Le regole della truffa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le regole della truffa
Le regole della truffa.png
Logo del film
Titolo originale Flypaper
Paese di produzione USA, Germania
Anno 2011
Durata 83 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, commedia
Regia Rob Minkoff
Sceneggiatura Jon Lucas, Scott Moore
Produttore Yoram Barzilai, Mark Damon, Patrick Dempsey, Moshe Diamant, Peter Safran
Casa di produzione Foresight Unlimited, The Safran Company
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Steven Poster
Montaggio Tom Finan
Musiche John Swihart
Scenografia James A. Gelarden, Alec Hammond
Costumi Mona May
Interpreti e personaggi

Le regole della truffa (Flypaper) è un film del 2011 diretto da Rob Minkoff.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un uomo di nome Tripp si trova nel bel mezzo di due rapine che avvengono nello stesso momento nella stessa banca. Una delle bande è formata da tre professionisti, l'altra è composta da due ingenui balordi che si chiamano Peanut Butter e Jelly ("Burro d'arachidi" e "Marmellata"). Tripp cerca disperatamente di proteggere la cassiera Kaitlin della quale è segretamente innamorato. Quando un uomo viene trovato assassinato Tripp intuisce che la faccenda va oltre le due rapine e che c'è molto di più, le due bande negano qualsiasi coinvolgimento mentre tutti cercano di sopravvivere all'infausta condizione.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Gli autori del film hanno anche creato i personaggi del film Una notte da leoni (che nel cast ha come co-protagonista Jeffrey Tambor), mentre il regista è Rob Minkoff, noto per essere stato il co-regista de Il re leone della Walt Disney. Le riprese sono state effettuate a Baton Rouge, in Louisiana, nel giugno del 2010.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito negli USA per un solo fine settimana e soltanto in 2 cinema, incassando poco più di 1.000 dollari.[1] All'estero la pellicola ha incassato solo nel primo fine settimana di programmazione oltre 583.000 dollari.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Weekend grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 27 novembre 2011.
  2. ^ Foreign grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 27 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema