Philip Ridley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Philip Ridley (Londra, 1964) è un pittore, scrittore, sceneggiatore, autore teatrale e cineasta britannico e si autodefinisce "uomo del Rinascimento per l'era multimediale".

Biografia e attività[modifica | modifica wikitesto]

Ridley è nato nel sobborgo orientale di Bethnal Green, dove tuttora vive e lavora.
Artista precoce, crea la sua prima compagnia teatrale a sei anni e scrive il primo libro a sette. Nel frattempo dipinge e tiene la sua prima personale a 14 anni. A 17 si iscrive alla St. Martin’s School, dove studia pittura producendo lavori esposti in tutta Europa e in Giappone. La sua prima performance artistica di rilievo internazionale è la sequenza di disegni in carboncino intitolata “The Epic of Oracle Foster”, dominata da temi oscuri ed inquietanti; uno di questi disegni, “The Black Bird”, che raffigura un uomo che eiaculando produce un uccello nero, è stato esposto presso l'Istituto di Arte Contemporanea (ICA) di Londra. Ridley diventa un caso e raggiunge una certa popolarità ancora da studente. Nel 1987 esordisce anche dietro la macchina da presa, girando i due cortometraggi “Visiting Mr. Beak” e “The Universe of Dermot Finn”.
Nel 1989 scrive “Gli occhi di Mr. Fury”, delicato racconto dalle assonanze gotiche e parabola sulla purezza dell’amore, tradotto in diverse lingue e diventato un piccolo fenomeno di culto. L’anno successivo entra nel vero e proprio circuito della distribuzione cinematografica scrivendo la sceneggiatura di The Krays, diretto dall’anglo-ungherese Peter Medak.
Sempre nel 1990 scrive e dirige un altro lungometraggio, “Riflessi sulla pelle” (titolo originale “The Reflecting Skin”), che lo fa conoscere a critica e pubblico cinematografico e gli vale undici fra premi e riconoscimenti internazionali, tra i quali il leopardo d’argento al Festival di Locarno.
Nel 1995 è la volta di “Sinistre ossessioni” (titolo originale “The Passion of Darkly Noon”), con Brendan Fraser, Ashley Judd e Viggo Mortensen (presente anche in “Riflessi sulla pelle”). Con Darkly Noon, l’inglese Ridley sviluppa quell’acuta poetica sull’America rurale di metà novecento, povera, sinistra, costellata da bizzarri e a volte inquietanti personaggi, che lo ha caratterizzato, quantomeno come cineasta, già da Riflessi sulla pelle.
Oltre a Gli occhi di Mr. Fury, Ridley ha scritto altri due libri per adulti, Crocodilia e Flamingoes in Orbit, sei spettacoli teatrali per adulti (tra i quali Leaves of Glass, rappresentato in prima mondiale al Soho Theatre di Londra nella primavera 2007), più innumerevoli racconti e spettacoli per ragazzi.
Nel 2009 Philip Ridley torna con “Heartless” che appare per la prima volta al “Film4 FrightFest” nel Regno Unito, dove il 21 maggio 2010 viene distribuito nei cinema. Heartless esce sul grande schermo anche in Grecia e negli Stati Uniti. [1]
La sua poliedricità artistica si esprime infine in una florida, seppur non notissima attività fotografica e nel componimento di poesie. Ha inoltre co-scritto, con Nick Bicat, due canzoni presenti nella colonna sonora di Darkly Noon (Who Will Love Me Now, cantata da PJ Harvey, e Look What You’ve Done to my Skin, cantata da Gavin Friday).
Ridley è l’unico artista ad aver ricevuto sia il premio rivelazione per il cinema britannico sia il premio rivelazione per la Drammaturgia, promossi dall’Evening Standard.

Indice delle opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1986 - Embracing Verdi (racconto breve)
  • 1987 - Leviathan (racconto breve)
  • 1988 - Crocodilia (racconto)
  • 1989 - Gli Occhi di Mr. Fury (racconto)
  • 1989 - Mercedes Ice (racconto per ragazzi)
  • 1990 - The Krays (sceneggiatura)
  • 1990 - Riflessi sulla pelle (regia e sceneggiatura)
  • 1990 - Flamingoes in Orbit (racconto a episodi)
  • 1990 - Dakota Of The White Flats (racconto per ragazzi)
  • 1991 - The Pitchfork Disney (opera teatrale)
  • 1991 - Krindlekrax (racconto per ragazzi)
  • 1992 - The Fastest Clock In The Universe (opera teatrale)
  • 1994 - Ghost from a Perfect Place (opera teatrale)
  • 1994 - Meteorite Spoon (racconto per ragazzi)
  • 1995 - The Hooligan's Shampoo (opera teatrale per ragazzi)
  • 1995 - Kasper In The Glitter (racconto per ragazzi)
  • 1995 - Sinistre ossessioni (regia e sceneggiatura)
  • 1996 - Fairytaleheart (opera teatrale per ragazzi)
  • 1996 - Sparkleshark (opera teatrale per ragazzi)
  • 1996 - Alien Heart (racconto breve)
  • 1997 - Scribbleboy (racconto per ragazzi)
  • 1998 - Brokenville (opera teatrale per ragazzi)
  • 1998 - Wonderful Insect (racconto breve per ragazzi)
  • 2000 - Vinegar Street (racconto per ragazzi)
  • 2000 - Vincent River (opera teatrale)
  • 2002 - Krindlekrax (opera teatrale)
  • 2002 - Mighty Fizz Chilla (racconto per ragazzi)
  • 2003 - Brokenville (opera teatrale per ragazzi)
  • 2004 - Daffodil Scissors (opera teatrale per ragazzi)
  • 2004 - Moonfleece (opera teatrale per ragazzi)
  • 2004 - Karamazoo (opera teatrale per ragazzi)
  • 2005 - Mercury Fur (opera teatrale)
  • 2005 - Zip's Apollo (racconto per ragazzi)
  • 2007 - Leaves of Glass (opera teatrale)
  • 2007 - Love Songs For Extinct Creatures (letture teatrali)
  • 2007 - Recent Portraits (esibizione fotografica)
  • 2007 - East End (esibizione fotografica)
  • 2009 - Heartless (regia e sceneggiatura)

Controllo di autorità VIAF: 100282471 LCCN: n90672846