Matt Pini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matt Pini
Dati biografici
Nome Matthew James Pini
Paese Australia Australia
Altezza 183 cm
Peso 95 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Italia Italia
Ruolo Estremo
Ritirato 2003
Carriera
Attività provinciale
1990-1996 Queensland Queensland
Attività di club¹
1997-1999 Richmond Richmond 43 (60)
1999-2000 Narbona Narbona
2000 Rugby Roma Rugby Roma 1 (0)
2000-2003 Newport Newport 62 (76)
Attività da giocatore internazionale
1994-1995
1998-2000
Australia Australia
Italia Italia
8 (10)
12 (10)
Attività da allenatore
2007- 600px Verde e Blu con striscetta bianca.png Gallopers

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 24 gennaio 2011

Matthew James “Matt” Pini (Canberra, 21 marzo 1969) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby australiano, internazionale per l'Australia e, successivamente, per l'Italia, selezioni con le quali disputò una Coppa del Mondo per parte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di professione idraulico, Pini si mise in luce rugbisticamente già ai tempi della scuola: fece parte della rappresentativa studentesca australiana e, successivamente, dell'Under-21.

Trasferitosi a Brisbane, debuttò nel 1994 negli Wallabies e un anno dopo fu selezionato da Bob Dwyer per la Coppa del Mondo di rugby 1995 in Sudafrica. Tuttavia perse il posto dopo il primo incontro, una sconfitta proprio contro gli Springbok, e fu rimpiazzato da Matt Burke; perse anche il posto nella rappresentativa del Queensland a vantaggio di un altro nazionale, Tim Horan. Quando stava per tornare alla sua professione, fu chiamato nel 1997 da Dwyer, nel frattempo trasferitosi in Inghilterra ad allenare il Leicester; questi gli comunicò che c'era un club della Premiership che necessitava di un estremo, e Pini, quando seppe che si trattava del Richmond, accettò[1].

Nel 1998, grazie ad ascendenze italiane, poté acquisire la doppia cittadinanza ed essere selezionato per la Nazionale allora diretta da Georges Coste; esordì per l'Italia nel 1998 nel torneo di qualificazione a Huddersfield contro Paesi Bassi e Inghilterra (rispettivamente vittoria e sconfitta). Nel 1999, partecipando alla Coppa del Mondo, divenne tra i pochi giocatori ad avere disputato la competizione con due Nazionali diverse. Nel 2000, dopo il Sei Nazioni, maturò la decisione di non giocare più in Nazionale per poter stare vicino alla famiglia[2], scelta che fu ufficializzata in settembre, all'inizio della prima delle tre stagioni con il Newport[3].

Nel 2003, dopo tre stagioni nel club gallese, abbandonò l'attività agonistica.

Dal 2007 allena la prima squadra del Gallopers Old Boys di Ashgrove, che milita nella Premiership del Queensland.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Tim Glover, Rugby union: The day the Pini dropped at Richmond in The Independent, 2 settembre 1998. URL consultato il 24-1-2011.
  2. ^ Pini lascia la nazionale “Voglio pensare ad altro” in Gazzetta dello Sport, 29 settembre 2000. URL consultato il 24-10-2008.
  3. ^ (EN) Pini and Katalau heading for Wales in BBC, 29 agosto 2000. URL consultato il 24-1-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]