint Terminal Attack Controller (JTAC) e designare gli obbiettivi per i mezzi in volo o ingaggiare direttamente le unità nemiche.

DCS: Flaming Cliffs 3[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2013, DCS: Flaming Cliffs 3 rappresenta il terzo capitolo delle due omonime espansioni rilasciate per Lock On: Modern Air Combat.[8] FC3 comprende F-15C, A-10A, Su-27, Su-33, MiG-29A, MiG-29S, Su-25T, Su-25. Il modulo è una semplificazione della serie DCS in quanto i velivoli presentano un'avionica meno sofisticata.

DCS Flaming Cliffs Series[modifica | modifica sorgente]

Pubblicata a partire dal 2013, DCS Flaming Cliffs Series è costituita dai medesimi velivoli di DCS: Flaming Cliffs 3, in questo caso singolarmente acquistabili/installabili. Tecnicamente i moduli sono identici alla versione FC3. Al momento sono disponibili i moduli Su-25: DCS Flaming Cliffs, A-10A: DCS Flaming Cliffs e F-15C: DCS Flaming Cliffs.

DCS: Fw 190 D-9 Dora[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2014, DCS: Fw 190 D-9 Dora simula il velivolo tedesco della Seconda Guerra Mondiale Fw 190 D-9. Al tempo della sua entrata in servizio, nel 1941, l'Fw 190 era tra i caccia più avanzati al mondo, molto veloce e con un altrettanto rapida capacità di rollio. Venne realizzato in decine di versioni, sia come intercettore che come caccia-bombardiere.

Moduli di terze parti[modifica | modifica sorgente]

Belsimtek[modifica | modifica sorgente]

DCS: UH-1H Huey[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2013, DCS: UH-1H Huey simula l'elicottero statunitense da supporto tattico e trasporto truppe UH-1H, comunemente detto Huey. Lo Huey ha ridefinito le tattiche e le procedure d'impiego dell'ala rotante in ambito militare. Tra le sue caratteristiche principali la grande flessibilità d'impiego, l'affidabilità e la manutenzione più agevole rispetto ai modelli precedenti.

DCS: Mi-8MTV2 Magnificent Eight[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2013, DCS: Mi-8MTV2 Magnificent Eight simula l'elicottero russo da supporto tattico e trasporto truppe Mi-8MTV2. Il Mi-8 è la controparte russa dello Huey. Con oltre 12.000 esemplari realizzati è l'elicottero maggiormente prodotto nel mondo.

DCS: F-86F Sabre[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2014, DCS: F-86F Sabre simula il velivolo statunitense F-86F. Il Sabre è un caccia monomotore a getto con ala a freccia, prodotto alla fine degli anni quaranta. Impiegato principalmente dall'USAF e da numerose forze aeree della NATO, venne utilizzato in operazioni belliche durante la Guerra di Corea dove affrontò la controparte russa rappresentata dai MiG-15 e MiG-17.

Leatherneck Simulations[modifica | modifica sorgente]

DCS: MiG-21bis[modifica | modifica sorgente]

Pubblicato nel 2014, DCS: MiG-21bis simula il velivolo russo MiG-21bis. Il Mig-21 è un caccia monomotore a getto con ala a delta, sviluppato in Unione Sovietica negli anni cinquanta. Impiegato principalmente dall'Aeronautica sovietica e da moltissime forze aeree del Patto di Varsavia, venne fabbricato in più di 10.000 esemplari, conquistando il primato di caccia bisonico più prodotto della storia dell'aeronautica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Simhq.com - Digital Combat Simulations - Press Announcement
  2. ^ Digitalcombatsimulator.com - DCS World
  3. ^ Forums.eagle.ru - DCS World - An Overview Video
  4. ^ a b Digitalcombatsimulator.com - DCS World (download version)
  5. ^ Digitalcombatsimulator.com - DCS World Modules
  6. ^ Forums.eagle.ru - What is DCS?
  7. ^ Digitalcombatsimulator.com - DCS: Black Shark 1
  8. ^ Lockon.co.uk - LockOn: Flaming Cliffs

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]