Chiesa cattolica in Colombia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa cattolica in Colombia
Emblem of the Holy See usual.svg
Anno 2005
Cattolici oltre 40 milioni
Popolazione 44 milioni
Primate Rubén Salazar Gómez
Nunzio apostolico Ettore Balestrero
Codice CL
La cattedrale di Bogotà.
Mappa delle circoscrizioni ecclesiastiche cattoliche della Colombia.

La Chiesa cattolica in Colombia è parte della Chiesa cattolica in comunione con il vescovo di Roma, il papa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione ecclesiastica[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa cattolica è presente sul territorio con 13 sedi metropolitane, 52 diocesi suffraganee, 11 vicariati apostolici e 1 ordinariato militare:

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Nunziatura apostolica[modifica | modifica sorgente]

Nell’Ottocento fu istituita la Delegazione apostolica della Colombia. L’8 maggio 1916 essa divenne Internunziatura apostolica che il 20 luglio 1917 fu elevata al rango di Nunziatura apostolica. Sede del Nunzio è la capitale Bogotá. L'attuale nunzio apostolico è mons. Ettore Balestrero.

Conferenza episcopale[modifica | modifica sorgente]

Stemma della conferenza episcopale di Colombia

L’episcopato colombiano costituisce la Conferenza episcopale della Colombia (Conferencia Episcopal de Colombia, CEC). La CEC nasce all’indomani dell’invito di papa Leone XIII, che nel 1899 aveva suggerito alle chiese locali sudamericane di riunirsi in Conferenze episcopali con lo scopo di riorganizzare e rivitalizzare la chiesa in America Latina. Quindici vescovi colombiani si riuniscono per la prima volta il 14 settembre 1908 a Bogotà, sotto la presidenza dell’arcivescovo Bernardo Herrera Restrepo: si trattò della seconda riunione di vescovi latino-americani, dopo quella celebrata a Città del Messico dall’episcopato messicano nel 1900. Furono sottoscritti due documenti collettivi: il primo incentrato sulla difesa dei sacerdoti e dei religiosi vittime di attacchi della massoneria; il secondo è un richiamo alla vita cristiana e ai suoi obblighi ed una invocazione alla concordia ed alla pace. In questa prima assemblea la CEC decise di riunirsi periodicamente ogni tre anni: così dal 1908 al 1965 (fine del Concilio Vaticano II furono celebrate 21 assemblee plenarie. Durante l’assemblea del 1951 fu creato il Segretariato permanente dell’Episcopato colombiano, organo direttivo delle varie commissioni in cui è suddivisa la CEC. Con il Concilio Vaticano II la CEC, alla luce dei documenti conciliari, chiarifica meglio la sua natura di conferenza episcopale e viene perfezionata l’organizzazione del Segretariato permanente.

Scopo della CEC è di studiare ed adottare quegli strumenti comuni che, in conformità al codice di diritto canonico, permettono il coordinamento dell’esercizio dell’attività pastorale della chiesa cattolica colombiana (articolo 1 degli statuti della CEC). La Conferenza è composta da una presidenza, da un segretariato generale e dall’assemblea plenaria; inoltre essa forma 15 commissioni episcopali e 11 dipartimenti che toccano tutti gli aspetti della vita ecclesiale e sociale del Paese.

La CEC è membro del Consejo Episcopal Latinoamericano (CELAM).

Elenco dei Presidenti della Conferenza episcopale:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guida delle missioni cattoliche 2005, a cura della Congregatio pro gentium evangelizatione, Roma, Urbaniana University Press, 2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]