Ciclofosfamide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Ciclofosfamide
Cyclophosphamide Enantiomers V.1.svg
Cyclophosphamide-3D-balls.png
Nome IUPAC
(RS)-N,N-bis(2-cloroetil)-1,3,2-ossazafosfinan-2-amina 2-ossido
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C7H15Cl2O2N2P
Massa molecolare (u) 261.086 g/mol
Numero CAS 50-18-0
Numero EINECS 200-015-4
Codice ATC L01AA01
PubChem 2907
DrugBank DB00531
SMILES ClCCN(CCCl)P1(=O)NCCCO1
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Orale
Intravenosa
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 75% orale
Legame proteico >60%
Metabolismo Epatico
Emivita Dalle 3 alle 12 ore
Escrezione Renale
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine

pericolo

Frasi H 301 - 350
Consigli P 201 - 301+310 - 308+313 [1]

La ciclofosfamide è un agente chemioterapico alchilante biscloroetileaminico in grado di interferire con il ciclo cellulare di cellule in attiva fase di crescita o a riposo.

Farmacocinetica e farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

La ciclofosfamide può essere assunta per via orale o per via parenterale. È un profarmaco inattivo fino alla conversione da parte di un'ossidasi epatica P450 dipendente in 4-idrossiciclofosfamide (metabolita attivo). Questo composto può essere ulteriormente trasformato in 4-chetociclofosfamide, principale metabolita inattivo. La 4-idrossiciclofosfamide è inoltre in equilibrio con un altro composto, ugualmente attivo, chiamato aldofosfamide, catabolizzata in carbossifosfamide (inattiva) attraverso l'aldeide ossidasi mitocondriale. L'aldofosfamide viene dunque trasportata dal torrente ematico nei tessuti sani e neoplastici dove, per scissione non enzimatica, si trasforma in acroleina e fosforamide mostarda, due agenti citotossici.

I vari composti attivi e citotossici esplicano la loro azione legandosi all'azoto 7 e all'ossigeno 6 della guanina e in misura minore all'adenina (azoto 1 e 3) e alla citosina (azoto 3). La guanina alchilata perde affinità per la citosina e tende a legarsi con la timina formando coppie aberranti; il sistema di riparazione cellulare porta dunque all'escissione della guanina (depurinazione) con conseguenti alterazioni genomiche che innescano l'apoptosi. Questi composti sono inoltre in grado di interagire con il desossiribosio e i fosfati che costituiscono l'impalcatura del DNA.

Impiego clinico[modifica | modifica wikitesto]

La ciclofosfamide è l'agente alchilante più diffusamente utilizzato. Benché possieda attività antineoplastica e venga spesso utilizzato quindi per la cura dei tumori (particolarmente efficace risulta nelle forme di cancro che coinvolgono il sistema immunitario), trova il suo maggiore impiego nelle malattie autoimmuni come potentissimo farmaco immunosoppressore. Viene infatti utilizzato per

A dosi elevate (più di 120 mg/kg in infusione endovenosa per diversi giorni) può essere inoltre in grado di indurre tolleranza specifica verso nuovi antigeni.

La ciclofosfamide è stata sperimentata anche nella cura della sclerosi laterale amiotrofica.[3]

Tossicità[modifica | modifica wikitesto]

Gli effetti avversi più comuni associati con l'impiego di ciclofosfamide sono

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 23.05.2014, riferita al monoidrato
  2. ^ H. Greten, F. Rinninger, T. Greten (2010). Innere Medizin, Thieme, p.1131.
  3. ^ Trattamento con ciclofosfamide e trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche: le ultime news

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brunton, Lazo, Parker, Goodman & Gilman - Le basi farmacologiche della terapia 11/ed, McGraw Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3911-1.
  • Bertram G. Katzung, Farmacologia generale e clinica, Padova, Piccin, 2006, ISBN 88-299-1804-0.
  • British National Formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, Agenzia Italiana del Farmaco, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina