Ashley Judd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ashley Judd nel 2012

Ashley Judd, il cui nome di nascita è Ashley Tyler Ciminella (Granada Hills, 19 aprile 1968), è un'attrice statunitense.

È ben conosciuta per i ruoli da protagonista ottenuti in alcuni thriller come Il collezionista (Kiss the Girls), Colpevole d'innocenza (Double Jeopardy) e High Crimes - Crimini di stato (High Crimes).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

La Judd nasce a Granada Hills, in California da Michael Ciminella Jr., un analista di marketing italo-americano (di origine siciliana) dell'industria delle corse dei cavalli, e Naomi Judd, una conosciuta cantante country; aveva una sorellastra, Wynonna Judd, anche lei cantante country. Quando nacque, sua madre lavorava come infermiera, e non sarebbe divenuta una cantante insieme alla figlia sino ai primi anni ottanta. I genitori della Judd divorziarono nel 1972, e nel 1974, sua madre la fece tornare in Kentucky, suo luogo di nascita, dove la Judd crebbe in povertà: spesso mancava l'acqua corrente, l'elettricità o il telefono.[1]

La Judd venne cresciuta sotto l'insegnamento religioso della madre, e trascorse dodici anni a scuola prima del college. Per un breve periodo provò a sfondare nel mondo delle sfilate in Giappone. A scuola era eccellente in francese, mentre non andava bene in antropologia, storia dell'arte, teatro e nelle materie prettamente femminili. Passò un semestre studiando in Francia: il trasferimento che compì venne rispecchiato nel suo ruolo nella serie televisiva Sisters.

Era nell'UK Honors Program e venne eletta al rango di Phi Beta Kappa, ma non si laureò con la sua classe[2] lasciando così presto l'università e andando in cerca di una carriera da attrice ad Hollywood, dove studiò con un noto insegnante di recitazione, Robert Carnegie, alla Playhouse West. Durante questo periodo, lavorava come cameriera al ristorante "The Ivy" e viveva in una casa compratale dalla sorella a Malibù, in California: questa bruciò durante l'incendio di Malibù.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

La Judd iniziò a recitare in televisione, e apparve nel ruolo del guardiamarina Robin Lefler, un ufficiale della Flotta Stellare, in due episodi datati 1991 della serie TV Star Trek: The Next Generation. Dal 1991 al 1994, recitò nel ruolo di Reed, la figlia di Alex (Swoosie Kurtz), nella serie TV della NBC Sisters. Il suo debutto cinematografico avvenne nel 1992, con Poliziotto in blue jeans, mentre il primo ruolo da protagonista le fu assegnato nel 1993 con Ruby in paradiso. Ebbe anche un piccolo ruolo in Assassini nati di Oliver Stone, del 1994, ma le scene in cui era presente vennero completamente tagliate al montaggio. Guadagnò critiche positiva per il suo ruolo in Smoke del 1995 e Heat - La sfida di Michael Mann. Interpretò inoltre il ruolo di Callie nell'oscuro racconto di Philip Ridley, The passion of darkly noon. Nel 1996 interpreta Marilyn Monroe nel film tv Norma Jean & Marilyn dove appare completamente nuda.

Dalla fine degli anni novanta, la Judd ha mostrato di avere successo come attrice protagonista, dopo i successi ottenuti con diversi thriller tra cui Il collezionista del 1997, Colpevole d'innocenza del 1999. Altre sue pellicole come Qualcuno come te ed High Crimes, ricevettero critiche non entusiaste e scarsi incassi al botteghino[3] nonostante abbia ricevuto i complimenti per la sua performance nella biografia di Cole Porter nel film De-Lovely; al contrario, il suo collega sul set, Kevin Kline ha ricevuto critiche piuttosto negative. Al momento è il volto di American Beauty, una compagnia di bellezza di Estée Lauder e del gioielliere H. Stern.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Ashley Judd

Durante gli anni novanta, la Judd ha frequentato il giocatore di baseball Brady Anderson, i cantanti Lyle Lovett e Michael Bolton, e gli attori Matthew McConaughey e Robert De Niro. Si è poi fidanzata con il pilota scozzese di CART, e poi leader del campionato della Indy Racing League, Dario Franchitti, nel dicembre 1999; i due si sono sposati allo Skibo Castle, vicino a Dornoch, in Scozia, il 12 dicembre 2001.

La Judd ha a che fare anche con la pallacanestro; spesso siede durante le partite della Università del Kentucky al fianco di Donna Smith (moglie dell'allenatore inglese Tubby Smith), o nel settore per gli studenti. Nel 2005, scrisse per un giornale locale del Kentucky un articolo riguardante i campionati della NCAA. Su richiesta di suo cugino, posò per un poster indossando solamente una maglietta da hockey: il poster venne venduto per trovare nuovi fondi per la squadra universitaria di hockey su ghiaccio. Pratica anche yoga, le piace cucinare ed è dedita al giardinaggio.

L'attrice è attiva in cause politiche e umanitarie. Venne nominata ambasciatrice globale per la YouthAIDS, una organizzazione internazionale che promuove la prevenzione ed il trattamento dell'AIDS, e tiene eventi pro-bono in tutto il mondo. Il 29 ottobre 2006, la Judd è apparsa ad un evento del Partito Democratico americano in Tennessee a favore del candidato Harold Ford Jr., intitolato "Women for Ford".

Quando risiede a Manhattan, presta servizio presso una chiesa carismatica dei Missionari Battisti. Lei e suo marito trascorrono il loro tempo dividendosi tra la casa in Scozia e la loro fattoria nel Tennessee. Nel febbraio 2006, la Judd è entrata alla clinica privata Shades of Hope di Buffalo, in Texas, apparentemente per problemi di salute: vi è restata per 47 giorni.[4] Si è scoperto dopo che si trovava lì per curare la sua tendenza familiare ai disturbi alimentari, che le hanno causato depressione.[5]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • 1994 Independent Spirit Awards miglior attrice protagonista (Ruby in paradiso)
  • 1996 nomination Emmy Award miglior attrice protagonista film tv (Norma jean & Marilyn)
  • 1997 nomination Golden Globes miglior attrice protagonista film tv (Norma jean & Marilyn)
  • 1999 nomination MTV Movie Awards miglior attrice protagonista (Colpevole d'innocenza)
  • 2005 nomination Golden Globes miglior attrice protagonista in film musicale ( De-Lovely - Così facile da amare)
  • 2012 nomination Emmy Award miglior attrice protagonista miniserie (Missing)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Ashley Judd è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biografia di Ashley Judd su askmen.com, disponibile qui; ultimo accesso il 25 dicembre 2006.
  2. ^ Judith Newman, "We are Family", articolo su "Ladies' Home Journal" del marzo 1998; pagine 152-155 e 213-214.
  3. ^ Articolo "You Be the Judd" su Entertainment Weekly, disponibile qui; ultimo accesso il 26 dicembre 2006.
  4. ^ Articolo "Judd lashes out at eating disorder claims" su contactmusic.com, disponibile qui; ultimo accesso il 26 dicembre 2006.
  5. ^ "Ashley Judd completes rehab", su star-ecentral.com; ultimo accesso il 26 dicembre 2006.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44501444 LCCN: no98050910