Irwin Winkler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior film 1977

Irwin Winkler (New York, 25 maggio 1931) è un produttore cinematografico e regista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Sol e Anna Winkler, è nato e cresciuto a New York, dove ha frequentato la New York University. Verso la fine degli anni sessanta, assieme al socio Robert Chartoff, inizia la sua attività di produttore cinematografico, debutto con il film del 1967 Fermi tutti, cominciamo daccapo!: che aveva come protagonista Elvis Presley, successivamente produce film come La gang che non sapeva sparare, Non si uccidono così anche i cavalli?, Fragole e sangue e I nuovi centurioni.

Nel 1976 è produttore di Rocky, premio Oscar come miglior film, negli anni seguenti Winkler produce tutti gli altri cinque capitoli della saga con protagonista Sylvester Stallone, inoltre produce altri film di successo come New York, New York, Toro scatenato, Uomini veri e Quei bravi ragazzi.

Nel 1991 debutta dietro la macchina da presa con Indiziato di reato, con Robert De Niro ed Annette Bening, l'anno seguente dirige La notte e la città, con ancora De Niro come protagonista. Nel 1995 dirige Sandra Bullock nel thriller virtuale The Net - Intrappolata nella rete, nel 1999 realizza il romantico A prima vista. Dopo il drammatico L'ultimo sogno del 2001, nel 2004 dirige il biografico De-Lovely, sulla vita di Cole Porter. Nel 2006 dirige Home of the Brave - Eroi senza gloria, film uscito solamente per il mercato home video, che racconta le difficoltà di un gruppo di reduci della guerra in Iraq nel tornare alla vita normale.

La Francia gli ha conferito il titolo di "Commendatore delle Arti e Lettere", per il suo contributo dato all'arte, inoltre per il suo contributo all'industria cinematografica è entrato nella Hollywood Walk of Fame, con una stella collocata al 6801 di Hollywood Boulevard.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85457952 LCCN: n77006077