Jack Antonoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jack Antonoff nel 2012

Jack Antonoff, all'anagrafe Jack Michael Antonoff (Bergenfield, 31 marzo 1984), è un cantautore, musicista e produttore discografico statunitense frontman del progetto musicale Bleachers ed ex chitarrista della band Fun.[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bergenfield, nel New Jersey, da una famiglia ebraica[2], è il fratello minore della stilista Rachel Antonoff. È cresciuto a New Milford, nel New Jersey, ed ha frequentato la scuola elementare presso la Scuola Day Solomon Schechter di Bergen County, New Jersey.

Durante il suo secondo anno di liceo, lui e alcuni amici della scuola elementare formato la punk rock band Outline, che ha avuto abbastanza successo da fare un tour in Florida e in Texas. La band si sciolse quando diversi membri si sono trasferiti per andare al college.

Nel 2002, Antonoff, come cantante del gruppo e il suo amico Scott Irby-Ranniar hanno formato la band Steel Train, ottenendo un contratto discografico con la Drive-Thru Records.

Nel 2008 ha costituito con il cantante Nate Ruess e con il polistrumentista Andrew Dost il gruppo musicale dei Fun. dei quali è stato chitarrista e percussionista.

Nel 2014, dopo lo scioglimento dei Fun., ha costituito il progetto musicale Bleachers, una one man band in cui è cantante, musicista, produttore e compositore, pubblicando nello stesso anno il primo album Strange Desire e nel 2017 Gone Now.

Nel 2017 ha lavorato con Lorde alla produzione del suo album Melodrama[3] e con Taylor Swift per la produzione di Reputation[3], dei quali è stato co-autore di gran parte dei brani.

Nello stesso anno ha prodotto l'album Masseduction della cantante e musicista St. Vincent, partecipando anche come co-autore in tre brani.

Contemporaneamente a tali attività ha collaborato come compositore con numerosi artisti di successo quali Lana Del Rey, la quale pubblica nel 2019 ""Norman Fucking Rockwell!" e nel 2021 "Chemtrails over the Country Club", Taylor Swift, Zayn, Sia, Sara Barailles, Carly Rae Jepsen, BANKS, Fifth Harmony, Grimes, P!nk e altri.[3]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Antonoff è stato ospite blogger di The Huffington Post, dove ha scritto a favore dei diritti gay.

Dal 2012 al 2018 ha avuto una relazione con l'attrice e regista Lena Dunham.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) You May Not Know Jack Antonoff. But You Probably Love His Music., su nytimes.com, 24 maggio 2017. URL consultato l'8 agosto 2020.
  2. ^ (EN) Jewish it couple Lena Dunham and Jack Antonoff break up, su The Jerusalem Post, 10 gennaio 2018. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  3. ^ a b c (EN) Jack Antonoff is only making music with friends, su nytimes.com, 11 marzo 2020. URL consultato l'8 agosto 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316748820 · Europeana agent/base/136926 · LCCN (ENno2018017164 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018017164