Brad Delson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brad Delson
Linkin Park-Rock im Park 2014- by 2eight 3SC0285.jpg
Brad Delson in concerto con i Linkin Park nel 2014
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo[1][2]
Nu metal[3][4]
Rap metal[5][6]
Rap rock[3]
Alternative metal[3]
Rock elettronico[7][8]
Periodo di attività musicale1996 – in attività
Strumentochitarra, basso, tastiera, campionatore, percussioni, voce
EtichettaWarner Bros., Machine Shop
Gruppo attualeLinkin Park
Gruppi precedentiRelative Degree, The Pricks
Album pubblicati13
Studio8 (6 + 2 remix)
Live2
Raccolte3
Sito ufficiale

Bradford Phillip Delson (Los Angeles, 1º dicembre 1977) è un chitarrista e produttore discografico statunitense, membro e cofondatore del gruppo musicale Linkin Park.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini ebraiche, Delson ha trascorso i suoi primi anni nel sobborgo losangelino di Agoura. Ispirato da Guns N' Roses, Metallica, Deftones, Duran Duran, Dave Matthews Band e Sunny Day Real Estate, Delson iniziò ben presto a studiare chitarra. Durante l'esperienza liceale, Delson fece parte di un gruppo chiamato Relative Degree insieme al batterista Rob Bourdon. Il gruppo si sciolse dopo solo un concerto.

Durante lo stesso anno terminò gli studi alla Agoura High School e iniziò a frequentare il college dal 1996 al 2000, dove ottenne la laurea all'UCLA con specializzazione in Comunicazione; in seguito rinunciò agli studi di giurisprudenza, per proseguire la sua carriera musicale.[9] Durante gli studi universitari, Delson militò in un gruppo chiamato The Pricks, nella quale era presente anche il suo compagno di stanza e bassista Phoenix.[10] All'epoca si diede il soprannome di "Big Bad Brad" e iniziò a firmarsi con "BBB".

Il 16 settembre 2003 Delson si è sposato con Elisa Sara Boren, dalla quale ha avuto il figlio Jonah Taylor.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Linkin Park.

Sempre nel 1996, Delson fondò gli Xero insieme a Bourdon e a Mike Shinoda e nell'anno seguente si aggregarono Mark Wakefield, Phoenix e Joe Hahn.

Durante il college, Delson ebbe l'occasione di lavorare con Jeff Blue, il quale stava allora lavorando con i Matchbox 20 e con Macy Gray. Delson parlò a Blue del suo gruppo, e lo convinse con l'ascolto di alcuni demo. È stato Blue a trovare il cantante dei Linkin Park, Chester Bennington che sostituì Wakefield nel 1998.

Nel 2005 Delson e Joe Hahn collaborarono ad alcune tracce di The Rising Tied, primo album del progetto solista avviato da Shinoda denominato Fort Minor.

Delson e Shinoda sono anche alla guida della Machine Shop Recordings, etichetta discografica fondata nel 2002 che ha prodotto i lavori di artisti come Holly Brook e Styles of Beyond, nonché tutte le pubblicazioni dei Linkin Park da Reanimation (2002).

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Linkin Park.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Linkin Park Biography, ArtistDirect.com. URL consultato il 25 aprile 2013.
  2. ^ Linkin Park revews, music, news, Sputnikmusic.com. URL consultato il 25 aprile 2013.
  3. ^ a b c (EN) Linkin Park, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 25 aprile 2013.
  4. ^ Riccardo Bertoncelli, Cris Thellung, Ventiquattromila dischi, novembre 2006, p. 691, ISBN 88-6018-151-8.
  5. ^ Linkin Park shuns rap-metal roots on new album, Reuters.com, 8 aprile 2007. URL consultato il 25 aprile 2013.
  6. ^ Linkin Park, Guardian.co.uk. URL consultato il 25 aprile 2013.
  7. ^ Linkin Park - Living Things, Musicreview.co.za, 20 giugno 2012. URL consultato il 25 aprile 2013.
  8. ^ Linkin Park Blends Rock And Electronic Music In Tour Opener, Blabbermouth.net, 24 gennaio 2011. URL consultato il 25 aprile 2013.
  9. ^ (EN) Brad Delson, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 22 aprile 2014.
  10. ^ (EN) U. Arizona: INTERVIEW: Linkin Park guitarist discusses highs of rock stardom, Accessmylibrary.com, 17 aprile 2003. URL consultato il 22 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN84965754