Crawling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crawling
singolo discografico
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaLinkin Park
Pubblicazione1º maggio 2001
Durata3:29
Album di provenienzaHybrid Theory
GenereAlternative metal
EtichettaWarner Bros.
ProduttoreDon Gilmore
Registrazione1999–2000, NRG Recording Studios, North Hollywood (California)
FormatiCD, MC, DVD
NoteGrammy Award Miglior interpretazione hard rock 2002
Certificazioni originali
Dischi d'oroAustria Austria[2]
(vendite: 5 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 500 000+)
Dischi di platinoRegno Unito Regno Unito[4]
(vendite: 600 000+)
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Linkin Park - cronologia
Singolo precedente
(2000)
Singolo successivo
(2001)

Crawling è un singolo del gruppo musicale statunitense Linkin Park, pubblicato il 1º maggio 2001 come secondo estratto dal primo album in studio Hybrid Theory.[5]

Nel 2002 il singolo ha vinto il Grammy Award alla miglior interpretazione hard rock.[6]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il brano nacque dalla rielaborazione della parte finale di Blue, brano rap rock realizzato nel 1998 durante le registrazioni di Hybrid Theory ma in seguito scartato, come spiegato dal rapper Mike Shinoda all'interno dell'EP Underground Eleven, nel quale il demo è presente:[7]

«Mi dimenticai di questo brano fino a quando non l'ho ritrovato quest'anno [il 2011] su un CD in una scatola nel mio armadio. Questo brano e Slip sono stati realizzati durante le sessioni di registrazione di Hybrid Theory. Abbandonammo il brano, ma decidemmo che c'era qualcosa di speciale sulla parte vocale presente alla fine. Chester ed io prendemmo la melodia, scrivemmo nuove parole su di esso [...] e questo divenne il ritornello di Crawling

Il testo del brano accenna al passato difficile del cantante Chester Bennington, in particolare al suo mancato controllo in termini di droghe e alcol,[8] ed è cantato quasi interamente da quest'ultimo, con Mike Shinoda che ripete soltanto alcune frasi poco prima del ritornello.

Altre versioni e cover[modifica | modifica wikitesto]

Crawling è stata remixata da Shinoda con il titolo Krwlng per l'album di remix Reanimation, pubblicato nel 2002. Questa versione è caratterizzata da una lunga introduzione composta da un violino e da un violoncello, curata dal bassista Phoenix. A questa versione ha partecipato anche Aaron Lewis degli Staind.

La versione originale inoltre è stata reinterpretata dal gruppo musicale tedesco Angelzoom nel 2004. In seguito alla morte di Bennington, avvenuta il 20 luglio 2017, il brano è stato reinterpretato dal vivo dai Coldplay in sua memoria.[9] Durante il concerto tributo a Bennington tenuto a Los Angeles i Linkin Park hanno eseguito il brano insieme a Zedd alla batteria e Oliver Sykes dei Bring Me the Horizon alla voce.[10]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video, diretto dai fratelli Strause, mostra la storia di una ragazza vittima di violenze (interpretata dalla modella Katelyn Rosaasen). Nel video appare per la prima volta il bassista Phoenix, tornato nei Linkin Park a novembre 2000. Inoltre è possibile vedere Shinoda suonare la chitarra elettrica, sebbene nella versione in studio tutte le parti di chitarra siano state eseguite dal solo Brad Delson.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche dei Linkin Park.

CD promozionale (Europa, Stati Uniti)
  1. Crawling – 3:29
CD promozionale (Brasile)
  1. Crawling – 3:29
  2. In the End – 3:36
  3. Crawling (Video) – 3:36
CD promozionale (Giappone)
  1. Crawling – 3:29
  2. One Step Closer – 2:35
CD singolo (Europa), MC (Regno Unito)
  1. Crawling – 3:31
  2. Papercut (Live from the BBC) – 3:08
CD maxi-singolo (Europa)
  1. Crawling – 3:31
  2. Papercut (Live from the BBC) – 3:08
  3. Backstage Video Footage (Video) – 9:55
DVD (Australia, Germania, Giappone, Regno Unito)
  1. Crawling (Live Video) – 3:31
  2. Crawling (Album Version) – 3:31 – audio
  3. 4x30 Second Live Video Snippets – 2:00

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Hanno partecipato alle registrazioni, secondo le note di copertina di Hybrid Theory:[11]

Gruppo
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001-17) Posizione
massima
Australia[12] 33
Austria[12] 8
Belgio (Fiandre)[12] 25
Francia[13] 106
Germania[12] 14
Irlanda 16
Nuova Zelanda[12] 37
Paesi Bassi[12] 45
Regno Unito[14] 16
Regno Unito (rock & metal)[15] 2
Stati Uniti[16] 79
Stati Uniti (alternative)[16] 5
Stati Uniti (mainstream rock)[16] 3
Stati Uniti (rock & alternative)[16] 8
Svezia[12] 27
Svizzera[12] 43
Ungheria[17] 30

Versione di One More Light Live[modifica | modifica wikitesto]

Crawling
singolo discografico
ArtistaLinkin Park
Pubblicazione15 novembre 2017
Durata3:29
Album di provenienzaOne More Light Live
GenereMusica acustica
EtichettaWarner Bros., Machine Shop
Registrazione2017, One More Light World Tour
FormatiDownload digitale, streaming
Linkin Park - cronologia
Singolo precedente
(2017)
Singolo successivo
(2017)

Il 15 novembre 2017 i Linkin Park hanno pubblicato una versione dal vivo di Crawling come primo singolo estratto dal terzo album dal vivo One More Light Live.

Questa versione differisce da quella originale in quanto è stata eseguita dai soli Bennington alla voce e Shinoda al pianoforte.[18] Inizialmente distribuito digitalmente, il singolo è stato diffuso anche nelle stazioni radiofoniche a partire dal 24 dello stesso mese.[19]

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video, diretto da Mark Fiore e girato in bianco e nero, è stato reso disponibile il 4 dicembre 2017 attraverso il canale YouTube del gruppo.[20]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Crawling (One More Light Live) – 3:29

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Hanno partecipato alle registrazioni, secondo le note di copertina di One More Light Live:[21]

Gruppo
Produzione

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Crawling (certificazione), su FIMI. URL consultato il 22 ottobre 2018.
  2. ^ (DE) Linkin Park - Crawling – Gold & Platin, su IFPI Austria. URL consultato il 25 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Linkin Park - Crawling – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 5 settembre 2017.
  4. ^ (EN) Crawling, su British Phonographic Industry. URL consultato il 18 marzo 2023.
  5. ^ (EN) Crawling, su Linkin Park. URL consultato il 1º agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2014).
  6. ^ (EN) Past Winners Search, su Grammy Award. URL consultato il 19 gennaio 2013.
  7. ^ (EN) Note di copertina di Underground Eleven, Linkin Park, Machine Shop Recordings, 2011.
  8. ^ (EN) Anna Hyclak, Linkin Park's Bennington Discusses His Drug Addiction, su Spin, 17 luglio 2009. URL consultato il 10 agosto 2017.
    «Bennington added that "Crawling", Linkin Park's 2000 mega-hit, "is about feeling like I had no control over myself in terms of drugs and alcohol."»
  9. ^ (EN) I Coldplay hanno suonato 'Crawling' per ricordare Chester Bennington, su Rolling Stone Italia, 2 agosto 2017. URL consultato il 10 agosto 2017.
  10. ^ (EN) Brittany Vincent, BMTH's Oli Sykes explains lip-sync mix-up at Chester Bennington tribute, su Alternative Press, 28 ottobre 2017. URL consultato il 18 marzo 2018.
  11. ^ (EN) Note di copertina di Hybrid Theory, Linkin Park, Warner Bros. Records, 9362-47755-2, CD, 24 ottobre 2000.
  12. ^ a b c d e f g h (EN) Linkin Park - Crawling, su Ultratop. URL consultato il 21 maggio 2013.
  13. ^ (FR) Le Top de la semaine : Top Singles Téléchargés: Semain du 28 Juillet, su Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 30 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2017).
  14. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 15 April 2001 - 21 April 2001, su Official Charts Company. URL consultato il 21 maggio 2013.
  15. ^ (EN) Official Rock & Metal Singles Chart Top 40: 15 April 2001 - 21 April 2001, su Official Charts Company. URL consultato il 21 maggio 2013.
  16. ^ a b c d (EN) Linkin Park – Chart history, su Billboard. URL consultato il 29 novembre 2021. Cliccare sulla freccia all'interno della casella nera per visualizzare le varie classifiche.
  17. ^ (EN) Single (track) Top 40 lista: 2017. 07. 21. - 2017. 07. 27, su Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 10 agosto 2017.
  18. ^ (EN) Joe DiVita, Watch Linkin Park's Stripped Down Live Performance of 'Crawling' Off 'One More Light: Live' Album, su Loudwire, 4 dicembre 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  19. ^ Gabriel Mompellio, Linkin Park - Crawling (Radio Date: 24-11-2017), su EarOne, 21 novembre 2017. URL consultato il 1º novembre 2022.
  20. ^ (EN) Allison Stubblebine, Linkin Park Unveil Haunting 'Crawling' Video From 'One More Light Live', su Billboard, 4 dicembre 2017. URL consultato l'8 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) Note di copertina di One More Light Live, Linkin Park, Warner Bros. Records, 9362-49079-2, CD, 15 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal