I Knew You Were Trouble

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Knew You Were Trouble
I Knew You Were Trouble.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Lostprophets
Tipo album Singolo
Pubblicazione 14 novembre 2012
Durata 3:40
Album di provenienza Red
Genere Elettropop[1]
Dubstep[1]
Etichetta Megaforce Records
Produttore Max Martin, Shellback
Certificazioni
Dischi d'oro Danimarca Danimarca[2]
(vendite: 15 000+)

Germania Germania[3]
(vendite: 150 000+)

Svezia Svezia[4]
(vendite: 10 000+)
Dischi di platino Australia Australia (6)[5]
(vendite: 420 000+)

Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[6]
(vendite: 30 000+)
Canada Canada (5)[7]
(vendite: 400 000+)
Regno Unito Regno Unito[8]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (6)[9]
(vendite: 6 000 000+)

Svizzera Svizzera[10]
(vendite: 30 000+)
Lostprophets - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2013)
Logo

I Knew You Were Trouble è un brano musicale della cantautrice statunitense Taylor Swift, pubblicato prima come singolo promozionale e successivamente, il 10 dicembre 2012, come terzo singolo ufficiale del suo quarto album in studio, Red.[11] Il brano ha raggiunto la vetta della classifica iTunes canadese e statunitense poche ore dopo la sua pubblicazione. Il singolo ha venduto 5 milioni di copie negli Stati Uniti, e circa 7,6 milioni mondialmente.[12][13] Il brano, presentato a Good Morning America e composto da Swift, Max Martin e Shellback, è incentrato sulla frustrazione che si prova verso sé stessi quando si ha il cuore spezzato, perché nonostante i segnali d'allarme (descritte come «bandiere rosse» dalla cantante) si è comunque andati verso quella persona.[14]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Zara Golden di VH1 ha definito la scelta di Swift di sperimentare nuovi generi, come in I Knew You Were Trouble, divertente ed ha aggiunto che è «eccitante ascoltare Taylor che getta la maschera da brava ragazza per mostrare un suo lato cattivo come questo», e se la sperimentazione di nuovi sound le ha permesso di tirare fuori sentimenti come questo è un bene che lo abbia fatto.[15]

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video ufficiale del singolo è stato pubblicato il 13 dicembre 2012. Il video è stato diretto da Anthony Mandler e vede l'apparizione, nel ruolo del fidanzato di Swift, di Reeve Carney, attore che ha interpretato Peter Parker nella produzione di Broadway Spider-Man: Turn Off the Dark.[16]

All'inizio del video c'è un monologo che recita:

"Credo che quando tutto finisce ogni cosa torna alla mente come dei flash. Avete presente, no? È come un caleidoscopio di ricordi; tutto torna indietro. Ma lui no. Penso che una parte di me sapesse che sarebbe accaduto già nell'istante in cui l'ho visto. Non è qualcosa che ha detto o che ha fatto, è stata una sensazione che è arrivata in quel momento. Sapevo che il suo mondo si muoveva troppo velocemente e bruciava troppo luminoso, ma ho pensato: ‘quanto può essere diabolico essere attratti da qualcuno che sembra così angelico quando ti sorride?' Forse ne era consapevole quando mi ha vista. Mi chiedo se ho semplicemente perso il mio equilibrio. Credo che la parte peggiore di tutto questo non sia stata perdere lui, ma perdere me stessa."

A proposito del video la cantante ha commentato: «Appena ho iniziato a scrivere questa canzone, sapevo che sarebbe stata diversa da qualsiasi altra cosa dell'album, quindi sapevo di volere che il video fosse diverso da qualsiasi cosa avessi mai fatto. Ho voluto raccontare la storia di una ragazza caduta in un mondo che è troppo veloce per lei, e ne subisce le conseguenze».[16]

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale
  1. I Knew You Were Trouble – 3:40

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno (2012) Posizione
Australia[34] 27
Classifica di fine anno (2013) Posizione
Australia[35] 55

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jocelyn Vena, Taylor Swift Debuts 'Chaotic' Red Track 'I Knew You Were Trouble', MTV, 9 ottobre 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  2. ^ (DA) IFPI, ifpi.dk.
  3. ^ (DE) Certificazione Danimarca, musikindustrie.de. URL consultato il 30 maggio 2013.
  4. ^ http://www.sverigetopplistan.se/index.html
  5. ^ [1] ARIA Australian Top 50 Singles Chart
  6. ^ (EN) 24 September 2012, RIANZ. URL consultato il 26 settembre 2012.
  7. ^ MusiCanada
  8. ^ Certified Awards
  9. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA.
  10. ^ (DE) Certificazione Svizzera, hitparade.ch. URL consultato il 13 giugno 2013.
  11. ^ (EN) Taylor Swift has confirmed her new single, popjustice.com, 29 ottobre 2012. URL consultato l'8 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Gary Trust, Maroon 5 Keeps PSY Out Of Hot 100's Summit Again, Billboard, 10 ottobre 2012. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  13. ^ (EN) Leah Collins, For shame, Taylor Swift: ‘I Knew You Were Trouble’ is a major guilty pleasure, canada.com, 9 ottobre 2012. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  14. ^ (EN) Stephanie Marcus, Taylor Swift's 'I Knew You Were Trouble': New Song Likely About John Mayer, The Huffington Post, 10 ottobre 2012. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) Zara Golden, Is Taylor Swift’s Looking For Trouble In Her New Dubstep Track “I Knew You Were Trouble”?, VH1, 9 ottobre 2012. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  16. ^ a b (EN) Sophie A. Schillaci, Taylor Swift to Debut 23rd Music Video on MTV During Weeklong Birthday Celebration, Hollywood Reporter, 10 dicembre 2012. URL consultato il 20 dicembre 2012.
  17. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  18. ^ (DE) Andamento di I knew you were troble nella classifica dell'Austria, austriancharts.at.
  19. ^ (NL) Andamento I knew you were trouble nella classifica delle Fiandre, ultratop.be. URL consultato il 4 gennaio 2013 2012.
  20. ^ (FR) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica del Belgio (Vallonia), Ultratop. URL consultato il febbraio 2013.
  21. ^ a b c d (EN) I Knew You Were Trouble - Taylor Swift, Billboard. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  22. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Danimarca, danishcharts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  23. ^ (FR) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Francia, lescharts.com.
  24. ^ (EN) Japan Hot 100 Chart History, Billboard. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  25. ^ (DE) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Germania, Media Control. URL consultato il febbraio 2013.
  26. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica dell'Irlanda, irish-charts. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  27. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  28. ^ (NL) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica dei Paesi Bassi, dutchcharts.nl.
  29. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica del Regno Unito, Chart Archive. URL consultato il 19 ottobre 2012.
  30. ^ (CS) RADIO TOP100 Oficiální - Taylor Swift - I KNEW YOU WERE TROUBLE, ifpicr.cz. URL consultato il gennaio 2013.
  31. ^ Sns Ifpi
  32. ^ (EN) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Spagna, spanishcharts.com.
  33. ^ (DE) Andamento di I Knew You Were Trouble nella classifica della Svizzera, hitparade.ch.
  34. ^ (EN) ARIA Australian End of Year Chart - ARIA Top 100 Albums Chart - 2012, Australian Recording Industry Association, 7 gennaio 2013. URL consultato il 20 aprile 2014.
  35. ^ (EN) ARIA Australian End of Year Chart - ARIA Top 100 Albums Chart - 2013, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 20 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica