Acido ipocloroso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido ipocloroso
Hypochlorous-acid-2D-dimensions.png
Hypochlorous-acid-3D-vdW.png
Nome IUPAC
acido monossoclorico (I)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare HClO
Peso formula (u) 52,46
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [7790-92-3]
Proprietà chimico-fisiche
Costante di dissociazione acida a 298 K 3,0 × 10-8 
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Irritante Tossico Pericoloso in ambiente

L'acido ipocloroso è un acido inorganico debole di formula HClO. Può essere prodotto facendo reagire acqua e anidride ipoclorosa secondo la reazione seguente:

H2O + Cl2O → 2HClO

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

L'acido ipocloroso gode di spiccate capacità ossidanti (il suo potenziale standard di riduzione è di 1,61 Volt) dato che nella sua molecola è presente un atomo di cloro a numero d'ossidazione +1 (il quale tende a ridursi acquistando 2 elettroni fino a raggiungere la configurazione otteziale di ione cloruro a numero d'ossidazione -1). I suoi sali derivati prendono il nome di ipocloriti. Quest'ultimi, per lo stesso motivo dell'HClO, godono di capacità ossidanti (tuttavia sensibilmente minori) ma hanno proprietà spiccatamente basiche (basi di Brønsted) poiché sono sali derivati da un acido debole che tendono quindi a protonarsi per restituire l'acido corrispondente

H2O + ClO- → HClO + OH-

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

L'impiego più comune dell'acido ipocloroso, date le sue capacità disinfettanti derivate dalla forte tendenza ad ossidare, è quello di additivo sia nell'acqua delle piscine che nell'acqua potabile allo scopo di uccidere microrganismi eventualmente presenti.

È inoltre presente nei granuli primari azzurrofili (o aspecifici) dei Granulociti Neutrofili, a funzione antibatterica.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia