Tour de France 1922

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francia Tour de France 1922
Tour de France 1922.png
Il percorso
Edizione 16ª
Data 25 giugno - 23 luglio
Partenza Parigi
Arrivo Parigi
Percorso 5 372 km, 15 tappe
Tempo 222h08'06"
Media 24,488 km/h
Classifica finale
Primo Belgio Firmin Lambot
Secondo Francia Jean Alavoine
Terzo Belgio Félix Sellier
Cronologia
Edizione precedente
Tour de France 1921
Edizione successiva
Tour de France 1923

Il Tour de France 1922, sedicesima edizione della Grande Boucle, si svolse in quindici tappe tra il 25 giugno e il 23 luglio 1922, per un percorso totale di 5 372 km. Fu vinto per la seconda ed ultima volta (dopo il successo nell'edizione del 1919) dal belga Firmin Lambot (al terzo ed ultimo podio della carriera al Tour). Si trattò della settima vittoria (peraltro consecutiva) ottenuta da un corridore del Belgio: questa striscia di vittorie consecutive al Tour da parte di corridori di una stessa nazione rappresenta tuttora un primato imbattuto.

Lambot terminò in 222h08'06", davanti al francese Jean Alavoine (secondo classificato e per la quarta volta e ultima volta sul podio di Parigi dopo un altro secondo posto e due terzi) e al connazionale Félix Sellier (al primo e unico podio della carriera alla Grande Boucle in qualità di terzo classificato).


Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
25 giugno Parigi > Le Havre 388 Francia Robert Jacquinot Francia Robert Jacquinot
27 giugno Le Havre > Cherbourg 364 Francia Romain Bellenger Francia Robert Jacquinot
29 giugno Cherbourg > Brest 405 Francia Robert Jacquinot Francia Robert Jacquinot
1º luglio Brest > Les Sables-d'Olonne 412 Belgio Philippe Thys Francia Eugène Christophe
3 luglio Les Sables-d'Olonne > Bayonne 482 Francia Jean Alavoine Francia Eugène Christophe
5 luglio Bayonne > Luchon 326 Francia Jean Alavoine Francia Eugène Christophe
7 luglio Luchon > Perpignano 323 Francia Jean Alavoine Francia Jean Alavoine
9 luglio Perpignano > Toulon 411 Belgio Philippe Thys Francia Jean Alavoine
11 luglio Toulon > Nizza 284 Belgio Philippe Thys Francia Jean Alavoine
10ª 13 luglio Nizza > Briançon 274 Belgio Philippe Thys Francia Jean Alavoine
11ª 15 luglio Briançon > Ginevra (CHE) 260 Belgio Émile Masson Francia Jean Alavoine
12ª 17 luglio Ginevra (CHE) > Strasburgo 371 Belgio Émile Masson Belgio Hector Heusghem
13ª 19 luglio Strasburgo > Metz 300 Italia Federico Gay Belgio Firmin Lambot
14ª 21 luglio Metz > Dunkerque 432 Belgio Félix Sellier Belgio Firmin Lambot
15ª 23 luglio Dunkerque > Parigi 325 Belgio Philippe Thys Belgio Firmin Lambot
Totale 5 372

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

La partenza avvenne dal Luna Park di Parigi con arrivo finale al Parco dei Principi.

Inizialmente fu il francese Eugène Christophe a conquistare la maglia gialla, dopo aver vinto tre tappe consecutive, ma nella settima frazione ruppe la forcella sulla discesa del Galibier arrivando con 3 ore e 30 minuti dal vincitore Jean Alavoine. Quest'ultimo riuscì nell'impresa di aggiudicarsi le tre tappe pirenaiche consecutivamente, conquistando così la maglia gialla, ma perdendola al termine dell'undicesima dopo una serie di ritardi accumulati a causa di una serie di forature nelle due tappe precedenti, a vantaggio di Hector Heusghem. Fu poi il belga Firmin Lambot a indossare la maglia gialla al termine della tredicesima tappa, portandola fino a Parigi. Nelle due edizioni del Tour da lui vinte, Lambot indossò solo in tre tappe il simbolo del primato.

Firmin Lambot fu il terzo corridore della storia a vincere almeno due edizioni del Tour de France dopo Lucien Petit-Breton e Philippe Thys (quest'ultimo ne aveva già vinti tre). A differenza di Petit-Breton e dei primi due Tour di Thys, Lambot non vinse due edizioni consecutive.

Per il vincitore fu il terzo e ultimo podio in carriera nella Grande Boucle, dopo un'altra vittoria nell'edizione del 1919 e un terzo posto in quella del 1920. Per lui si trattò anche dell'ottava edizione consecutiva del Tour conclusa a Parigi (di cui le ultime sei sempre entro la top-ten della classifica generale). Parteciperà anche ai due Tour successivi ma, contrariamente ai precedenti, non arriverà a Parigi a causa di due ritiri.

Jean Alavoine, soprannominato Le Gars Jean, non riuscì mai a vincere la corsa a tappe francese nonostante quattro podi: arrivò terzo nel 1909 e nel 1914; fu secondo nei Tour 1919 e 1922, sempre alle spalle di Firmin Lambot. Tra la prima e la quarta e ultima volta sul podio di Alavoine erano trascorsi ben tredici anni.

Al Tour 1922 parteciparono 120 corridori divisi in due classi, la prima classe di 25 corridori e la seconda di 95, dei quali 38 giunsero a Parigi. Philippe Thys fu il corridore che vinse il maggior numero di tappe in questa edizione del Tour: cinque su un totale di quindici frazioni.

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Firmin Lambot A 222h06'06"
2 Francia Jean Alavoine A a 41'15"
3 Belgio Félix Sellier A a 42'02"
4 Belgio Hector Heusghem A a 43'56"
5 Belgio Victor Lanaers A a 45'32"
6 Belgio Hector Tiberghien A a 1h21'35"
7 Belgio Léon Despontin A a 2h24'29"
8 Francia Eugène Christophe A a 3h25'39"
9 Belgio Jean Rossius A a 3h26'06"
10 Italia Federico Gay A a 3h51'59"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo