Roberto Lucifero d'Aprigliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Lucifero d'Aprigliano
Roberto Lucifero d'Aprigliano.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Nazionale della Libertà (dal 15 luglio 1946 al 17 gennaio 1947); Liberale (dal 17 gennaio 1947 al 31 gennaio 1948)
Collegio XXVIII (Catanzaro)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature I
Gruppo
parlamentare
Liberale
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature II, III
Gruppo
parlamentare
Partito Nazionale Monarchico
Collegio Catanzaro
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Blocco Nazionale della Libertà, Partito Liberale Italiano
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Giornalista pubblicista
Stemma della famiglia Lucifero
Coat of arms of the House of Lucifero.jpg
Lucifero
Blasonatura
Troncato d’azzurro e rosso divisa d’argento al capo di due stelle d’oro ad una luna crescente d’argento.

Roberto Lucifero d'Aprigliano (Roma, 16 dicembre 1903Roma, 11 gennaio 1993) è stato un partigiano, avvocato, politico e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del crotonese Alfonso Lucifero, deputato del Regno dal 1886 al 1919, e di Elena Cloan-Spyer, già consultore nazionale, collaboratore di Italia Nuova e di numerose altre testate giornalistiche italiane e straniere, e cugino di Falcone Lucifero, fu esponente di spicco del Partito Democratico Italiano e, poi, dal 1947 al 1948, fu segretario nazionale del Partito Liberale Italiano, che rappresentò all'Assemblea Costituente e in seguito nel Senato della Repubblica.

Fervente monarchico, dopo la sua breve segreteria generale del PLI dal dicembre 1947 all'ottobre 1948, tentò comunque di ritornarvi nei mesi successivi, ma dopo il V Congresso del partito nel luglio 1949 fu sempre più emarginato e infine lasciò il PLI nel 1950. Alle elezioni politiche del 1953 si presentò alla Camera dei Deputati, candidato dal Partito Nazionale Monarchico, di cui fu esponente parlamentare nella II e nella III legislatura.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]