Acido selenioso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Acido selenioso
La formula di struttura dell'acido selenioso
Nome IUPAC
acido triossoselenico (IV)
Nomi alternativi
acido selenioso
acido selenoso
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare H2SeO3
Massa molecolare (u) 128,97
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7783-00-8]
Numero EINECS 231-974-7
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 3,004 (20 °C)
Indicazioni di sicurezza
TLV (ppm) 0,0002
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine pericoloso per l'ambiente

pericolo

Frasi H 301 - 331 - 373 - 410
Consigli P 261 - 273 - 301+310 - 311 - 501 [1][2]

L'acido selenioso è un ossoacido di selenio che deriva dall'idratazione del diossido di selenio:

SeO2 + H2O → H2SeO3

La molecola ha struttura piramidale e forma legami a idrogeno. Si tratta di un solido bianco cristallino isolabile puro, è un acido biprotico debole (Ka1 = 3,5·10-3) con proprietà redox che variano a seconda del pH:

  • in ambiente acido (pH = 0)
H2SeO3 + 4H+ + 4e Se + 3H2O = +0,74 V
  • in ambiente basico (pH = 14)
SeO32− + 4e + 3H2O Se + 6OH = −0,37 V

Dall'acido si può ottenere selenio per riduzione con anidride solforosa:

H2SeO3 + 2 SO2 + H2O → Se + 2 HSO4 + 2 H+

Questa reazione può essere utilizzata per recuperare il selenio dai fanghi anodici dell'elettrolisi del rame da cui si separa per sublimazione il diossido di selenio che per lavaggio con acqua dà l'acido selenioso.

Composti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 08.08.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia