Renault R31

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renault R31
Nick Heidfeld 2011 Malaysia FP1.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Renault F1
Categoria Formula 1
Squadra Lotus Renault GP
Progettata da James Allison
Sostituisce Renault R30
Sostituita da Lotus E20
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in fibra di carbonio
Motore Renault RS27-2011 V8
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5100 mm
Larghezza 1800 mm
Altezza 950 mm
Peso 640 kg
Altro
Carburante Total S.A.
Pneumatici Pirelli
Avversarie Vetture di Formula 1 2011
Risultati sportivi
Debutto Australia Gran Premio d'Australia 2011
Piloti n. 9 Germania Nick Heidfeld
n. 10 Brasile Bruno Senna


n. 10 Russia Vitalij Petrov

Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
19 0 0 0

La Renault R31 è una vettura di Formula 1 con cui il team Lotus-Renault affronta il campionato 2011. La vettura è stata presentata il 31 gennaio 2011 presso il Circuito Ricardo Tormo di Valencia, in Spagna. Da questa stagione la Renault non ha più partecipazione azionaria nel team, che ha modificato il suo nome con l'arrivo dello sponsor Lotus Cars.[1] Da quest'anno la scuderia corre con licenza britannica.[2]

La coppia di piloti titolari è, inizialmente, confermata rispetto al 2010: il polacco Robert Kubica e il russo Vitalij Petrov. Poi Nick Heidfeld ha sostituito Robert Kubica.

Livrea[modifica | modifica sorgente]

La livrea della vettura è nera con inserti oro. Tale scelta è fatta per ricordare quella utilizzata della Lotus negli anni ottanta, con lo sponsor John Player Special. Alcuni hanno affermato che tale colorazione, ricordando quella di un pacchetto di sigarette, potrebbe incorrere nella violazione delle leggi anti-tabacco del Canada, e quindi non avrebbe potuto non essere usata nel gran premio di quel Paese.[3] Tuttavia, dopo una serie di incontri con il Ministero della sanità del Québec è stata confermata la livrea adottata in tutti gli altri gran premi.[4]

Spiccano sugli alettoni le bande rosse con il nome della Total.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Campionato mondiale di Formula 1 2011#Modifiche al regolamento.

L'aspetto aerodinamico della vettura presenta un'evoluzione della R30, legata anche all'introduzione delle nuove norme tecniche che vietano doppio diffusore e condotto F-duct, manovrato dal pilota.

Si nota un musetto posto più in alto e più affilato. Anche le pance laterali risultano più rastremate. Dal punto di vista tecnico si nota l'adozione di sospensioni pull-rod, che nella stagione 2010 furono una delle principali caratteristiche della vincente Red Bull RB6.

Gli pneumatici, come per le altre monoposto, sono forniti in questa stagione dalla Pirelli, e non più dalla Bridgestone.

Piloti[modifica | modifica sorgente]

Ai due piloti titolari si affiancano beh 5 piloti collaudatori: Fairuz Fauzy, che nel 2010 aveva svolto tale funzione alla Lotus Racing, partecipando anche a qualche sessione di prove libre del venerdì;[5] i confermati Ho-Pin Tung e Jan Charouz; inoltre vengono assunti nello stesso ruolo anche Bruno Senna, impegnato nel 2010 con l'HRT e Romain Grosjean, vincitore dell'Auto GP 2010, con all'attivo già 7 gran premi in F1, nel 2009, sempre con la Renault.[6]

Il 6 febbraio 2011, uno dei piloti titolari, Robert Kubica è vittima di un grave incidente nel corso di un rally disputato ad Andora, in provincia di Savona.[7] Le ferite riportate mettono in dubbio la sua partecipazione al mondiale.[8]

La scuderia ingaggia quale tester, nel frattempo, Nick Heidfeld, che nel 2010 aveva svolto i primi test per la Pirelli, ed era stato poi chiamato dalla Sauber al posto di Pedro de la Rosa per gli ultimi 5 gran premi stagionali.[9] Heidfeld viene poi confermato quale pilota titolare

Nel Gran Premio del Belgio Bruno Senna è pilota titolare al posto di Nick Heidfeld.[10] È stato annunciato che Senna sarà pilota titolare anche nel successivo Gran Premio di Monza.[11] Heidfeld ha avviato una causa legale contro la decisione del suo team.[12] Successivamente è stato annunciato che Bruno Senna prenderà il posto del tedesco fino al termine della stagione.[13]

Scheda tecnica[modifica | modifica sorgente]

Stagione 2011[modifica | modifica sorgente]

Test[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Test F1 2010-2011.

Il 1º febbraio, primo giorno di test sul Circuito di Valencia la vettura viene provata da Petrov, con qualche noia tecnica.[14] Il giorno seguente è stato il turno di Robert Kubica, che ha percorso 104 giri, col quinto miglior tempo.[15] Il giorno seguente, l'ultimo dei giorni di test, il polacco fa segnare addirittura il miglior tempo della tre giorni di test.[16]

Nei test svolti sul Circuito di Jerez (10-13 febbraio) oltre a Petrov (i primi due giorni), hanno testato la vettura anche Nick Heidfeld e Bruno Senna. Il tedesco il terzo giorno ha fatto segnare il tempo migliore.[17]

Nei primi test svolti sul Circuito di Barcellona la vettura nella prima giornata ha sofferto per dei problemi al KERS,[18] mentre il giorno seguente, risolto il problema, Heidfeld ha chiuso quinto.[19] I tempi sono stati poi confermati nelle rimanenti giornate di test.

Nella sessione di marzo di Barcellona il primo giorno Petrov ha chiuso col terzo tempo e Heidfeld col quinto,[20] mentre anche il giorno successivo il russo ha confermato il terzo tempo.[21] Heidfeld ha fatto segnare ancora il quarto tempo nel quarto giorno.[22]

Campionato[modifica | modifica sorgente]

Nelle prime due gare del campionato la vettura ottiene due terzi posti: con Petrov in Australia e Heidfeld in Malesia. In questo gran premio il russo è autore di un pericoloso incidente, con la vettura che esce di pista, sobbalza su una cunetta, e ricade a terra con tale violenza da staccare lo sterzo.

Col prosieguo del campionato la vettura si dimostra meno competitiva, pur continuando ad andare a punti con regolarità, tanto da scivolare al quinto posto nella classifica dei costruttori. Nel Gran Premio d'Ungheria la vettura di Nick Heidfeld è costretta al ritiro per un principio d'incendio dovuto a un dado finito sotto la monoposto che provoca attrito.

La casa si classifica quinta nel mondiale costruttori.

Risultati F1[modifica | modifica sorgente]

(Legenda) (I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro più veloce)

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Turkey.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
2011 Lotus Renault Renault RS27 2.4 V8 P Germania Heidfeld 12 3 12 7 8 8 Rit 10 8 Rit Rit 73
Russia Petrov 3 17 9 8 11 Rit 5 12 12 10 12 9 Rit 17 9 Rit 11 13 10
Brasile B. Senna SP 13 9 15 16 13 12 16 17
Francia Grosjean SP SP

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) Genii propriétaire de 100 % de l’équipe Renault in motorsport.nextgen-auto.com, 19-1-2011. URL consultato il 19-1-2011.
  2. ^ Roberto Ferrari, Lotus Renault correrà con licenza inglese in f1grandprix.motorionline.com, 17-1-2011. URL consultato il 17-1-2011.
  3. ^ La nuova livrea Lotus-Renault potrebbe andare contro la legge canadese? in f1grandprix.motorionline.com, 18-1-2011. URL consultato il 31-1-2011.
  4. ^ La livrea Renault dichiarata legale in Canada in gpupdate.net, 6-6-2011. URL consultato l'8-6-2011.
  5. ^ Fauzy tester della Lotus Renault-Nasce la LRGP Academy per giovani piloti in italiaracing.net, 19-1-2011. URL consultato il 19-1-2011.
  6. ^ Anche Grosjean e Senna tra le riserve Lotus Renault in omnicorse.it, 31-1-2011. URL consultato il 31-1-2011.
  7. ^ Grave incidente per Robert Kubica in infomotori.com, 6-2-2011. URL consultato il 9-2-2011.
  8. ^ Vincenzo Bonanno, Kubica, quanti nomi per la successione in 422race.com, 9-2-2011. URL consultato il 9-2-2011.
  9. ^ Lotus Renault chiama Heidfeld e Senna in italiaracing.net, 9-2-2011. URL consultato il 10-2-2011.
  10. ^ Renault conferma Senna, appiedato Heidfeld in italiaracing.net, 24-8-2011. URL consultato il 25-8-2011.
  11. ^ Senna anche a Monza e oltre, italiaracing.net, 25-8-2011. URL consultato il 26-8-2011.
  12. ^ Renault, azione legale di Heidfeld contro il team di F1, f1grandprix.motorionline.com, 25-8-2011. URL consultato il 26-8-2011.
  13. ^ F1, Lotus Renault conferma Bruno Senna, ansa.it, 2-9-2011. URL consultato il 2-9-2011.
  14. ^ Massimo Costa, Valencia - 1º giorno-Vettel lascia il segno in italiaracing.net, 1-2-2011. URL consultato il 9-2-2011.
  15. ^ Massimo Costa, Valencia - 2º giorno-Ferrari leader, debutta, male, la Lotus in italiaracing.net, 2-2-2011. URL consultato il 9-2-2011.
  16. ^ Massimo Costa, Valencia - 3º giorno-Kubica e Lotus Renault al top in italiaracing.net, 3-2-2011. URL consultato il 9-2-2011.
  17. ^ Massimo Costa, Test a Jerez - 3º giorno-Heidfeld primo con Lotus Renault in italiaracing.net, 12-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  18. ^ Massimo Costa, Test a Barcellona - 1º giorno:La Red Bull scopre le carte in italiaracing.net, 18-2-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  19. ^ Massimo Costa, Test a Barcellona - 2º giorno:Vettel e Red Bull spaventano in italiaracing.net, 19-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  20. ^ Barcellona, 1º giorno: Webber da pole-Valsecchi impressiona con la Lotus in italiaracing.net, 8-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  21. ^ Test a Barcellona, 2º giorno:Vettel ok, Toro Rosso super in italiaracing.net, 9-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.
  22. ^ Test a Barcellona - 4º giorno:La Mercedes alza la voce in italiaracing.net, 11-3-2011. URL consultato il 2-5-2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]