Partito Socialista Riformista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Socialista Riformista
Presidente Enrico Manca
Segretario Fabrizio Cicchitto
Stato Italia Italia
Sede Via Tomacelli, 18 - Roma
Fondazione 13 novembre 1994
Dissoluzione 31 gennaio 1996
Ideologia Centrismo
Socialismo liberale
Socialdemocrazia
Riformismo
Craxismo
Collocazione Centro-sinistra/Centro

Il Partito Socialista Riformista è stato un movimento politico italiano ispirato al liberalsocialismo e all'autonomismo socialista fondato a Roma da Fabrizio Cicchitto, Enrico Manca e Vladimiro Poggi il 13 novembre 1994, il giorno stesso dello scioglimento del Partito Socialista Italiano.

Il PSR era nato come forma di protesta e di dissociazione nei confronti dello scioglimento del PSI, voluto ed attuato dall'allora segretario nazionale Ottaviano Del Turco, e dalla tesi politica del neonato partito politico dei Socialisti Italiani che prevedeva un'alleanza organica con i Progressisti in generale e con il PDS in particolare.

L'organizzazione del PSR, strutturata su base regionale, era diretta da Enrico Manca (presidente nazionale), Fabrizio Cicchitto (segretario nazionale), Vladimiro Poggi (coordinatore nazionale della giovanile) e da un direttivo composto dai coordinatori regionali.

Il PSR operò fino alla fine del 1995, confluendo in seguito nel Partito Socialista di Intini e De Michelis.

Nel 1998 Manca aderisce allo SDI, mentre Cicchitto entra in Forza Italia.