Arcidiocesi di Cartagena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la diocesi spagnola di Cartagena, vedi Diocesi di Cartagena.
Arcidiocesi di Cartagena
Archidioecesis Carthaginensis in Columbia
Chiesa latina
Catedral de Cartagena-Fachada.jpg
Escudo Arquidiocesis de Cartagena de Indias.svg Mapa Arquidiocesis de Cartagena de Indias.svg
Diocesi suffraganee
Magangué, Montelíbano, Montería, Sincelejo
Arcivescovo metropolita Jorge Enrique Jiménez Carvajal
Arcivescovi emeriti Carlos José Ruiseco Vieira
Sacerdoti 135 di cui 77 secolari e 58 regolari
7.970 battezzati per sacerdote
Religiosi 91 uomini, 258 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 1.228.000
Battezzati 1.076.000 (87,6% del totale)
Superficie 8.000 km² in Colombia
Parrocchie 102
Erezione 24 aprile 1534
Rito romano
Indirizzo Apartado aereo 400, Cartagena, Colombia
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Colombia

L'arcidiocesi di Cartagena (in latino: Archidioecesis Carthaginensis in Columbia) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 1.076.000 battezzati su 1.228.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Jorge Enrique Jiménez Carvajal.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende la parte settentrionale del dipartimento colombiano di Bolívar.

Sede arcivescovile è la città di Cartagena in Colombia, dove si trova la cattedrale di Santa Maria.

Il territorio è suddiviso in 102 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Cartagena fu eretta il 24 aprile 1534, ricavandone il territorio dalla diocesi di Panamá (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Siviglia.

Il 31 agosto 1804 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Antioquia (oggi arcidiocesi di Santa Fe de Antioquia).

Negli anni '60 del XIX secolo la Chiesa soffrì le limitazioni imposte dal regime conservatore, fra il cui il diritto della "tutela dei culti" (tuición de cultos), che concedeva allo stato la supremazia indiscutibile sopra l'autorità ecclesiastica. Si scioglie la Compagnia di Gesù, si occupano i beni della Chiesa e degli ordini religiosi e si espropriano i beni denominati manomorta, a favore del governo centrale. Il vescovo Bernardino Medina y Moreno, fu espulso per non aver accettato la “tuición de cultos”, ma rientrerà nel 1865, per essere nuovamente espulso nel 1866 e ritornare ancora nel 1867.

Il 20 giugno 1900 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Successivamente ha ceduto a più riprese porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche e precisamente:

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Tomás de Toro, O.P. † (24 aprile 1534 - ? deceduto) (vescovo eletto)
  • Jerónimo de Loayza, O.P. † (5 dicembre 1537 - 13 maggio 1541 nominato vescovo di Lima)
  • Francisco de Santa María Benavides Velasco, O.S.H. † (20 luglio 1541 - 17 luglio 1550 nominato vescovo di Mondoñedo)
  • Gregorio de Beteta, O.P. † (20 marzo 1552 - 1556 dimesso)
  • Juan Simancas Simancas † (5 dicembre 1561 - 1570 deceduto)
  • Pedro Arévalos, O.S.H. † (18 maggio 1571 - 1572 deceduto)
  • Dionisio de Santos, O.P. † (25 giugno 1574 - 9 settembre 1577 deceduto)
  • Juan Montalvo, O.P. † (6 ottobre 1578 - 10 settembre 1586 deceduto)
  • Antonio de Hervias, O.P. † (28 settembre 1587 - 1590 deceduto)
  • Juan de Lagrada † (29 gennaio 1597 - 22 luglio 1613 deceduto)
  • Pedro Vega † (6 ottobre 1614 - 1617 deceduto)
    • Diego Ramírez de Zepeda, O.S. † (1617 - 1617 deceduto) (vescovo eletto)
  • Diego Torres Altamirano, O.F.M.Obs. † (26 giugno 1617 - 10 dicembre 1621 deceduto)
  • Francisco Sotomayor, O.F.M.Obs. † (22 maggio 1623 - 18 dicembre 1623 nominato vescovo di Quito)
  • Luis Córdoba Ronguillo, O.SS.T. † (9 settembre 1630 - 13 agosto 1640 nominato vescovo di Trujillo)
  • Cristóbal Pérez de Lazárraga, O.Cist. † (8 ottobre 1640 - 18 febbraio 1648 deceduto)
  • Francisco Rodríguez de Valcárcel † (28 giugno 1649 - 18 giugno 1651 deceduto)
    • García Martínez Cabeza † (1653 - 1653 deceduto) (vescovo eletto)
  • García Ruiz Cabezas † (27 giugno 1654 - 1658 deceduto)
  • Antonio Sanz y Luzano † (10 novembre 1659 - 22 febbraio 1681 nominato arcivescovo di Santafé en Nueva Granada)
  • Antonio Benavides y Piérola † (3 marzo 1681 - 1712 deceduto)
  • Antonio María Cassiani, O.S.Bas. † (17 settembre 1714 - 25 novembre 1717 deceduto)
  • Juan Francisco Gómez Calleja † (15 aprile 1720 - 19 novembre 1725 nominato vescovo di Popayán)
  • Manuel Antonio Gómez de Silva † (20 febbraio 1726 - 20 settembre 1728 nominato vescovo di Popayán)
    • Juan Francisco Gómez Calleja † (20 settembre 1728, ma 4 agosto 1728 deceduto) (vescovo eletto, per la seconda volta, postumo)
  • Gregorio de Molleda y Clerque † (3 agosto 1729 - 19 dicembre 1740 nominato vescovo di Trujillo)
  • Diego Martínez Garrido, O.S. † (6 marzo 1741 - 22 agosto 1746 dimesso)
  • Bernardo de Arbiza y Ugarte † (28 novembre 1746 - 15 novembre 1751 nominato vescovo di Trujillo)
  • Bartolomé de Narváez y Berrio † (20 dicembre 1751 - 6 febbraio 1754 deceduto)
  • Jacinto Aguado Chacón † (1754 - 17 febbraio 1755 nominato vescovo di Arequipa)
    • Diego Antonio Valenzuela y Fajardo † (17 febbraio 1755 - 1755 deceduto) (vescovo eletto)
  • Manuel de Sosa y Béthencourt † (17 novembre 1755 - 22 aprile 1765 nominato vescovo di Santafé en Nueva Granada)
  • Diego Bernardo de Peredo y Navarrete † (9 dicembre 1765 - 22 giugno 1772 nominato vescovo di Yucatán)
  • Agustín de Alvarado y Castillo † (7 settembre 1772 - 13 marzo 1775 nominato arcivescovo di Santafé en Nueva Granada)
  • Blas Manuel Sobrino y Minayo † (13 marzo 1775 - 16 dicembre 1776 nominato vescovo di Quito)
  • José Fernández Díaz de la Madrid, O.F.M.Obs. † (28 luglio 1777 - 3 dicembre 1792 nominato vescovo di Quito)
  • Miguel Álvarez y Cortés † (3 dicembre 1792 - 22 settembre 1795 nominato vescovo di Quito)
  • Jerónimo Gómez de Liñán de la Borda † (27 giugno 1796 - 30 settembre 1805 deceduto)
  • Custodio Ángel Díaz Merino, O.P. † (26 agosto 1806 - 12 gennaio 1815 deceduto)
  • Gregorio Rodríguez Carrillo, O.S.Bas. † (8 marzo 1816 - 12 marzo 1828 deceduto)
  • Juan Fernández de Sotomayor Picón † (19 dicembre 1834[1] - 29 marzo 1849 deceduto)
  • Pedro Antonio Torres † (20 maggio 1850 - 20 dicembre 1853 nominato vescovo di Popayán)
  • Bernardino Medina y Moreno † (16 febbraio 1856 - 26 marzo 1877 deceduto)
    • Juan Nepomuceno Rueda † (21 settembre 1877 - 12 settembre 1878 dimesso)[2] (vescovo eletto)
  • Manuel Cerón † (28 febbraio 1879 - 9 maggio 1880 deceduto)
  • Eugenio Biffi, P.I.M.E. † (7 febbraio 1882 - 8 novembre 1896 deceduto)
  • Pietro Adamo Brioschi, P.I.M.E. † (15 febbraio 1898 - 13 novembre 1943 deceduto)
  • José Ignacio López Umaña † (13 novembre 1943 succeduto - 3 ottobre 1974 deceduto)
  • Rubén Isaza Restrepo † (3 ottobre 1974 succeduto - 15 marzo 1983 ritirato)
  • Carlos José Ruiseco Vieira (23 settembre 1983 - 24 ottobre 2005 dimesso)
  • Jorge Enrique Jiménez Carvajal, C.I.M., succeduto il 24 ottobre 2005

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.228.000 persone contava 1.076.000 battezzati, corrispondenti all'87,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 804.000 805.000 99,9 78 35 43 10.307 68 382 74
1959 590.000 593.000 99,5 72 46 26 8.194 42 393 54
1964 814.703 815.178 99,9 584 412 172 1.395 172 1.048 398
1970 530.000 550.000 96,4 70 35 35 7.571 49 306 40
1976 660.000 680.000 97,1 93 58 35 7.096 3 48 339 80
1980 780.000 832.000 93,8 99 63 36 7.878 3 46 376 82
1990 950.000 1.150.000 82,6 97 55 42 9.793 2 58 308 74
1999 1.249.000 1.400.000 89,2 126 77 49 9.912 2 63 261 94
2000 1.350.000 1.505.000 89,7 126 74 52 10.714 2 62 261 94
2001 1.051.000 1.167.000 90,1 127 83 44 8.275 2 54 261 100
2002 1.066.000 1.185.000 90,0 128 82 46 8.328 2 56 261 108
2003 1.176.000 1.196.000 98,3 130 77 53 9.046 2 59 246 103
2004 1.076.500 1.210.000 89,0 135 81 54 7.974 2 79 243 103
2006 1.076.000 1.228.000 87,6 135 77 58 7.970 2 91 258 102

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vicario apostolico dal 29 aprile 1831. Cfr. Eubel, vol. 7, pp. 136 e 237.
  2. ^ Il 3 luglio 1882 nominato vescovo titolare di Sebastopoli. Cfr. Eubel, vol. 8, pp. 186 e 507.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi