Ipoclorito di calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ipoclorito di calcio
Nome IUPAC
Monossoclorato(I) di calcio
Nomi alternativi
Cloruro di calce
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Ca(ClO)2
Peso formula (u) 143.0
Aspetto solido di colore bianco
Numero CAS [7778-54-3]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2.35
Solubilità in acqua 210 g/l a 25 °C
Temperatura di fusione 100 °C (373 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
comburente corrosivo irritante pericoloso per l'ambiente

pericolo

Frasi H 272 - 302 - 314 - 335 - 400 - EUH031
Consigli P 273 - 280 - 301+330+331 - 304+340 - 305+351+338 - 309+310 [1]

L'ipoclorito di calcio, altrimenti noto come cloruro di calce, dalla formula chimica Ca(ClO)2, è una polvere bianca, igroscopica ed alterabile all'aria dal caratteristico odore di cloro. Il prodotto industriale cloruro di calce è una miscela di cloruro ed ipoclorito di calcio a contenuto variabile.

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

Esposto all'aria fissa facilmente l'anidride carbonica eliminando cloro gassoso e formando carbonato di calcio. Con gli acidi reagisce sviluppando cloro. Questa reattività con gli acidi è alla base della misura del suo valore in relazione alla quantità di cloro sviluppato e che viene detto grado o titolo del cloruro; il titolo si calcola in gradi francesi di Gay-Lussac che corrispondono ai litri di cloro gassoso sviluppati da 1 kg di prodotto (prodotti di buona qualità contengono il 35% di cloro attivo)[2].

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Viene prodotto mediante reazione fra cloro elementare ed una soluzione di idrossido di calcio (calce spenta) - tale soluzione è nota come latte di calce.

In laboratorio può essere prodotto in piccole quantità anche per reazione di scambio ionico in soluzione fra altri sali solubili dell'ipoclorito con una soluzione satura di cloruro di calcio.

il cloruro di calce si prepara impastando omogeneamente 1 parte di ipoclorito di calcio con 3 parti d'acqua, quindi si aggiungono altre 3 parti d'acqua si lascia decantare ed infine si diluisce la soluzione limpida fino a volume e concentrazione richiesta.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Lo si utilizza per la disinfezione delle acque e per la produzione del cloroformio; reagisce anche in modo vivace con sostanze organiche.

Il cloruro di calce nell'industria tessile s'impiega nel candeggio delle fibre vegetali e nel processo di cloraggio della lana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'ipoclorito di calcio su IFA-GESTIS
  2. ^ Naftolo ACNA norme per l'applicazione. Vol4 2°ed. , ACNA Milano

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia