Grey Daze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grey Daze
Chester Bennington 1994.png
Il frontman Chester Bennington in concerto con i Grey Daze nel 1994
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereGrunge
Rock alternativo
Periodo di attività musicale1993 – 2001
2017
2019 – in attività
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

I Grey Daze sono un gruppo musicale grunge/rock alternativo formatosi nel 1993 a Phoenix.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo venne fondato nel 1993 da Chester Bennington e da Sean Dowdell in seguito allo scioglimento del precedente gruppo Sean Dowdell and His Friends?. Al gruppo si aggiunsero anche Jason Barnes e Jonathan Krause, rispettivamente nei ruoli di chitarrista e bassista. Successivamente Barnes lasciò il gruppo e venne sostituito da Bobby Benish.

Nel 1994 pubblicarono il primo album in studio Wake Me; negli anni seguenti Krause lasciò il gruppo e fu sostituito da Mace Beyers. Con il nuovo arrivato i Grey Daze pubblicarono ...No Sun Today, uscito nel 1997.

L'anno successivo nacquero alcuni diverbi tra Dowdell e Bennington, concludendosi con l'abbandono da parte di quest'ultimo e di Beyers. Successivamente Bennington venne contattato da Jeff Blue per entrare negli Hybrid Theory (i futuri Linkin Park) mentre Beyers continuò a partecipare con vari gruppi, registrando diversi album. Dowdell decise di rimpiazzare Bennington e Beyers rispettivamente con Jodi Wendt e Dave Sardegna. Con questa nuova formazione il gruppo mantenne per circa sei mesi il nome Grey Daze, prima di cambiarlo in Waterface[1] e successivamente, nel 2001, sciogliersi definitivamente.[2]

Il 7 settembre 2002 Chester Bennington tentò di riunire i Grey Daze in onore del chitarrista Bobby Benish,[3] affetto da un tumore al cervello in seguito ad un incidente stradale, ma il progetto venne annullato a causa degli impegni di Bennington con i Linkin Park per le registrazioni di Meteora.[1] Sfortunatamente Benish morì nell'ottobre del 2004.[1]

Il 26 giugno 2017 il gruppo ha annunciato il proprio ritorno con la formazione originale, rivelando di esibirsi il 23 settembre presso il The Marquee di Tempe.[4] L'evento è stato tuttavia annullato a causa del suicidio di Bennington, avvenuto il 20 luglio dello stesso anno.[5] Per omaggiare la memoria del cantante, il 2 settembre dello stesso anno Beyers e Downdell hanno tenuto un concerto speciale a Las Vegas insieme a Ryan Shuck e Amir Derakh dei Dead by Sunrise, altro gruppo in cui militò Bennington.[6]

Agli inizi del 2019 i Grey Daze sono entrati in studio di registrazione per incidere nuovamente alcuni brani dei due album insieme a vari collaboratori, come Brian "Head" Welch and James "Munky" Shaffer dei Korn, Chris Traynor dei Bush e Jamie Bennington, figlio di Chester.[7] Nel mese di giugno dello stesso anno sono stati coinvolti anche LP, Brennen Dowdell e Draven Sebastian Bennington come ospiti speciali per alcuni brani inediti.[8]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale
  • Mace Beyers – basso (1995-1998, 2017, 2019-presente)
  • Sean Dowdell – batteria (1993-2001, 2017, 2019-presente)
Ex componenti
  • Steve Mitchell – chitarra (1993)
  • Jonathan Krause – basso (1993-1995)
  • Bobby Benish – chitarra (1994-2001)
  • Jodi Wendt – voce (1998-2001)
  • Dave Sardegna – basso (1998-2001)
  • Jason Barnes – chitarra (1993-1994, 2017)
  • Chester Benningtonvoce (1993-1998, 2017)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) The Grey Daze Story, Linkin Park Live. URL consultato il 21 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2012).
  2. ^ (EN) Waterface, su greydaze.clan.su. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) Chester Bennington Live: 07.09.2002, Linkin Park Live. URL consultato il 9 gennaio 2012.
  4. ^ Filmato audio Grey Daze, GREY DAZE 20 Reunion Concert, su YouTube, 26 giugno 2017. URL consultato il 28 giugno 2017.
  5. ^ (EN) Linkin Park's Chester Bennington Committed Suicide: Report, Billboard. URL consultato il 20 luglio 2017.
  6. ^ (EN) CHESTER BENNINGTON's Bandmates Pay Tribute To Late LINKIN PARK Singer With Acoustic Performance: Video, Photos, Blabbermouth.net, 3 settembre 2017. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  7. ^ (EN) Greg Kennelty, Chester Bennington's First Band Recruits His Son & Members Of KORN For Re-Recording Old Material, Metal Injection, 13 febbraio 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) LP joins Grey Daze in a studio for their tribute album, LP Blog Official, 6 giugno 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock