In the End

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi In the End (disambigua).
In the End
In the End Video Linkin Park.JPG
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Linkin Park
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 novembre 2001 Mondo
27 marzo 2002 Giappone
Durata 3:36
Album di provenienza Hybrid Theory
Genere Nu metal
Rap rock
Etichetta Warner Bros.
Produttore Don Gilmore
Registrazione 1999–2000, NRG Recording Studios, North Hollywood (California)
Formati CD, DVD, VHS
Certificazioni
Dischi d'oro Danimarca Danimarca[1]
(vendite: 15 000+)
Italia Italia[2]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 400 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[4]
(vendite: 500 000+)
Linkin Park (singoli) - cronologia
Singolo precedente
(2001)
Singolo successivo
(2002)
Linkin Park (DVD) - cronologia
Singolo precedente
(2001)
Logo
Logo del disco In the End

In the End è un singolo del gruppo musicale statunitense Linkin Park, il quarto estratto dal primo album in studio Hybrid Theory e pubblicato il 20 novembre 2001 nel mercato internazionale[5][6] e il 27 marzo 2002 in quello giapponese nel formato EP e denominato In the End: Live & Rare.[7]

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

In the End è uno dei brani più famosi dei Linkin Park (tanto che viene ritenuta il loro "cavallo di battaglia"), ed è stato il primo singolo del gruppo ad aver raggiunto la prima posizione nelle classifiche statunitensi. Il testo del brano parla dell'inesorabile trascorrere del tempo.

Una prima versione del brano è stata inserita nell'EP Underground Eleven. Questa versione in realtà era già presente in precedenza nei primi demo del gruppo (al tempo conosciuti come Hybrid Theory) con il titolo di Untitled o The Untitled.

Nell'album di remix Reanimation il brano è stata reinterpretata in chiave rap dal produttore KutMasta Kurt e reintitolata Enth E Nd. Inoltre è presente anche nell'EP Collision Course (realizzato con il rapper Jay-Z) con il titolo di Izzo/In the End, un mash-up del brano con Izzo (H.O.V.A.) di Jay-Z.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip, diretto dal DJ della band Joe Hahn e da Nathan "Karma" Cox,[8] è stato realizzato in buona parte in CGI e mostra il gruppo esibirsi su una statua raffigurante una donna, ad esclusione di Mike Shinoda, che non vi si trova al di sopra se non durante i ritornelli; infatti, nel primo verso lo si può vedere rappare in un vasto terreno desolato, dal quale spuntano dei rametti d'erba, mentre durante il secondo verso, si trova circondato da rami che si estendono ed articolano in maniera disordinata e casuale. Mentre Shinoda rappa, Chester Bennington si trova su una piattaforma recante dei gargoyles ai bordi ed una porta posta frontalmente ad essa. Durante l'interludio il cielo inizia ad oscurarsi e nell'ultimo ritornello il gruppo si esibisce sotto un'insistente pioggia. Una volta conclusasi la canzone, il cielo gradualmente inizia a schiarirsi e la vasta zona di terra dove Shinoda rappava si trasforma in un rigoglioso prato verde.

Il video del brano vinse gli MTV Awards del 2002 nella categoria "Best Rock Video".[9]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche dei Linkin Park, eccetto dove indicato.

CD promozionale (Europa, Stati Uniti)
  1. In the End – 3:36
CD singolo (Australia, Europa)
  1. In the End – 3:37
  2. A Place for My Head (Live at Docklands Arena, London) – 3:11 (Linkin Park, Mark Wakefield, Dave Farrell)
  3. Step Up (1999 Demo) – 3:53 (Mike Shinoda, Joe Hahn, Brad Delson)
CD maxi-singolo (Australia, Europa)
  1. In the End – 3:37
  2. In the End (Live BBC Radio One) – 3:25
  3. Points of Authority (Live at Docklands Arena, London) – 3:29
  4. In the End (Video) – 3:37
CD singolo (Germania)
  1. In the End – 3:37
  2. Step Up (1999 Demo) – 3:53 (Mike Shinoda, Joe Hahn, Brad Delson)
VHS promozionale (Europa)
  1. In the End – 3:37
DVD (Germania, Regno Unito)
  1. In the End (Audio) – 3:37
  2. Crawling (Music Video) – 3:36
  3. 4 X 30 Seconds – 2:25
EP (Giappone) – In the End: Live & Rare
  1. In the End (Album Version) – 3:37 (Linkin Park)
  2. Papercut (Live at Docklands Arena, London) – 3:12 (Linkin Park)
  3. Points of Authority (Live at Docklands Arena, London) – 3:29 (Linkin Park)
  4. A Place for My Head (Live at Docklands Arena, London) – 3:11 (Linkin Park, Mark Wakefield, Dave Farrell)
  5. Step Up (1999 Demo) – 3:53 (Mike Shinoda, Joe Hahn, Brad Delson)
  6. My December – 4:21 (testo: Mike Shinoda)
  7. High Voltage – 3:45 (Linkin Park)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001) Posizione
massima
Australia[10] 4
Austria[10] 6
Belgio (Fiandre)[10] 26
Belgio (Vallonia)[10] 12
Canada (radio)[11] 2
Danimarca[10] 3
Francia[10] 40
Germania[10] 13
Irlanda[12] 16
Italia[10] 5
Nuova Zelanda[10] 10
Paesi Bassi[10] 11
Regno Unito[13] 8
Stati Uniti[14] 2
Stati Uniti (alternative)[14] 1
Stati Uniti (adult top 40)[14] 15
Stati Uniti (digital)[14] 47
Stati Uniti (mainstream rock)[14] 3
Stati Uniti (pop)[14] 1
Stati Uniti (radio)[14] 2
Stati Uniti (rock digital)[14] 17
Svezia[10] 3
Svizzera[10] 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DA) Certificeringer, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 16 agosto 2013.
  2. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 31 ottobre 2014. Settimana "41" Anno "2014".
  3. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 14 giugno 2015.
  4. ^ (EN) Gold & Platinum Searchable Database, RIAA. URL consultato il 14 giugno 2015.
  5. ^ (EN) IN THE END, Linkin Park. URL consultato il 1º agosto 2014.
  6. ^ (EN) IN THE END (VERSION 2), Linkin Park. URL consultato il 1º agosto 2014.
  7. ^ (EN) IN THE END: LIVE AND RARE, Linkin Park. URL consultato il 1º agosto 2014.
  8. ^ (EN) An interview with bassist Phoenix, Rough Edge. URL consultato il 29 settembre 2007.
  9. ^ (EN) MTV Video Music Awards History, Rock on the Net. URL consultato il 29 settembre 2007.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Linkin Park - In The End, Ultratop. URL consultato il 21 maggio 2013.
  11. ^ World Chart History - Linkin Park, mariah-charts.com. URL consultato il 24 giugno 2008.
  12. ^ Irish Singles Chart, Irish Singles Chart. URL consultato il 24 giugno 2008.
  13. ^ (EN) 2001 Top 40 Official UK Singles Archive - 20th October 2001, Official Charts Company. URL consultato il 21 maggio 2013.
  14. ^ a b c d e f g h (EN) In the End - Linkin Park, Billboard. URL consultato il 19 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]