Star Wars: Knights of the Old Republic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la serie a fumetti, vedi Knights of the Old Republic.
Star Wars: Knights of the Old Republic
KotOR-Screenshot.jpg
Immagine del videogioco
Sviluppo BioWare
Pubblicazione LucasArts
Data di pubblicazione 15 luglio 2003 Xbox
novembre 2003 Windows
Genere Videogioco di ruolo
Tema Guerre stellari
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox, Mac OS X
Distribuzione digitale Mac App Store
Motore grafico Odissey engine
Requisiti di sistema CPU 1 GHz, 128 MB RAM,
Acceleratore 3D con 32 MB
Periferiche di input Mouse, Tastiera
Seguito da Star Wars: Knights of the Old Republic II: The Sith Lords

Star Wars: Knights of the Old Republic (KotOR) è un videogioco per computer di tipo RPG sviluppato da BioWare e pubblicato da LucasArts. Il gioco è stato rilasciato per la Xbox di Microsoft il 15 luglio 2003, per PC con Microsoft Windows il 19 novembre 2003, e in seguito per Mac OS X. Lo slogan del gioco è "Choose your path" ("scegli il tuo destino").

KotOR è il primo gioco di ruolo ambientato nell'universo di Guerre stellari. Il gioco permette al giocatore di essere sia buono (lato chiaro) che cattivo (lato oscuro) usando un sistema di allineamento che registra le azioni, dalla semplice scelta delle parole a scelte importanti per la trama, basato su quale dei due percorsi il giocatore sta seguendo.

Il sistema del gioco è basato sul sistema sviluppato da Wizards of the Coast chiamato Star Wars Roleplaying Game, il quale è basato a sua volta sul sistema d20 derivato dalla terza edizione delle regole di Dungeons & Dragons. Il sistema di combattimento è a turni, in tempo semi-reale. Il numero di azioni che i combattenti possono compiere ad ogni turno è limitato. Anche se la durata di ogni turno è fissata intorno a un certo intervallo di tempo reale, il giocatore può impostare il sistema per mettersi in pausa quando accadono eventi specifici o alla fine di ogni round.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Knights of the Old Republic introduce il giocatore nell'universo di Guerre stellari, in un periodo stabilito attorno al 3.956 BBY, circa 4.000 anni prima degli eventi accaduti nel film Una nuova speranza. La storia inizia su una nave della Repubblica, la Endar Spire, che cade in un'imboscata dei Sith Fighter in orbita attorno al pianeta Taris. Sfuggendo alla distruzione della nave, il giocatore e Carth Onasi atterrano sul pianeta a bordo di un guscio di salvataggio. La loro prima priorità è di trovare Bastila Shan, una giovane Jedi che stava accompagnando i due sulla Endar Spire e che conosce il raro potere della Forza della Meditazione da battaglia. Un anno prima Bastila aveva usato questo potere per assalire la nave del Signore Oscuro dei Sith Darth Revan; nella confusione l'apprendista di Revan, Darth Malak, attaccò la nave di Revan e uccidendolo prese il suo posto come capo supremo dei Sith. Malak ora cerca Bastila perché teme i suoi poteri, per distruggerla o per usarla come arma contro la Repubblica.

Il personaggio del giocatore è un maschio/femmina (in base alla scelta del giocatore), che fugge dalla Endar Spire con il compagno Carth Onasi. La loro scialuppa si schianta nella città superiore di Taris dove iniziano la ricerca di Bastila. Il salvataggio di Bastila permette loro di lasciare il pianeta momenti prima che venga distrutto dalla flotta Sith. I compagni giungono su Dantooine dove il giocatore impara a conoscere la Forza e diventa uno Jedi. Il Consiglio Jedi dà ai compagni una missione che implica la ricerca di alcune mappe stellari che serviranno a trovare le coordinate esatte di una arma potente chiamata Star Forge, che permette di produrre una quantità infinita di navi spaziali. Nel mezzo della missione, un confronto faccia a faccia tra Malak e il giocatore rivela che il giocatore stesso è in realtà Revan, il vecchio Signore Oscuro, che aveva perso la memoria dopo il tradimento del suo allievo. Durante questo imprevisto Bastila viene catturata e convertita al Lato Oscuro.

Dopo aver trovato tutti gli indizi, il giocatore viaggia verso il mondo sconosciuto di Rakata Prime dove la Ebon Hawk si schianta. Il giocatore incontra difficoltà nelle relazione con la popolazione nativa, ma al termine riesce a raggiungere il tempio sacro, dove Bastila è in attesa a sua insaputa. Sul tempio si deve compiere una scelta che riguarda se rimanere con i propri compagni (percorso del Lato Chiaro), per distruggere la Star Forge e sconfiggere la minaccia dei Sith, oppure unirsi a Bastila (percorso del Lato Oscuro), e prendere il posto di Darth Malak come Signore Oscuro. Nel canone di Guerre stellari riguardante l'universo espanso, la LucasArts ha stabilito che la storia segue il percorso del Lato Chiaro. Quale che sia la scelta del giocatore, Revan abbandona la Galassia per dirigersi verso le Regioni Ignote, con lo scopo di distruggere l'impero dei veri Sith.

Azione di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si basa su una combinazione di dialoghi, enigmi e combattimenti in comune stile GDR. Le azioni di combattimento sono svolte a turni, ed il gioco viene messo in pausa al presentarsi di una situazione di combattimento: questa accortezza permette al giocatore di accumulare un massimo di cinque azioni in una coda specifica. Si può disporre di armi bianche, pistole, armi pesanti, granate, mine ed ovviamente spade laser, che qui sono potenziabili. È possibile cambiare il colore della lama tramite un cristallo principale, mentre due cristalli secondari garantiscono caratteristiche aggiuntive. Il colore della lama indica l'appartenenza a una classe Jedi.

Classi iniziali del giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Sono impostabili durante la creazione del personaggio.

  • Soldato ha una maggiore capacità in combattimento e maggiore resistenza
  • Esploratore ha un bilanciamento tra combattimento e resistenza
  • Canaglia ha un maggior numero di caratteristiche spendibili

Classi di prestigio del giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Sono impostabili quando il giocatore raggiunge Dantooine e giunge dinanzi al Consiglio Jedi.

  • Guardiano Jedi ha una elevata capacità in combattimento e molta resistenza
  • Sentinella Jedi ha un bilanciamento tra le capacità e buone abilità nella Forza
  • Console Jedi ha ottime abilità nella Forza con minore resistenza

Le specifiche di ogni singola classe di prestigio[1] sono:

Classe colore lama pt. vita/livello pt. forza/livello progressione
abilità caratteristiche
Guardiano Jedi blu 10 4 lenta rapida
Sentinella Jedi giallo 8 6 media lenta
Console Jedi verde 6 8 lenta lenta

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi giocabili ovvero l'equipaggio della Ebon Hawk[modifica | modifica wikitesto]

  • Protagonista

Il nostro alter ego virtuale, personalizzabile all'inizio del gioco, impostando sesso, aspetto fisico (principalmente il volto) e la classe.

Nome Classe Attore/Voce
Bastila Shan Sentinella Jedi Jennifer Hale
Carth Onasi Soldato Raphael Sbarge
Canderous Ordo Soldato John Cygan
HK-47 Droide Assassino Kristoffer Tabori
Jolee Bindo Console Jedi Kevin Michael Richardson
Juhani Guardiano Jedi Courtenay Taylor
Mission Vao Canaglia Cat Taber
T3-M4 Droide
Trask Ulgo Soldato
Zaalbar Esploratore

Personaggi non giocabili più importanti[modifica | modifica wikitesto]

Nome Classe Attore/Voce
Darth Malak Guardiano Jedi/Signore Oscuro Rafael Ferrer

Altri personaggi meno importanti[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi visitabili[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è stato generalmente considerato dalla critica specializzata come un ottimo prodotto. KotOR ha vinto numerosi premi, tra cui il Game Developers Choice Awards come miglior gioco dell'anno, il premio BAFTA Games Awards come miglior gioco per Xbox, Interactive Achievement Awards come migliore videogioco di ruolo per console e per computer ed è stato nominato come Pezzo di Platino della Xbox.[2] Molta parte della critica ha accolto KotOR addirittura con entusiasmo. KotOR è stato riconosciuto come gioco dell'anno da diverse fonti tra cui IGN, Gamespot, Computer Gaming World, PC Gamer, GMR Magazine, The Game Developers Choice Awards, Xbox Magazine, e G4.[3]

Nel Game Developers Choice Awards del 2004, HK-47 è stato dichiarato come personaggio vincitore della categoria "Original Game Character of the Year".[4] Nel 2007, una sequenza o evento all'interno del gioco è stato premiato con il secondo posto nella classifica dei primi dieci colpi di scena nel mondo dei videogiochi.[5]

Il Los Angeles Times ha dichiarato che Knights of the Old Republic è uno dei lavori più importanti e influenti nella saga di Guerre stellari e nel suo universo espanso.[6]

Contenuti tagliati[modifica | modifica wikitesto]

Alcune parti del gioco sono state tagliate o riscritte a causa di vari motivi (mancanza di tempo, incoerenze nella storia, ecc...). Non compromettono comunque la solidità della trama.

  • Il pianeta vulcanico Sleheyron[7]
  • Una estensione della missione su Taris riguardante le Swoop Bike, nella quale si deve visitare un secondo livello della base Vulkar e il giocatore deve mascherarsi come Vulkar per infiltrarsi.
  • Un finale alternativo per il giocatore femminile del Lato Oscuro, nel quale si può scegliere di uccidere Bastila Shan e morire assieme a Carth Onasi sulla Star Forge.
  • Deadeye Duncan si mostra su Manaan dopo il disastro di Taris per chiedere al giocatore di usare il nome "Misterioso Straniero" usato dal giocatore per i combattimenti nell'arena (questo è disponibile come mod sviluppato da terze parti).
  • La possibilità di comprare parti per la moto Swoop. Sul tracciato di Tatooine, quando il giocatore parla con Nico, può chiedere informazioni riguardo a un posto da cui comprare parti per la moto. Lo sviluppatore Bioware ha lasciato il dialogo erroneamente.
  • Belaya, una Jedi amica di Juhani, sarebbe dovuta essere uccisa sulla nave Leviathan nel caso il giocatore avesse scelto di tenere Juhani nel gruppo.
  • Così come per altre configurazioni del gruppo, se Juhani e Canderous facevano parte del gruppo avrebbero dovuto parlare in un dialogo riguardante la invasione Mandaloriana di Cathar.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. manuale di gioco italiano, p. 39.
  2. ^ Critica
  3. ^ Platinum Hits: Adventure/Role-Playing Games (RPGs)
  4. ^ Inside the 2004 Game Developers Conference - Event Coverage
  5. ^ Game Informer, rivista #168, aprile 2007
  6. ^ Knights of the Old Republic su Los Angeles Times
  7. ^ spiegazione di uno degli sviluppatori

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]