Barbarian Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)
« Rugby Football is a game for gentlemen in all classes, but for no bad sportsman in any class »
(IT)
« Il rugby è un gioco per gentiluomini di tutte le classi sociali, ma non lo è per un cattivo sportivo, a qualunque classe appartenga »
(Motto dei Barbarians)
Barbarian Football Club
Barbarians.png
Uniformi di gara
Barbarians.png
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
 
Soprannome Baa-Baas
Selezionatore Sudafrica Nick Mallett
Record presenze Irlanda Tony O'Reilly (30)
Record mete Irlanda Tony O'Reilly (38)
Esordio
Hartlepool Rovers 4 - 9 Barbarians
Hartlepool, 27 dicembre 1890
Migliore vittoria
Belgio 10 - 84 Barbarians
Bruxelles, 24 maggio 2008
Peggiore sconfitta
Australia 60 - 11 Barbarians
Londra, 26 novembre 2011
barbarianfc.co.uk

Il Barbarian Football Club, i cui giocatori sono chiamati Barbarians o, più familiarmente, Baa-Baas, è un club di rugby a 15 a inviti.

Nato in Inghilterra nel 1890, esso non partecipa ad alcun campionato, non ha una sede né un terreno ufficiale di gioco, e non ha neppure alcun giocatore tesserato.

I giocatori che compongono tale squadra, senza alcun vincolo di nazionalità, sono invitati dal presidente e dal segretario del club, e partecipano solamente in maniera dilettantistica a prescindere dal loro status.

La particolarità di chi scende in campo per i Barbarians è che il giocatore veste la divisa sociale del club ma indossa i calzettoni della propria squadra di provenienza.

Nasce il 9 aprile 1890 in un hotel di Bradford, nel nord dell'Inghilterra, dall'idea di William Percy Carpmael.

All'epoca il rugby anglosassone non aveva veri e propri campionati; i club e le università si sfidavano regolarmente e talvolta nascevano squadre improvvisate che duravano anche solo lo spazio di una settimana, quanto bastava per una breve tournée nel periodo di Pasqua, di Natale o a fine stagione.

Quell'anno Carpmael, giocatore del club del Blackheath, aveva raccolto una squadra di giocatori londinesi per un tour nell'Inghilterra del Nord, durante il periodo pasquale. Fatto curioso fu che quella squadra non aveva un vero e proprio nome; giocò infatti quattro partite come Carpmael's London team, Blackheat's team, Carpmael's County e Southern Nomads.

La notte tra l'8 e il 9 aprile, dopo l'ultima partita, davanti ad una zuppa ed una birra (anche se la leggenda parla di un piatto d'ostriche) al "Leutcher's Restaurant" di Bradford viene messa nero su bianco la nascita di questo strano club. La divisa della squadra sarebbe stata a strisce bianconere e i calzoncini neri, mentre ogni giocatore avrebbe mantenuto i calzettoni del proprio club.

Gli avversari[modifica | modifica sorgente]

L'esordio dei Barbarians fu contro l'Hartlepool Rovers il 27 dicembre 1890.

A partire da allora e per un certo periodo i Barbarians incontrarono inizialmente solo squadre di club inglesi e gallesi.

Tradizionali impegni sono stati sino agli anni '90: il tour di Pasqua in Galles con quattro partite a Penhart, Cardiff, Swansea e Newport, poi ridotte a tre quando, a partire dal 1983, la partita di Newport venne anticipata all'autunno e poi a due con la cancellazione di quella col Penhart. Altri impegni erano quelli di Leicester, contro i Tigers, nelle vacanze natalizie e nelle East Midlands nel primo giovedì di marzo.

Dal 1948 i Barbarians iniziarono ad affrontare anche alcune nazionali in tour; l'occasione che diede inizio a tale consuetudine fu la richiesta avanzata in tale anno da parte delle quattro federazioni di Gran Bretagna ed Irlanda di allestire una forte squadra per affrontare e battere l'Australia, impegnata in un lungo tour in Europa. I Barbarians vinsero con un punteggio di 9-6.

Seguirono sfide con Nuova Zelanda, Sud Africa ed Australia.

Nel 1957 i Barbarians organizzarono la loro prima tournée fuori della Gran Bretagna, recandosi in Canada per affrontare l'Ontario, la British Columbia ed il Quebec e successivamente in Irlanda per disputare il primo match contro una squadra irlandese: l'Ulster. I tour seguenti furono quelle dell'anno successivo e del 1969 in Sud Africa, quindi quella del 1976 in USA e Canada.

Nel 1973 i Barbarians sfidarono gli All Blacks al Cardiff Arms Park; più che per il risultato la partita va ricordata per quella che venne definita la più bella meta di tutti i tempi, realizzata al termine di un'azione lunghissima iniziata da Phil Bennett e passata da John Dawes, Bob Wilkinson, Tom David e Derek Quinnell prima di trovare finalizzazione nel gallese Gareth Edwards[1],

Per una nazionale ricevere la visita dei Barbarians o sfidarli durante un tour è una consacrazione. A ricevere i Barbarians, nel corso del dopoguerra, sono stati Australia (prima volta nel 1948), Sudafrica (1952), Nuova Zelanda (1954 e 2009), Rhodesia (1969), Figi (1970), Canada (1976), Scozia (1970), Inghilterra, Galles e Argentina (1990), Italia (1985[2]), CSI (1992). Irlanda (1996), Portogallo (2004), Georgia (2006), Spagna (2007), Tunisia e Belgio (2008).

I giocatori[modifica | modifica sorgente]

Formati inizialmente solo da giocatori londinesi, i Barbarians si sono mano a mano internazionalizzati, accettando prima giocatori da tutta l'Inghilterra e poi australiani, neozelandesi e sudafricani.

Nel 1952 fu chiamato il primo giocatore francese, Pomathios; nel 1987 fu invitato anche il primo giocatore italiano, Stefano Bettarello[3]; altri ne seguirono, nel corso degli anni, quali Luca Martin, Massimo Giovanelli, Gianluca Faliva, Diego Dominguez, Paolo Vaccari, Julian Gardner, Mark Giacheri, Cristian Stoica, i fratelli Massimo e Marcello Cuttitta, Andrea Lo Cicero, Salvatore Perugini, Carlo Del Fava, Quintin Geldenhuys, Sergio Parisse (quest'ultimo sceso in campo da capitano nel 2011, 2012 e 2013), Martín Leandro Castrogiovanni, Mauro Bergamasco, Marco Bortolami, Andrea Moretti, Leonardo Ghiraldini.

Tra le nazionalità rappresentate, a parte quelle dei Paesi storici come le quattro Home Nations e Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica, figurano anche la Russia con Aleksandr Obolenskij (che tuttavia difese i colori dell'Inghilterra) e la Repubblica Ceca con Jan Macháček.

I Barbarians e il professionismo[modifica | modifica sorgente]

Con il crescere degli impegni e dei tour delle nazionali britanniche e soprattutto con l'avvento del professionismo i Barbarians sono entrati in crisi; ciò sia per la difficoltà di allestire squadre all'altezza degli incontri da sostenere, sia per i fatto che gli avversari tradizionali (come potevano essere, una volta, i club gallesi) sono oggigiorno oberati d'impegni di campionato e coppe di vario genere per cui sovente, a partire dagli anni '90, presentano squadre fatte di "seconde scelte".

Dal 2000 i Barbarians hanno rivisto i loro calendari: spostata a marzo la partita con il Leicester (nella stessa settimana di quella con la contea delle East Midlands) ed annullato il tour in Galles, essi disputano alcuni incontri a fine stagione (ultima settimana di maggio) contro selezioni nazionali (più o meno al completo o sperimentali).

È inoltre diventato tradizione un incontro annuale contro i "Combined Services", selezione delle forze armate britanniche; tale match si svolge ogni anno in data 11 novembre, Memorial Day, giorno in cui nei Paesi britannici si ricorda la fine della Prima guerra mondiale.

Nel 2007, causa l'anticipato svolgimento dei tour estivi delle nazionali europee, i Barbarians si sono limitati ad un breve tour in Tunisia e Spagna.

Squadra attuale 2013/2014[modifica | modifica sorgente]

Avanti
PL Italia Martin Castrogiovanni
PL Italia Andrea Lo Cicero
PL Galles Duncan Jones
PL Galles Paul James
PL Sudafrica BJ Botha
TL Italia Leonardo Ghiraldini
TL Galles Matthew Rees
TL Sudafrica Schalk Brits
SL Sudafrica Marco Wentzel
SL Scozia Jim Hamilton
SL Australia Dean Mumm
SL Stati Uniti Samu Manoa
FL Italia Alessandro Zanni
FL Inghilterra Sam Jones
FL Sudafrica Francois Louw
N8 Francia Imanol Harinordoquy
N8 Italia Sergio Parisse
Tre quarti
MM Francia Dimitri Yachvili
MM Galles Dwayne Peel
MM Samoa Kahn Fotuali'i
MA Nuova Zelanda Nick Evans
MA Galles James Hook
CE Inghilterra Elliot Daly
CE Inghilterra Mike Tindall
TQ Stati Uniti Takudzwa Ngwenya
TQ Nuova Zelanda Joe Rokocoko
TQ Figi Timoci Nagusa
ES Nuova Zelanda Jared Payne
ES Hong Kong Rowan Varty
Staff tecnico
Allenatore: Galles David Young
Ass. allenatore: Inghilterra Mike Tindall
Team manager: Galles Derek Quinnell


Le "imitazioni"[modifica | modifica sorgente]

Al di là dei molti club che hanno scelto il nome Barbarians affiancato a quello della loro città (es. i Denver Barbarians) molte altre squadre simili sono nate; tra queste i Barbarian francesi, i New Zealand Barbarians, i Barbarians Sud Africani. Anche queste squadre, però, sono state costrette a diminuire i loro impegni.

Anche selezioni decisamente diverse per stile da quello degli originali sono esistite: gli Australian Barbarians (in realtà sino a qualche anno fa la seconda nazionale australiana) ed i "South Sea Barbarians", selezione dei migliori giocatori polinesiani che nel 1987 visitò in una contestata tournée il Sud Africa dell'Apartheid ne sono esempi.

In Italia una squadra denominata "Barbarians Italiani" fece una unica apparizione nel 1988, quando affrontò a L'Aquila i "New Zealand Maori"; l'iniziativa non ebbe però gran seguito. Più fortunata fu l'esperienza delle "Zebre", vera e propria versione italica dei Barbarians creata da Marco Bollesan, che dal 1973 al 1996 affrontò squadre di diverso valore, comprese alcune Nazionali in tour. La squadra ha in seguito praticamente cessato l'attività.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Years on Sandy's Still Dining Out on His Part in That Try in The Mirror, 29 gennaio 2003. URL consultato il 13-10-2011.
  2. ^ Al Flaminio arrivano i Barbarians in la Repubblica, 26 maggio 1985. URL consultato il 13-10-2011.
  3. ^ Bettarello convocato tra i Barbarians in la Repubblica, 25 marzo 1987. URL consultato il 22 febbraio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]