Emocromo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Macchinario per l'analisi automatica (contaglobuli)

L'emocromo, abbreviazione comunemente usata per "esame emocromocitometrico"[1] (termine composto sulle parole greche haima: sangue, khroma: colore, kytos: cellula, e metron: misura, etimologicamente riferite al colore e alla quantità delle cellule del sangue), è un esame di laboratorio completo del sangue, che determina la quantità dei globuli (leucociti o globuli bianchi, eritrociti o globuli rossi, e trombociti o piastrine), i livelli dell'ematocrito (HCT), e dell'emoglobina (Hb), nonché diversi altri parametri del sangue. È anche detto emogramma.

In inglese l'esame è detto complete blood count (CBC): "conta completa del sangue", in francese hémogramme e in spagnolo hemograma o biometría hemática ("biometria ematica").

Esame[modifica | modifica wikitesto]

Il campione di sangue necessario (pochi millilitri) viene prelevato attraverso un ago inserito in una vena superficiale di un braccio. Il sangue prelevato viene conservato a temperatura ambiente in una provetta contenente un anticoagulante (EDTA, citrato, ecc.). Successivamente viene trasportato al laboratorio di analisi e analizzato con un macchinario elettronico chiamato contaglobuli che può funzionare sia manualmente che automaticamente. Tramite un sistema di vuoto aspira il sangue dalle provette mandandolo in tre diverse camere dove verranno contati, con un sistema impedenziometrico, due volte i diversi componenti del sangue (RBC - globuli rossi, WBC - globuli bianchi, PLT e basofili). La media aritmetica delle due conte darà il valore finale, il tutto in poche decine di secondi.

Parametri principali dell'emocromo o emogramma[modifica | modifica wikitesto]

Sul referto vengono indicati i valori riscontrati nell'analisi del campione con accanto l'intervallo di riferimento, ossia l'intervallo di valori normali per il sesso, l'età e la strumentazione usata. Molti farmaci possono modificare il numero delle cellule ematiche.

Parametro Sigla e descrizione Valori di riferimento Difetto Eccesso
Globuli bianchi WBC (White Blood Cells): il numero di GB per µL o mm³ di sangue. 4.500 - 8.500[2] leucopenia leucocitosi
Globuli rossi RBC (Red Blood Cells): il numero di GR per µL o mm³ di sangue. 4.500.000 - 5.900.000

(uomo)

4.000.000 - 5.500.000

(donna)

anemia poliglobulia o eritrocitosi
Emoglobina Hb (Hemoglobin): la quantità in grammi di Hb presente in un L o in un dL di sangue. 13 - 17,5 g/dL (uomo)

12 - 15,5 g/dL (donna)

anemia
Ematocrito Ht (Hematocrit): la percentuale del volume del sangue che è occupato dagli eritrociti. 40 - 48 (uomo)

36 - 47 (donna)

anemia poliglobulia
Volume corpuscolare medio MCV (Mean Corpuscular Volume): il volume medio dei globuli rossi.(Ht/RBC) 80 - 100 fL[3] microcitosi macrocitosi
Contenuto cellulare medio di emoglobina MCH (Mean Corpuscular Hemoglobin): la quantità media di emoglobina in ogni globulo rosso.(Hb/RBC) 25 - 35 pg[3] anemia ipocromica
Concentrazione cellulare media di emoglobina MCHC (Mean Corpuscular Hemoglobin Concentration): la concentrazione media di emoglobina in 1dL di globuli rossi.(MCH/MCV = Hb/Ht) 31 - 37%[3]
Ampiezza della distribuzione eritrocitaria RDW (Red cells Dispersion Width): l'ampiezza della distribuzione del volume dei GR attorno al suo valore medio. 11,5 - 14,5%[2]
Reticolociti Percentuale (%) di reticolociti circolanti nel sangue. I reticolociti sono i precursori degli eritrociti maturi. 0.5 - 2,0 reticolocitosi
Piastrine PLTS (Platelets): il numero di piastrine presenti nel campione esaminato per mm³. 150.000 - 400.000[2] piastrinopenia o trombocitopenia piastrinosi o trombocitosi
Volume piastrinico medio MPV (Mean platelet Volume): il volume medio delle piastrine. 9,9 - 15,7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emocromo, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ a b c C. Boari, L. Macori, Emocromo: guida rapida all'interpretazione ragionata, Padova, Piccin, 2001, ISBN 88-299-1533-5.
  3. ^ a b c MedlinePlus Medical Encyclopedia: RBC indices, nlm.nih.gov. URL consultato il 28 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina