Blocco Nazionale della Libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre liste con una denominazione analoga, vedi Blocco Nazionale (disambigua).
Blocco Nazionale della Libertà
Blocco Nazionale Libertà.jpeg
Stato Italia Italia
Fondazione 1946
Dissoluzione 1946
Ideologia monarchismo
Collocazione destra
Seggi massimi Assemblea Costituente
16 / 556
(1946)

Il Blocco Nazionale della Libertà è stata una lista elettorale italiana, d'ispirazione conservatrice e monarchica, costituita in occasione delle elezioni per l'Assemblea Costituente del 1946 da Partito Democratico Italiano (PDI), Concentrazione Nazionale Democratica Liberale (CNDL) e Centro Democratico (CD).

La lista ottenne 637 328 voti (pari al 2,77%) e 16 seggi su 556.[1]

Dopo le elezioni, il Blocco ebbe breve vita: già prima della conclusione dei lavori della Costituente, i suoi membri si divisero infratti tra il Partito Liberale Italiano, il Fronte dell'Uomo Qualunque e il nascente Partito Nazionale Monarchico.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Politiche 1946 637 328 2,77 16

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Collegio Unico Nazionale:

Circoscrizione di Roma:

Circoscrizione di Napoli:

Circoscrizione di Salerno:

Circoscrizione di Lecce:

Circoscrizione di Catanzaro:

Circoscrizione di Catania:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Assemblea Costituente del 2 giugno 1946, in Archivio Storico delle Elezioni, Ministero dell'Interno. URL consultato il 15 settembre 2015.
  2. ^ a b Abbandonò immediatamente l'alleanza monarchica passando all'Uomo Qualunque.