Chiesa cattolica in Perù

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa cattolica in Perù
Emblem of the Holy See usual.svg
Anno 2005
Cattolici oltre 29 milioni
Popolazione 32 milioni
Primate Juan Luis Cipriani Thorne
Nunzio apostolico James Patrick Green
Codice PR

La Chiesa cattolica in Perù è parte della Chiesa cattolica universale, sotto la guida spirituale del Papa e della Santa Sede. Il cattolicesimo è la religione di maggioranza ed è praticata circa dal 90% della popolazione[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La religione cattolica è stata introdotta dai colonizzatori spagnoli ai tempi della conquista del Sudamerica e sostituì le religioni precedentemente presenti sul territorio. Le precedenti religioni erano animiste e sincretiche.

Circoscrizione territoriale[modifica | modifica wikitesto]

Nunziatura apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1829 fu istituita la delegazione apostolica del Perù. Fino al 1836 ebbero giurisdizione sul Paese come delegati apostolici i rappresentanti pontifici in Brasile. Subentrarono, dal 1836 al 1861 i rappresentanti pontifici in Colombia, cui seguirono, dal 1861 al 1877, i rappresentanti pontifici in Ecuador. Nel 1877 furono istituite relazioni diplomatiche fra la Santa Sede ed il Perù, con la nascita dell'internunziatura apostolica di Perù e Bolivia. Il 20 luglio 1917 fu istituita la nunziatura apostolica a Lima.

Internunzi apostolici[modifica | modifica wikitesto]

Nunzi apostolici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cia Factbook, 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]