Blocco Nazionale della Libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre liste con una denominazione analoga, vedi Blocco Nazionale (disambigua).
Blocco Nazionale della Libertà
Blocco Nazionale Libertà.jpeg
Stato Italia Italia
Fondazione  ?
Dissoluzione  ?
Ideologia
Seggi massimi Camera
16 / 556
(1946)

Il Blocco Nazionale della Libertà è stata una lista elettorale italiana, d'ispirazione conservatrice e monarchica, costituita in occasione delle elezioni per l'Assemblea Costituente del 1946 da Partito Democratico Italiano (PDI), Concentrazione Nazionale Democratica Liberale (CNDL) e Centro Democratico (CD).

La lista ottenne 637 328 voti (pari al 2,77%) e 16 seggi su 556.[1]

Dopo le elezioni, il Blocco ebbe breve vita: già prima della conclusione dei lavori della Costituente, i suoi membri si divisero infratti tra il Partito Liberale Italiano, il Fronte dell'Uomo Qualunque e il nascente Partito Nazionale Monarchico.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Politiche 1946 637 328 2,77 16

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Collegio Unico Nazionale:

Circoscrizione di Roma:

Circoscrizione di Napoli:

Circoscrizione di Salerno:

Circoscrizione di Lecce:

Circoscrizione di Catanzaro:

Circoscrizione di Catania:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Assemblea Costituente del 2 giugno 1946, in Archivio Storico delle Elezioni, Ministero dell'Interno. URL consultato il 15 settembre 2015.
  2. ^ a b Abbandonò immediatamente l'alleanza monarchica passando all'Uomo Qualunque.