Ferdinando Coppola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferdinando Coppola
Nando Coppola.jpg
Coppola nel 2009
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188[1] cm
Peso 86[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Bologna Bologna
Carriera
Giovanili
 ?-1998 Napoli Napoli
Squadre di club1
1996-2000 Napoli Napoli 22 (-34)
2000-2003 Bologna Bologna 0 (-0)
2003-2004 Ascoli Ascoli 1 (-1)
2004 Reggina Reggina 2 (-2)
2004-2006 Ascoli Ascoli 66 (-86)[2]
2006 Milan Milan 0 (-0)
2006-2007 Piacenza Piacenza 42 (-50)
2007-2010 Atalanta Atalanta 68 (-95)
2010 Milan Milan 0 (-0)
2010-2011 Siena Siena 40 (-34)
2011-2012 Torino Torino 22 (-13)
2012-2013 Milan Milan 0 (-0)
2013 Torino Torino 1 (-2)
2013-2014 Milan Milan 0 (-0)
2014- Bologna Bologna 5 (-4)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 settembre 2014

Ferdinando Coppola (Napoli, 10 giugno 1978) è un calciatore italiano, portiere del Bologna.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Napoli, esordisce in Serie A il 16 maggio 1998, a 20 anni, in occasione della partita giocata allo Stadio San Paolo contro il Bari (2-2).[3] Viene subito notato dal commissario tecnico della Nazionale Italiana Under-21 Marco Tardelli, che lo convoca in vista dell'amichevole contro la Scozia del 23 maggio 1998;[4] Coppola, tuttavia, non scende in campo nella vittoria di Castel di Sangro per 4-0.[5] Nella stagione successiva, in Serie B, è il terzo portiere della squadra partenopea e disputa le ultime 2 gare di campionato.

La definitiva consacrazione arriva poco dopo l'inizio del girone di ritorno della stagione successiva: partito come vice di Alessio Bandieri, a causa di alcune incertezze di quest'ultimo viene schierato come titolare dall'allenatore Walter Novellino.[6]

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

L'anno dopo, in massima serie con Zdeněk Zeman in panchina, è ancora il titolare, pur non godendo della piena fiducia di società e allenatore, che caldeggiano l'acquisto di un altro portiere.[7][8][9] Dopo la sconfitta interna per 5-1 contro il Bologna del 22 ottobre 2000, nella quale commette numerosi errori,[10] viene ceduto in prestito proprio alla squadra emiliana, alla ricerca di una riserva di Gianluca Pagliuca.[11] La società rossoblu lo acquista definitivamente l'anno seguente, facendolo rimanere in rosa per altre due stagioni, tutte in Serie A, ma sempre come secondo portiere, con Coppola che viene schierato solamente nelle gare di Coppa Italia.

Ascoli e prestito alla Reggina[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2003 passa a parametro zero all'Ascoli, in Serie B,[12] ma a causa di un infortunio nel precampionato si ritrova nuovamente nel ruolo di secondo portiere e a gennaio viene ceduto in prestito con diritto di riscatto alla Reggina, in Serie A.[13]

L'anno seguente la squadra amaranto decide di non esercitare il diritto di opzione e Coppola torna ad Ascoli, dove parte inizialmente come riserva, guadagnando il ruolo di numero 1 a metà campionato. In questa stagione gioca 28 partite in campionato, che vede la società bianconera promossa a tavolino in Serie A,[14] e 2 nei play-off. Nella stagione 2005-2006 disputa quindi la sua prima stagione da titolare in massima serie, scendendo in campo in tutte le 38 partite di campionato.[15]

Milan e prestito al Piacenza[modifica | modifica wikitesto]

L'ottima stagione[16] lo porta, nell'estate del 2006, a essere acquistato dal Milan a parametro zero,[17] che gli offre un contratto triennale fino al 30 giugno 2009.[18] Ciò nonostante, il 22 agosto dello stesso anno, pur di giocare con continuità, accetta il trasferimento in prestito al Piacenza, in Serie B, in cerca di un nuovo portiere dopo l'infortunio di Mario Cassano.[19] Con la maglia biancorossa gioca tutti i match di campionato,[20] in cui il Piacenza si classifica al quarto posto; tuttavia non prende parte ai play-off, che in questa stagione non si sono disputati a causa dell'eccessivo distacco tra la terza classificata, il Genoa, e la quarta, il Piacenza appunto.

A fine stagione torna al Milan per fine prestito.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 giugno 2007 viene acquistato in prestito dall'Atalanta,[21] in Serie A. Esordisce in maglia nerazzurra il 26 agosto seguente, in occasione della trasferta di Reggio Calabria contro la Reggina, sua ex squadra, che vede gli orobici pareggiare per 1-1.[22] Con la società bergamasca ottiene il record di essere stato l'unico calciatore, in quel campionato, ad aver disputato tutte le 38 partite senza aver mai saltato un minuto.[23][24]

Il 16 giugno 2008 l'Atalanta preleva la metà del cartellino del giocatore dal Milan,[25][26] a fronte di un importo di 750.000 euro.[27] All'inizio del girone di ritorno della stagione in corso, dopo alcune prestazioni poco convincenti, perde il posto da titolare, con il tecnico Luigi Delneri che gli preferisce Andrea Consigli,[28] interrompendo una striscia di oltre 140 presenze consecutive del calciatore napoletano.

Nella stagione successiva rimane il vice di Consigli, collezionando 8 presenze in campionato e 1 in Coppa Italia.[29]

Ritorno al Milan e parentesi a Siena e Torino[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione il Milan riscatta la compartecipazione[30] per 200.000 euro[31] e cede il portiere classe 1978 in prestito al Siena, in Serie B.[32]

Debutta con la maglia bianconera il 22 agosto 2010, nel corso del match valevole per la prima giornata di campionato giocato allo Stadio Adriatico contro il Pescara (1-1).[33] Con la società toscana gioca in totale 42 partite, di cui 2 in Coppa Italia,[34] contribuendo alla promozione in Serie A della squadra.

Al termine del campionato fa ritorno al Milan, che lo cede ancora in prestito, questa volta al Torino,[35] sempre in Serie B. In maglia granata debutta il 27 agosto 2011, sempre contro una sua ex squadra, questa volta l'Ascoli, in occasione della trasferta del De Luca vinta per 2-1.[36] Con la società torinese gioca 24 partite da titolare tra campionato e Coppa Italia,[37] terminando anzitempo la sua stagione il 22 gennaio 2012, quando, nel corso del match esterno contro il Cittadella, si scontra fortuitamente con il compagno di squadra Valerio Di Cesare, riportando una distorsione del ginocchio sinistro con rottura del legamento crociato anteriore e del legamento collaterale mediale.[38]

Scaduto il prestito ritorna al Milan. Il 9 dicembre 2012, dopo aver scontato la squalifica di quattro mesi impostagli dal TNAS in merito all'inchiesta calcioscommesse,[39] viene convocato per la prima volta dall'allenatore Massimiliano Allegri, in vista del match esterno proprio contro il Torino.[40] Il 31 gennaio 2013, tuttavia, ritorna al Torino, che lo acquista a titolo definitivo[41] con un contratto semestrale.[42] Dopo aver disputato solo l'ultima giornata di campionato contro il Catania,[43] il 1º luglio rimane svincolato e il 19 agosto 2013 firma un nuovo contratto con il Milan,[44] scegliendo di indossare la maglia numero 35.[45]

Ritorno al Bologna[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2014 viene ceduto a titolo definitivo al Bologna, appena retrocesso in Serie B, ritornando in rossoblù dopo undici anni[46].

Coinvolgimento nell'inchiesta calcioscommesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiamato in causa nell'inchiesta del calcioscommesse, il 26 luglio 2012 viene deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo[47] in riguardo alla partita AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011.[48] Il 1º agosto 2012 Palazzi richiede per lui una squalifica pari a 3 anni e 6 mesi[49] ma il 10 agosto seguente, in primo grado, la Commissione Disciplinare lo condanna a 6 mesi di squalifica (reato derubricato da illecito sportivo a omessa denuncia).[50] Il 22 agosto, in secondo grado, gli viene confermata la squalifica,[51] mentre il TNAS, ultimo livello di giudizio sportivo, la riduce a quattro mesi, permettendo il rientro del calciatore l'8 dicembre.[39]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 settembre 2014.[3]

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe continentali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1996-1997 Italia Napoli A 0 -0 CI 0 -0 - - - 0 -0
1997-1998 A 1 -2 CI 0 -0 - - - 1 -2
1998-1999 B 2 -2 CI 0 -0 - - - 2 -2
1999-2000 B 16 -20 CI 1 -1 - - - 17 -21
ago.-ott. 2000 A 3 -10 CI 2 -1 - - - 5 -11
Totale Napoli 22 -34 3 -2 - - 25 -36
ott. 2000-2001 Italia Bologna A 0 -0 CI - - - - - 0 -0
2001-2002 A 0 -0 CI 4 -6 - - - 4 -6
2002-2003 A 0 -0 CI 2 -3 Int 0 -0 2 -3
2003-gen. 2004 Italia Ascoli B 1 -1 CI 1 -2 - - - 2 -3
gen.-giu. 2004 Italia Reggina A 2 -2 CI - - - - - 2 -2
2004-2005 Italia Ascoli B 28+2[52] -33 + -3[52] CI 0 -0 - - - 30 -36
2005-2006 A 38 -53 CI 2 -2 - - - 40 -55
Totale Ascoli 67+2 -87 + -3 3 -4 - - 72 -94
2006-2007 Italia Piacenza B 42 -50 CI 1 -2 - - - 43 -52
2007-2008 Italia Atalanta A 38 -56 CI 0 -0 - - - 38 -56
2008-2009 A 22 -27 CI 1 -1 - - - 23 -28
2009-2010 A 8 -12 CI 1 -1 - - - 9 -13
Totale Atalanta 68 -95 2 -2 - - 70 -97
2010-2011 Italia Siena B 40 -34 CI 2 -3 - - - 42 -37
2011-2012 Italia Torino B 22 -13 CI 2 -1 - - - 24 -14
2012-gen. 2013 Italia Milan A 0 -0 CI 0 -0 UCL[53] - - 0 -0
gen.-giu. 2013 Italia Torino A 1 -2 CI - - - - - 1 -2
Totale Torino 23 -15 2 -1 - - 25 -16
2013-2014 Italia Milan A 0 -0 CI 0 -0 UCL 0 -0 0 -0
Totale Milan 0 -0 0 -0 0 -0 0 -0
2014-2015 Italia Bologna B 5 -4 CI 1 -2 - - - 6 -6
Totale Bologna[54] 5 -4 7 -11 0 -0 12 -15
Totale carriera 269+2 -321 + -3 20 -25 0 -0 291 -349

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 35 Ferdinando Coppola - Portiere, bolognafc.it. URL consultato il 16 agosto 2014.
  2. ^ 68 (-89) se si comprendono anche i play-off.
  3. ^ a b Ferdinando Coppola, sport.sky.it. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  4. ^ Convocazioni e presenze in campo, figc.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  5. ^ Vincono gli azzurrini, Rai Sport, 23 maggio 1998. URL consultato il 17 agosto 2013.
  6. ^ Marco Azzi, Bandieri escluso, in porta Coppola, la Repubblica, 21 febbraio 2000. URL consultato il 17 agosto 2013.
  7. ^ Fabrizio Cappella, Il portiere che non c'è, la Repubblica, 16 luglio 2000. URL consultato il 17 agosto 2013.
  8. ^ Angelo Carotenuto, Napoli col rebus portiere, la Repubblica, 6 settembre 2000. URL consultato il 17 agosto 2013.
  9. ^ Marco Azzi, Polveriera Soccavo, la squadra si processa, 16 agosto 2013, 20 ottobre 2000.
  10. ^ Emilio Marrese, Napoli umiliato dal Bologna, la Repubblica, 23 ottobre 2000. URL consultato il 17 agosto 2013.
  11. ^ Valentina Desalvo, Piacere, Coppola ma non sono quello che ha preso 5 gol, la Repubblica, 26 ottobre 2000. URL consultato il 17 agosto 2013.
  12. ^ Daniele Felicetti, Ascoli, tante novità!, tuttomercatoweb.com, 13 luglio 2003. URL consultato il 17 agosto 2013.
  13. ^ Coppola dall'Ascoli alla Reggina, tuttomercatoweb.com, 1º febbraio 2004. URL consultato il 7 ottobre 2011.
  14. ^ Fulvio Bianchi, Messina in A, Torino condannato, la Repubblica, 10 agosto 2005. URL consultato il 17 agosto 2013.
  15. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 05/06, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  16. ^ Milan, dopo l'infortunio di Gabriel torna lo svincolato Coppola, La Gazzetta dello Sport, 16 agosto 2013. URL consultato il 17 agosto 2013.
  17. ^ Christian Seu, Milan, è rivoluzione portieri, tuttomercatoweb.com, 20 giugno 2006. URL consultato il 17 agosto 2013.
  18. ^ Christian Seu, Ascoli, Handanovic o Scarpi per il dopo-Coppola, tuttomercatoweb.com, 5 maggio 2006. URL consultato il 17 agosto 2013.
  19. ^ Christian Seu, Ufficiale: colpo Piacenza, arriva Coppola, tuttomercatoweb.com, 22 agosto 2006. URL consultato il 17 agosto 2013.
  20. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 06/07, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  21. ^ Francesco Letizia, Ufficiale: Nando Coppola in prestito all'Atalanta, tuttomercatoweb.com, 29 giugno 2007. URL consultato il 17 agosto 2013.
  22. ^ Reggina 1 - 1 Atalanta, legaseriea.it, 26 agosto 2007. URL consultato il 17 agosto 2013.
  23. ^ Coppola Ferdinando, ilportiere.com. URL consultato il 17 agosto 2013.
  24. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 07/08, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  25. ^ Filippo Di Chiara, Cigarini: c' è il Genoa Atalanta-Coppola sì, La Gazzetta dello Sport, 4 giugno 2008. URL consultato il 17 agosto 2013.
  26. ^ Ferdinando Coppola, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  27. ^ Relazioni e bilancio al 31 dicembre 2008 – Gruppo Milan (PDF), acmilan.com, 24 aprile 2009, p. 53. URL consultato il 17 agosto 2013.
  28. ^ Minimo sforzo massimo risultato. L'Atalanta batte il Catania, la Repubblica, 1º febbraio 2009. URL consultato il 17 agosto 2013.
  29. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 09/10, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  30. ^ Risoluzione accordi di partecipazione (PDF), legaseriea.it. URL consultato il 20 agosto 2013.
  31. ^ Relazioni e bilancio al 31 dicembre 2010 – Gruppo Milan (PDF), acmilan.com, 20 aprile 2011. URL consultato il 17 agosto 2013.
  32. ^ Ufficiale: Coppola in prestito al Siena, tuttomercatoweb.com, 30 giugno 2010. URL consultato il 7 ottobre 2011.
  33. ^ Pescara 1 - 1 Siena, legaserieb.it, 22 agosto 2010. URL consultato il 17 agosto 2013.
  34. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 10/11, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  35. ^ Giulia Borletto, Ufficiale: Coppola è il nuovo portiere del Torino, tuttomercatoweb.com, 1º luglio 2011. URL consultato il 17 agosto 2013.
  36. ^ Ascoli 1 - 2 Torino, legaserieb.it, 27 agosto 2011. URL consultato il 17 agosto 2013.
  37. ^ Ferdinando Coppola – Statistiche stagione in corso 11/12, transfermarkt.it. URL consultato il 17 agosto 2013.
  38. ^ Torino, per il portiere Coppola è stagione finita, tuttomercatoweb.com, 23 gennaio 2012. URL consultato il 17 agosto 2013.
  39. ^ a b TNAS: Ferdinando Coppola/FIGC, la squalifica termina l'8 dicembre, coni.it, 22 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012.
  40. ^ Torino-Milan: i 22 convocati rossoneri, acmilan.com, 9 dicembre 2012. URL consultato il 17 agosto 2013.
  41. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 31 gennaio 2013. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  42. ^ Ufficiale: torna Nando Coppola, toronews.net, 31 gennaio 2013. URL consultato il 17 agosto 2013.
  43. ^ Torino 2 - 2 Catania, legaseriea.it, 19 maggio 2013. URL consultato il 17 agosto 2013.
  44. ^ Matteo Calcagni, Ufficiale: Coppola è un giocatore del Milan, milannews.it, 19 agosto 2013. URL consultato il 19 agosto 2013.
  45. ^ PSV-Milan: i 21 convocati rossoneri, acmilan.com, 19 agosto 2013. URL consultato il 19 agosto 2013.
  46. ^ Coppola al Bologna, Bolognafc.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  47. ^ Scommesse: Conte evita l'illecito, Sport Mediaset, 26 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  48. ^ Deferiti 13 club e 45 tesserati, La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2012, p. 32.
  49. ^ Scommesse: Conte, si fa dura, Sport Mediaset, 1º agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012.
  50. ^ Calcioscommesse, tutte le sanzioni, Il Messaggero, 10 agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012.
  51. ^ Scommesse: Conte, nessuno sconto, Sport Mediaset, 22 agosto 2012. URL consultato il 22 agosto 2012.
  52. ^ a b Play-off.
  53. ^ Non inserito nella lista UEFA.
  54. ^ Coppola Ferdinando, bolognafc.it. URL consultato l'11 dicembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]