Mauro Bergamasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauro Bergamasco
Mauro Bergamasco.png
Mauro Bergamasco con la maglia dello Stade français
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 95 kg
Familiari Arturo Bergamasco (padre)
Mirco Bergamasco (fratello)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea
Franchigia Zebre Zebre Pro12
Carriera
Attività di club¹
1997-2000 Petrarca Petrarca 14 (10)
2000-2003 Benetton Treviso Benetton Treviso 53 (45)
2003-2011 Stade français Stade français 108 (65)
2011-2012 Aironi Aironi 6 (0)
2012- Zebre Zebre 14 (0)
Attività da giocatore internazionale
1998- Italia Italia 94 (75)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 15 settembre 2013

Mauro Bergamasco (Padova, 1º maggio 1979) è un rugbista a 15 italiano, dal 2012 flanker della squadra italiana di Pro12 delle Zebre. A tutto agosto 2013 vanta 94 presenze con la Nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Mauro Bergamasco proviene da una famiglia di rugbisti: suo padre Arturo, anch’egli flanker, si guadagnò 4 presenze in Nazionale negli anni settanta, e suo fratello Mirco è anch’egli rugbista e internazionale per l’Italia.

Cresciuto nelle giovanili del Petrarca, esordì in prima squadra nel 1998, a 19 anni. Nel biennio successivo rimase a Padova, poi si trasferì alla Benetton Treviso, club con il quale divenne campione d’Italia in due occasioni, nel 2000-01 e nel 2002-03. Dal 2003 milita nella squadra parigina dello Stade Français dove ha giocato il fratello Mirco (dal 2003 all'inizio del 2010), e vanta la vittoria nel campionato francese al termine della stagione 2006-07.

In Nazionale fin dall’era-Coste (il suo debutto risale al 18 novembre 1998 contro i Paesi Bassi), Bergamasco ha disputato quattro edizioni della Coppa del Mondo e tutte le edizioni del Sei Nazioni fino al 2010, a eccezione di quella del 2004. Vanta 14 mete in Nazionale, tre meno del fratello Mirco, attuale detentore del primato di mete in azzurro tra i giocatori in attività.

Durante il Sei Nazioni 2007 Mauro Bergamasco incorse in una squalifica di 4 settimane inflittagli dall’IRB per un pugno dato a Stephen Jones durante l’incontro con il Galles a Roma; a causa di ciò dovette saltare l’ultimo incontro del torneo, con l’Irlanda[1]. L’anno successivo, sempre contro il Galles, a Cardiff, a causa di un gouging (dito nell’occhio) ai danni di Lee Byrne non rilevato dall’arbitro, ma visto da un altro ufficiale di gara, a Bergamasco fu inflitta una squalifica di 13 settimane, terminata ai primi di giugno 2008[2].

Rimasto svincolato nel 2011 in quanto lo Stade français non gli rinnovò il contratto[3], Bergamasco fu invitato a far parte della selezione dei Barbarian per un incontro nel novembre successivo contro un XV dell'Australia[4]; il 3 dicembre raggiunse infine un accordo con la franchigia italiana degli Aironi[5], formazione di Pro12; allo scioglimento della squadra nel 2012 e il subentro nella competizione delle Zebre, Bergamasco è passato in quest'ultima squadra dalla stagione 2012-13[6].


Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nicola Melillo, Squalificato Mauro Bergamasco in Gazzetta dello Sport, 13 marzo 2007. URL consultato il 12-9-2008.
  2. ^ Giacomo Bagnasco, Rugby, Mauro Bergamasco squalificato per 13 settimane in Il Sole 24 Ore, 28 febbraio 2008. URL consultato il 12-9-2008.
  3. ^ Rugby: tre italiani nei Barbarians in Rai Sport, 17 novembre 2011. URL consultato il 23-11-2011.
  4. ^ (EN) pubblicazioneBBC, Barbarians hope Wales' Stephen Jones can face Australia. URL consultato il 23-11-2011.
  5. ^ Aironi, colpo Bergamasco: "Un'avventura stimolante" in la Repubblica, 3 dicembre 2011. URL consultato il 5 dicembre 2011.
  6. ^ Massimo Calandri, Squadra giovane e ambiziosa. La Zebre pronte a partire in la Repubblica, 2 luglio 2012. URL consultato il 5 ottobre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 169490618