Nazionale di rugby a 15 dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paesi Bassi Paesi Bassi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima
tenuta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Tenuta
alternativa
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Federazione Nederlands Rugby Bond
Selezionatore Alex Chang
Record presenze Marc Visser
Ranking IRB 45ª (12 dicembre 2011)
Esordio internazionale
Paesi Bassi Paesi Bassi 0 - 6 Belgio Belgio[1]
1º luglio 1930
Migliore vittoria
Paesi Bassi Paesi Bassi 62 - 0 Danimarca Danimarca[2]
6 ottobre 1973
Peggiore sconfitta
Inghilterra Inghilterra 110 - 0 Paesi Bassi Paesi Bassi[3]
14 novembre 1998

La Nazionale di rugby XV dei Paesi Bassi rappresenta i Paesi Bassi a livello internazionale in tutte le competizioni e gli incontri che si svolgono sotto la giurisdizione dell'International Rugby Board.
Non ha mai partecipato alla coppa del mondo, ma partecipa regolarmente al Campionato europeo per Nazioni di rugby, dove è attualmente inserita nella 1ª divisione poule B[4].

I giocatori[modifica | modifica sorgente]

La Rosa della Nazionale:[5] Roy Schermer, Floris van de Ruit, Bob Motazed, Jeroen Fluiter, Leon Koenen, Richard van den Broek, Fedde Lingsma, Rob van Velden, Jordy Bonhof, Jan Ketelings, Johnny Nas, Kees Beentjes, Thomas Mooy, Nicky Jansen, Xander van Mourik, Alex Barendregt, Dirk Danen, Catalin Buburuzan, JayJay Boske, Floris Kieft, Michiel Kuijper, Tom Altink, Stefan Vos, Maurice Stahlecker, Tjebbe Jehee, Bart Viguurs, Lodewijk Gilens, Rob Rijnolds.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RugbyData.com - International Rugby Union Statistics - Statistics for Netherlands - Games Played
  2. ^ RugbyData.com - International Rugby Union Statistics - Statistics for Netherlands - Largest Winning Margin
  3. ^ RugbyData.com - International Rugby Union Statistics - Statistics for Netherlands - Largest Losing Margin
  4. ^ FIRA-AER official website
  5. ^ http://www.rugby.nl/index.php?option=com_content&view=article&id=610&Itemid=308 consultato 19 dicembre 2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]