Folklore (Taylor Swift)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Folklore
ArtistaTaylor Swift
Tipo albumStudio
Pubblicazione24 luglio 2020
Durata63:29
Dischi1
Tracce16
GenereFolktronica[1]
Indie folk[2]
Rock alternativo[3]
EtichettaRepublic, Taylor Swift Productions
ProduttoreJack Antonoff, Aaron Dessner, Taylor Swift
Registrazione2020
FormatiCD, LP, MC, download digitale, streaming
Taylor Swift - cronologia
Album precedente
(2019)
Album successivo
Logo
Logo del disco Folklore
Singoli
  1. Cardigan
    Pubblicato: 27 luglio 2020
  2. Exile
    Pubblicato: 3 agosto 2020
  3. Betty
    Pubblicato: 17 agosto 2020

Folklore (stilizzato come folklore) è l'ottavo album in studio della cantautrice statunitense Taylor Swift, pubblicato il 24 luglio 2020 dalla Republic Records.

Antefatti e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Folklore è stato interamente scritto e registrato nel periodo di isolamento dovuto alla pandemia di COVID-19. Taylor Swift ha affermato di aver inserito «capricci, sogni, paure e riflessioni» nell'album, collaborando con alcuni dei suoi «eroi musicali».[4] A fine aprile si è messa in contatto con Aaron Dessner, membro dei The National, che ha contribuito ad undici tracce, mentre le restanti cinque sono state scritte con Jack Antonoff, William Bowery e Bon Iver.[5]

L'album è stato annunciato dalla stessa cantante sui social network 16 ore prima della sua distribuzione ufficiale.[6][7] Durante la première di Cardigan su YouTube, Swift ha rivelato di aver inserito easter egg nei testi delle canzoni anziché nei videoclip, ideando personaggi, temi ricorrenti ed un triangolo amoroso.[8] La stessa cantante ha descritto Folklore come «malinconico e pieno di evasione», «triste, bello, tragico», paragonandolo ad un album fotografico ed alle storie dietro le immagini.[9] La prima traccia ad essere scritta è stata My Tears Ricochet.[10]

Copertina e versioni[modifica | modifica wikitesto]

La foto di copertina dell'album è stata scattata dall'artista Beth Garrabrant.[6] Oltre all'edizione standard, sono state realizzate otto versioni deluxe dell'album, tutte contenenti la traccia bonus The Lakes, ciascuna con una copertina differente.[6]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La canzone The Last Great American Dynasty racconta la storia di Rebekah Harkness e della sua villa, acquistata da Taylor nel 2013.[11][12]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lover Fest.

In seguito alla scelta di posticipare il Lover Fest a causa della pandemia di COVID-19, l'artista ha scelto di pubblicare Folklore al fine di poter promuovere entrambi i progetti durante il tour.

Lo stesso giorno dell'uscita dell'album è stato reso disponibile il videoclip del singolo apripista Cardigan.[13][14] Il secondo singolo estratto, Exile, è stato reso disponibile per l'adult alternative rock statunitense a partire dal 3 agosto 2020.[15]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[16] 4/5 stelle
Clash[17] 9/10
Consequence of Sound[18] A–
Entertainment Weekly[19] A
Exclaim![20] 7/10
musicOMH[21] 4/5 stelle
New Musical Express[2] 4/5 stelle
Paste[22] 8,7/10
Pitchfork[23] 8/10
PopMatters[24] 8/10
Rolling Stone[25] 4.5/5 stelle
Slant Magazine[26] 4.5/5 stelle
Sputnikmusic[27] 3.2/5 stelle
The A.V. Club[28] B+
The Daily Telegraph[29] 5/5 stelle
The Guardian[30] 5/5 stelle
The Independent[31] 4/5 stelle
The Line of Best Fit[32] 9/10
The Times[33] 4/5 stelle

Folklore ha ottenuto l'acclamo universale da parte dei critici musicali. Su Metacritic, sito che assegna un punteggio normalizzato su 100 in base a critiche selezionate, l'album ha ottenuto un punteggio medio di 88 basato su ventisei critiche.[34]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. The 1 – 3:30 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  2. Cardigan – 3:59 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  3. The Last Great American Dynasty – 3:51 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  4. Exile (feat. Bon Iver) – 4:45 (Taylor Swift, William Bowery, Justin Vernon)
  5. My Tears Ricochet – 4:15 (Taylor Swift, Jack Antonoff)
  6. Mirrorball – 3:29 (Taylor Swift, Jack Antonoff)
  7. Seven – 3:28 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  8. August – 4:21 (Taylor Swift, Jack Antonoff)
  9. This Is Me Trying – 3:15 (Taylor Swift, Jack Antonoff)
  10. Illicit Affairs – 3:10 (Taylor Swift, Jack Antonoff)
  11. Invisible String – 4:12 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  12. Mad Woman – 3:57 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  13. Epiphany – 4:49 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  14. Betty – 4:54 (Taylor Swift, William Bowery)
  15. Peace – 3:54 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
  16. Hoax – 3:40 (Taylor Swift, Aaron Dessner)
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. The Lakes (Taylor Swift)

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Con più di 80,6 milioni di riproduzioni in streaming accumulate nel corso del suo primo giorno di disponibilità, Foklore ha infranto il record, precedentemente detenuto da Thank U, Next di Ariana Grande, per il maggior numero di stream ottenuti in tale arco di tempo su Spotify per un album di un'artista femminile.[35]

Secondo la Republic Records, il disco ha venduto 1,3 milioni di copie globalmente nelle sue prime 24 ore della messa in commercio.[36] Negli Stati Uniti d'America Billboard ha confermato che ha superato le 500 000 unità equivalenti (di cui 400 000 in copie pure) a soli tre giorni dopo della sua uscita, rendendolo il miglior debutto settimanale per un album nel paese dal disco precedente della medesima cantante, Lover.[37]

Nord America[modifica | modifica wikitesto]

Nella Billboard 200 statunitense Folklore ha esordito in vetta alla classifica, segnando diversi record: oltre ad essere diventato il settimo disco della cantante ad aver raggiunto la prima posizione in madrepatria, essa è diventata la terza artista donna ad avere più album in prima posizione negli Stati Uniti, eguagliando Janet Jackson e posizionandosi dietro Barbra Streisand e Madonna; è diventata anche la prima artista ad aver collezionato sette debutti al numero uno, superando Beyoncé, Lady Gaga, Madonna e Britney Spears. Folklore ha inoltre segnato il miglior debutto per un album nel 2020 grazie 846 000 unità equivalenti distribuite nella sua prima settimana, di cui 615 000 sono vendite pure e 218 000 sono stream-equivalent units risultanti da 289,85 milioni di riproduzioni in streaming dei brani, facendo di Taylor Swift la prima artista in assoluto ad aver totalizzato sette album che hanno venduto oltre mezzo milione di copie nella loro prima settimana. Grazie alle riproduzioni in streaming il disco è diventato il secondo miglior debutto femminile dietro Thank U, Next di Ariana Grande, battendo il suo predecessore Lover.[38] Anche in Canada l'album ha esordito in prima posizione con 47 000 copie vendute, diventando anche qui il settimo album numero uno della cantante, registrando il secondo più grande debutto dell'anno e il migliore femminile da Courage di Céline Dion.[39]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Nella Official Albums Chart britannica il disco è entrato direttamente al primo posto, rendendo Swift la prima artista femminile del secolo ad accumulare cinque album numero uno. Nella sua prima settimana di disponibilità ha distribuito 37 060 copie, di cui 12 152 digitali e 24 050 provenienti dallo streaming, diventando il maggior debutto dell'anno digitale e il miglior esordio femminile del medesimo lasso di tempo in termini di streaming. Nella classifica ha venduto più del resto dei 99 album presenti combinati.[40] Ha mantenuto la prima posizione per una seconda settimana consecutiva, grazie a 22 550 unità di vendita, di cui 8 830 fisiche, divenendo il primo disco di Swift a ripetere il primato settimanale tra gli album nel paese.[41] Situazione analoga in Irlanda, dove la cantante ha superato Madonna e Beyoncé ed è divenuta l'artista donna ad avere più album numero uno del secolo con cinque.[42]

Oceania[modifica | modifica wikitesto]

Folklore ha debuttato in vetta alla ARIA Albums Chart nella settimana del 27 luglio 2020, diventando il sesto album della cantante a raggiungere la prima posizione in Australia e rendendola, insieme a Kylie Minogue e Pink, la seconda artista femminile ad averne di più, dietro solo Madonna.[43] In Nuova Zelanda l'album è diventato il settimo di Swift a fare il suo ingresso al numero uno della classifica della Recorded Music NZ nella pubblicazione del 3 agosto 2020.[44]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2020) Posizione
massima
Australia[45] 1
Austria[46] 2
Belgio (Fiandre)[47] 1
Belgio (Vallonia)[48] 3
Canada[49] 1
Danimarca[50] 1
Estonia[51] 1
Finlandia[52] 1
Francia[53] 12
Germania[54] 8
Irlanda[55] 1
Islanda[56] 8
Italia[57] 8
Lituania[58] 2
Norvegia[59] 1
Nuova Zelanda[60] 1
Paesi Bassi[61] 2
Portogallo[62] 9
Regno Unito[63] 1
Repubblica Ceca[64] 1
Slovacchia[65] 4
Spagna[66] 2
Stati Uniti[67] 1
Svezia[68] 3
Svizzera[69] 1
Ungheria[70] 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chris Willman, Taylor Swift’s ‘Folklore’: Album Review, su Variety, 23 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  2. ^ a b (EN) Hannah Mylrea, Taylor Swift – 'Folklore' review: pop superstar undergoes an extraordinary indie-folk makeover, su New Musical Express, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  3. ^ (EN) Rachael Dowd, TAYLOR SWIFT'S 'FOLKLORE' IS HER FIRST ALBUM TO BE CLASSIFIED AS ALTERNATIVE, su Alternative Press, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  4. ^ (EN) Gil Kaufman, Taylor Swift 'Folklore' Collaborator Reveals How They Wrote Songs in Just Hours, su Billboard, 23 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  5. ^ (EN) Gil Kaufman, Taylor Swift Was Bummed About Her Summer Plans Not Panning Out, So She's Releasing A New Album... Tonight, su Billboard, 23 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  6. ^ a b c (EN) Taylor Swift, Taylor Swift su Instagram: "Most of the things I had planned this summer didn't end up happening, but there is something I hadn't planned on that DID happen. And that…", Instagram, 23 luglio 2020. URL consultato il 23 luglio 2020.
  7. ^ (EN) Scottie Andrew, Taylor Swift will drop a surprise new album tonight, CNN, 23 luglio 2020. URL consultato il 23 luglio 2020.
  8. ^ (EN) Roxy Simons, Taylor Swift sparks Easter Egg speculation on new surprise album, su Daily Mail, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  9. ^ (EN) Desiree Murphy‍, Taylor Swift Releases New Album 'Folklore' -- Listen!, su Entertainment Tonight, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  10. ^ (EN) Caroline Burke, My Tears Ricochet: Song Meaning, Lyrics, & Hidden Easter Eggs, su Heavy, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  11. ^ (EN) Nicholas Rice, Who Is Rebekah Harkness? Taylor Swift Compares Herself to Late Composer in Song on New Album, su People, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  12. ^ (EN) Tate Dekkoye, REVEALED: Tragic socialite who inspired new Taylor Swift track was heir to Standard Oil fortune who filled the pool with champagne at singer's Rhode Island mansion - and drove her neighbors to distraction with her wild ways, su Daily Mail, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  13. ^ (EN) Rania Amiftos, Taylor Swift Drops Magical 'Cardigan' Video Off New Album 'Folklore': Watch, su Billboard, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  14. ^ (EN) Hot/Modern/AC > Future Releases, All Access. URL consultato il 25 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2020).
  15. ^ (EN) Triple A > Future Releases, All Access. URL consultato il 29 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2020).
  16. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Folklore, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 31 luglio 2020.
  17. ^ (EN) Valerie Magan, Taylor Swift - folklore, su Clash, 28 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  18. ^ (EN) Katie Moulton, Taylor Swift's folklore Dismantles Her Own Self-Mythologizing: Review, su Consequence of Sound, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  19. ^ (EN) Maura Johnston, Taylor Swift forges her own path on the confident Folklore, su Entertainment Weekly, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  20. ^ (EN) Kaelen Bell, Despite Her Best Efforts, Taylor Swift's 'folklore' Is Still a Pop Album, su Exclaim!, 27 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  21. ^ (EN) Chloe Johnson, Taylor Swift – Folklore, su musicOMH, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  22. ^ (EN) Ellen Johnson, Taylor Swift Morphs Her Sound Yet Again on the Stunning folklore, su Paste, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  23. ^ (EN) Jillian Mapes, Taylor Swift: folklore, Pitchfork, 27 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  24. ^ (EN) Michael Sumson, Taylor Swift Abandons Stadium-Pop for a New Tonal Approach on 'Folklore', su PopMatters, 29 luglio 2020. URL consultato il 31 luglio 2020.
  25. ^ (EN) Rob Sheffield, Taylor Swift Leaves Her Comfort Zones Behind on the Head-Spinning, Heartbreaking 'Folklore', su Rolling Stone, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  26. ^ (EN) Jonathan Keefe, Review: With Folklore, Taylor Swift Mines Pathos from a Widening Worldview, su Slant Magazine, 27 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  27. ^ (EN) mynameischan, Taylor Swift: Folklore, Sputnikmusic, 25 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  28. ^ (EN) Annie Zaleski, Taylor Swift writes her own version of history on folklore, su The A.V. Club, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  29. ^ (EN) Neil McCormick, Taylor Swift, Folklore review: an exquisite, empathetic lockdown triumph, su The Daily Telegraph, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  30. ^ (EN) Laura Snapes, Taylor Swift: Folklore review – bombastic pop makes way for emotional acuity, su The Guardian, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  31. ^ (EN) Roisin O'Connor, Taylor Swift – Folklore review: This shimmering album is exquisite, piano-based poetry, su The Independent, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  32. ^ (EN) Eloise Bulmer, Folklore finds Taylor Swift elegantly evoking amid a perfectly minimalist sound, su The Line of Best Fit, 24 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  33. ^ (EN) Will Hodgkinson, Taylor Swift: Folklore review — there's nowt so cute as folk, su The Times, 24 luglio 2020. URL consultato il 24 luglio 2020.
  34. ^ (EN) Folklore by Taylor Swift, Metacritic. URL consultato il 9 agosto 2020.
  35. ^ (EN) Hannah Mylrea, Taylor Swift 'scores biggest ever Spotify debut for female artist' with new album Folklore, su Metro, 25 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  36. ^ (EN) Jem Aswad, Taylor Swift's 'Folklore' Sells 1.3 Million Copies in 24 Hours, su Variety, 25 luglio 2020. URL consultato il 25 luglio 2020.
  37. ^ (EN) Keith Caulfield, Taylor Swift's 'Folklore' Off to Fast Start, Over Half-Million Units Earned in U.S. in First Three Days, su Billboard, 27 luglio 2020. URL consultato il 29 luglio 2020.
  38. ^ (EN) Keith Caulfield, Taylor Swift Achieves Seventh No. 1 Album on Billboard 200 Chart & Biggest Week of 2020 With 'Folklore', su Billboard, 2 agosto 2020. URL consultato il 2 agosto 2020.
  39. ^ (EN) No Folklore, Taylor Swift Scores Her 7th Straight No. 1 Album, su fyimusicnews.ca, 2 agosto 2020. URL consultato il 3 agosto 2020.
  40. ^ (EN) Mark Sutherland, Inside Taylor Swift's all-conquering debut week for Folklore, su Music Week, 31 luglio 2020. URL consultato il 1° agosto 2020.
  41. ^ (EN) James Masterton, Charts analysis: Taylor Swift finishes ahead of Fontaines DC in albums battle, su Music Week, 7 agosto 2020. URL consultato l'8 agosto 2020.
  42. ^ (EN) Jack White, Taylor Swift breaks Irish Albums Chart record with Folklore, Official Charts Company, 31 luglio 2020. URL consultato il 1° agosto 2020.
  43. ^ (EN) Taylor Swift Claims Sixth #1 Album With Folklore, ARIA Charts, 1° agosto 2020. URL consultato il 1° agosto 2020.
  44. ^ (EN) SEVEN CHART-TOPPING ALBUMS FOR TAYLOR SWIFT, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 1° agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2020).
  45. ^ (EN) ARIA Albums Chart – 27 July, 2020, ARIA Charts. URL consultato il 1° agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2020).
  46. ^ (DE) Taylor Swift - Folklore, su austriancharts.at. URL consultato il 5 agosto 2020.
  47. ^ (NL) Taylor Swift - Folklore, Ultratop. URL consultato il 31 luglio 2020.
  48. ^ (FR) Taylor Swift - Folklore, Ultratop. URL consultato il 31 luglio 2020.
  49. ^ (EN) Taylor Swift - Chart history (Billboard Canadian Albums), su Billboard. URL consultato il 3 agosto 2020.
  50. ^ (DA) Album Top-40 - uge 30, 2020, Hitlisten. URL consultato il 5 agosto 2020.
  51. ^ (ET) Aleksander Algo, EESTI TIPP-40 MUUSIKAS: Popmuusika võtab oma!, Eesti Ekspress. URL consultato il 3 agosto 2020.
  52. ^ (FI) Taylor Swift - Folklore, IFPI Finland. URL consultato il 2 agosto 2020.
  53. ^ (FR) Top Albums - Semaine du 31 juillet 2020, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 3 agosto 2020.
  54. ^ (DE) Taylor Swift - Folklore, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 31 luglio 2020.
  55. ^ (EN) DISCOGRAPHY - TAYLOR SWIFT, su irish-charts.com. URL consultato il 31 luglio 2020.
  56. ^ (IS) TÓNLISTINN - PLÖTUR - Vika 31, 2020, Plötutíðindi. URL consultato il 3 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2020).
  57. ^ Classifica settimanale WK 31 (dal 24.07.2020 al 30.07.2020), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 31 luglio 2020.
  58. ^ (LT) 2020 31-os SAVAITĖS (liepos 24-30 d.) ALBUMŲ TOP100., AGATA. URL consultato il 31 luglio 2020.
  59. ^ (NO) Album 2020 uke 31, VG-lista. URL consultato il 31 luglio 2020.
  60. ^ (EN) Official Top 40 Albums - 03 August 2020, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 31 luglio 2020.
  61. ^ (NL) Taylor Swift - Folklore, Dutch Charts. URL consultato il 31 luglio 2020.
  62. ^ (EN) TAYLOR SWIFT - FOLKLORE (ALBUM), su portuguesecharts.com. URL consultato il 7 agosto 2020.
  63. ^ (EN) Folklore - Full Official Chart History, Official Charts Company. URL consultato il 31 luglio 2020.
  64. ^ (CS) CZ - ALBUMS - TOP 100 - TAYLOR SWIFT - Folklore, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 3 agosto 2020.
  65. ^ (CS) SK - ALBUMS - TOP 100 - TAYLOR SWIFT - Folklore, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 3 agosto 2020.
  66. ^ (EN) Taylor Swift - folklore, El Portal de Música. URL consultato il 4 agosto 2020.
  67. ^ (EN) Taylor Swift - Chart history (Billboard 200), su Billboard. URL consultato il 2 agosto 2020.
  68. ^ (SV) Veckolista Album, vecka 31, Sverigetopplistan. URL consultato il 31 luglio 2020.
  69. ^ (DE) Taylor Swift - Folklore, Schweizer Hitparade. URL consultato il 5 agosto 2020.
  70. ^ (HU) Album Top 40 slágerlista - 2020. 31. hét - 2020. 07. 24. - 2020. 07. 30., Hivatalos Magyar Slágerlisták. URL consultato il 9 agosto 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]