BioWare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BioWare Corp.
Logo
Stato Canada Canada
Tipo Azienda privata
Fondazione 1995
Sede principale Edmonton
Filiali Austin
Persone chiave
Settore Software
Prodotti
Fatturato Green Arrow Up.svg $17.482 milioni DC (2004)
Dipendenti ~800 (2012)[1]
Sito web www.bioware.com
« L'obiettivo di BioWare è di creare i migliori giochi del mondo basati sullo sviluppo di una storia »
(Greg Zeschuk e Ray Muzyka - BioWare Corp.)

BioWare Corp. è una software house canadese specializzata nel creare videogiochi per computer e console ed è divenuta famosa per videogiochi di ruolo di successo come Baldur's Gate, Neverwinter Nights, Star Wars: Knights of the Old Republic e, più recentemente, Mass Effect e Dragon Age: Origins.

Attualmente, Muzyka e Zeschuk sono rispettivamente amministratore delegato (CEO) e Presidente di BioWare, mentre Yip ha lasciato la compagnia all'inizio del 1997 per tornare alla medicina.

Storia[modifica | modifica sorgente]

BioWare è stata fondata a Edmonton nel febbraio 1995 dai Ray Muzyka, Greg Zeschuk e Augustine Yip che si erano laureati assieme in medicina alla University of Alberta. Utilizzando le nozioni base di programmazione apprese all'università e 100.000 dollari di loro fondi accumulati con i successi medici hanno dato inizio alla vita dell'azienda.

Il loro primo gioco, Shattered Steel, è stato rilasciato nel 1996 ed era un gioco basato sui combattimenti tra mech; rilasciato da Interplay Entertainment. Il gioco fu un discreto successo.

Sempre più interessati allo sviluppo di giochi di ruolo, nel 1998 pubblicano Baldur's Gate che si rivela un grande successo si tra pubblico che critica, ricevendo voti come 9,4/10 (IGN)[2] e vendendo oltre 2 milioni di copie, rivaleggiando con Diablo. Nel 2000 BioWare rilascia Baldur's Gate II: Shadows of Amn che ripete lo stesso successo del primo capitolo.

Dopo 2 anni BioWare si lancia sul progetto di Neverwinter Nights, che in origine doveva essere pubblicato da Interplay Entertainment ma a causa dei problemi finanziari di quest'ultima (già iniziati nel lontano 1998) il gioco fu pubblicato da Infogrames.

Nel novembre 2005 Bioware e Pandemic Studios si sono unite (pur mantenendo i loro marchi) e sono passate sotto il controllo di VG Holding Corp, una società nella quale ha investito anche un fondo privato (Elevation Partners). Il 12 ottobre 2007 Elevation Partners ha venduto VG Holding Corp a Electronic Arts per 860 milioni di dollari.[3]

Nel 2007, BioWare poi sviluppa il primo capitolo di quella che diventerà la sua saga di successo più nota: Mass Effect. Nel 2009 sviluppa anche Dragon Age: Origins.

Il 18 settembre 2012 Ray Muzyka e Greg Zeschuk hanno annunciato di voler lasciare la società e l'intero mondo dell'industria videoludica per dedicarsi ad altri interessi. La notizia è stata confermata ufficialmente dal sito internet di BioWare Corp.

È la serie Mass Effect il prodotto di maggior successo, con circa 11,5 milioni di copie vendute, contro i quasi 7 milioni di Dragon Age, i 5 milioni di Baldur's Gate e i quasi 3 milioni di Neverwinter Nights[senza fonte].

Giochi sviluppati[modifica | modifica sorgente]

Giochi che usano motori grafici Bioware[modifica | modifica sorgente]

Motori grafici[modifica | modifica sorgente]

Bioware creò l'Infinity Engine, un motore grafico usato come componente base per lo sviluppo di videogiochi di ruolo, con grafica 2D e prospettiva isometrica, in alcune ambientazioni di Dungeons & Dragons, come le serie Baldur's Gate e Icewind Dale. Per il gioco Neverwinter Nights, lanciato nel 2002, Bioware ha sviluppato l'Aurora Engine, base per alcuni videogiochi di ruolo 3D per computer e console.

Neverwinter Nights è accompagnato da un numero di tools che permettono agli utenti di creare le proprie avventure da giocare in singolo e multiplayer. I tools, basati sull'Aurora Engine, sono stati adattati per molte forme di gameplay e narrazione, con migliaia di moduli professionali e amatoriali disponibili su vari siti, alcuni in vendita. Neverwinter Nights è stato un esempio pionieristico di contenuti di gioco creati da utenti e supportati commercialmente, distribuiti attraverso internet.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ BioWare on RPG Success, Old Republic, Natal and More
  2. ^ Baldur's Gate, IGN, PC
  3. ^ Electronic Arts acquisisce BioWare/Pandemic, Hardware Upgrade, 12 ottobre 2007. URL consultato il 12 ottobre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]