Troy Coker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Troy Coker
Dati biografici
Paese Australia Australia
Altezza 198 cm
Peso 109 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Terza linea centro
Ritirato 1999
Carriera
Attività di club¹
1988-89 Univ. di Oxford Univ. di Oxford
1990-95 Harlequins Harlequins
1996-98 Brumbies Brumbies
1998-99 Saracens Saracens 14 (10)
Attività da giocatore internazionale
1987-97 Australia Australia 27 (0)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1991

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 7 gennaio 2011

Troy Coker (Brisbane, 30 maggio 1965) è un ex rugbista a 15 australiano, terza linea centro, campione del mondo nel 1991 con gli Wallabies.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Coker, nativo del Queensland, fu dedito fino ai 18 anni al rugby a 13[1]; entrò per caso nel mondo del rugby a 15 quando, accompagnando a un incontro un amico dedito a tale disciplina, fu invitato a giocare per riuscire a mettere insieme quindici elementi[1]; poco dopo fu ingaggiato dalle giovanili del Queensland[1] e lì iniziò la sua carriera.

Qualche anno più tardi fu in Europa per gli studi universitari a Oxford[2], istituto per la cui squadra di rugby scese in campo nel Varsity Match 1988 contro Cambridge[3].

Divenne internazionale in occasione della Coppa del Mondo di rugby 1987, disputando il suo primo incontro con gli Wallabies contro l'Inghilterra nella fase a gironi di tale competizione; militò negli Harlequins, formazione londinese che in occasione della finale della Coppa del Mondo di rugby 1991 Australia-Inghilterra vide otto suoi giocatori in campo: lo stesso Coker per l'Australia più altri sette suoi compagni di squadra per l'Inghilterra[4].

Fece anche parte della squadra che partecipò alla Coppa del Mondo di rugby 1995 in Sudafrica e, all'avvento del professionismo, firmò un contratto triennale con la neonata formazione australiana dei Brumbies, tra le squadre fondatrici del Super Rugby; nel 1998 decise di abbandonare il rugby internazionale[5].

Spostatosi di nuovo in Inghilterra, firmò un contratto per i Saracens dai quali si liberò tuttavia un anno più tardi, per smettere definitivamente di giocare[6] e dedicarsi alla sua carriera dirigenziale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Robert Low, From Wallaby to wannabe: Robert Low meets the Aussie who has designs on an England shirt in The Independent, 6 febbraio 1994. URL consultato il 6 febbraio 2013.
  2. ^ (EN) LMH. URL consultato il 10 gennaio 2011.
  3. ^ (EN) Captain Kirk in star trek to Twickers! in This Is Oxfordshire, 17 dicembre 2008. URL consultato il 10 gennaio 2011.
  4. ^ (EN) Brian Moore, Colourful Quins renowned for unique sense of style in The Daily Telegraph, 29 aprile 2005. URL consultato il 10 gennaio 2011.
  5. ^ (EN) Aussies want more time between Tri-Nation Tests in Irish Examiner, 22 luglio 1998. URL consultato il 10 gennaio 2011.
  6. ^ (EN) Former Australian forward quits rugby in Sports Illustrated, 6 aprile 1999. URL consultato il 10 gennaio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]