Campionato mondiale di calcio femminile 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mondiale di calcio femminile 2015
FIFA Women's World Cup 2015
Competizione Campionato mondiale di calcio femminile
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIFA
Date 6 giugno - 5 luglio 2015
Luogo Canada Canada
(7 città)
Partecipanti 24
Impianto/i 6 stadi
Risultati
Vincitore Stati Uniti Stati Uniti
(3º titolo)
Secondo Giappone Giappone
Terzo Inghilterra Inghilterra
Quarto Germania Germania
Statistiche
Miglior giocatore Stati Uniti Carli Lloyd
Miglior marcatore Stati Uniti Carli Lloyd (6)
Germania Célia Šašić (6)
Miglior portiere Stati Uniti Hope Solo
Incontri disputati 52
Gol segnati 146 (2,81 per incontro)
Pubblico 1 353 506
(26 029 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2011 2019 Right arrow.svg

Il Campionato mondiale di calcio femminile 2015 è stata la settima edizione ufficiale della manifestazione, programmato fra il 6 giugno e il 5 luglio 2015 in Canada. Con la finale Stati Uniti-Giappone (terminata 5-2 per le statunitensi) sono stati eguagliati alcuni record precedentemente stabiliti a livello maschile: il maggior numero di reti realizzate in una finale (sette, come nella finale maschile del 1958 Svezia-Brasile), la tripletta individuale di Carli Lloyd (come Geoff Hurst nel 1966), stesse finaliste a distanza di quattro anni (come Germania vs Argentina, 1986 e 1990), il record di calciatrice più anziana a vincere il trofeo della quarantenne Christie Rampone (già campionessa del mondo nel 1999), come Dino Zoff nel 1982.

Selezione della nazione ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di candidatura prevedeva anche l'assunzione di responsabilità a organizzare anche i Mondiali Under-20 del 2014, così come avviene per la Confederations Cup in campo maschile. Le candidature dovevano essere presentate entro il dicembre 2010, con scelta finale a marzo 2011.[1]

Le due candidate erano:

ma lo Zimbabwe si ritirò dalla corsa il 1º marzo 2011[2], lasciando come unica opzione dell'organizzazione dell'evento alla nazione nordamericana.

Siti proposti[modifica | modifica wikitesto]

Edmonton Montreal Vancouver
Commonwealth Stadium Stadio Olimpico BC Place
Capacità: 60 081 Capacità: 66 308 Capacità: 54 500
Commonwealth Stadium, Edmonton, August 2005.jpg Olympic Stadium Soccer.JPG BC Place Vancouver.jpg
Winnipeg Ottawa Moncton
Winnipeg Stadium[3] TD Place Stadium Moncton Stadium
Capacità: 33 422
(allargabile a 40 000)
Capacità: 26 559
(allargabile a 45 000)
Capacità: 10 000
(allargabile a 20 725 +)
Investors Group CANnwt vs USnwt.png Lansdowne Park 3.jpg New moncton stadium.JPG

Squadre e qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio femminile 2015.

Per questo torneo il numero di squadre partecipanti verrà allargato da 16 a 24, con un numero di partite da disputare che salirà da 32 a 52.[4]

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

██ Nazioni qualificate

██ Nazioni non qualificate

██ Nazioni non partecipanti

██ Nazioni non membri FIFA

Confederazione Qualificate
AFC (Asia) Cina Cina
Corea del Sud Corea del Sud
Giappone Giappone
Australia Australia
Thailandia Thailandia
CAF (Africa) Nigeria Nigeria
Camerun Camerun
Costa d'Avorio Costa d'Avorio
CONCACAF
(America Centrale, Settentrionale e Caraibi)
Costa Rica Costa Rica
Messico Messico
Stati Uniti Stati Uniti
CONMEBOL (Sud America) Brasile Brasile
Colombia Colombia
Ecuador Ecuador
OFC (Oceania) Nuova Zelanda Nuova Zelanda
UEFA (Europa) Inghilterra Inghilterra
Francia Francia
Norvegia Norvegia
Svezia Svezia
Svizzera Svizzera
Paesi Bassi Paesi Bassi
Germania Germania
Spagna Spagna
Nazione ospitante Canada Canada

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio dei gruppi si è svolto il 6 dicembre 2014. Le sei teste di serie sono state determinate in base al Ranking mondiale femminile FIFA e assegnate ai sei gironi.

In un girone non potevano affrontarsi squadre della stessa confederazione, escluse quelle della UEFA che potevano essere al massimo due per ogni gruppo.[5]

Urne[modifica | modifica wikitesto]

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4

Canada Canada (A1)
Brasile Brasile (B1)
Francia Francia (C1)
Germania Germania (D1)
Giappone Giappone (E1)
Stati Uniti Stati Uniti (F1)

Camerun Camerun
Costa d'Avorio Costa d'Avorio
Nigeria Nigeria
Costa Rica Costa Rica
Messico Messico
Nuova Zelanda Nuova Zelanda

Australia Australia
Cina Cina
Corea del Sud Corea del Sud
Thailandia Thailandia
Colombia Colombia
Ecuador Ecuador

Inghilterra Inghilterra
Paesi Bassi Paesi Bassi
Norvegia Norvegia
Spagna Spagna
Svezia Svezia
Svizzera Svizzera

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato mondiale di calcio femminile 2015.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Canada Canada 5 3 1 2 0 2 1 +1
Cina Cina 4 3 1 1 1 3 3 0
Paesi Bassi Paesi Bassi 4 3 1 1 1 2 2 0
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 2 3 0 2 1 2 3 -1
Edmonton
6 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-6)
Canada Canada 1 – 0
referto
Cina Cina Commonwealth Stadium (53 058 spett.)
Arbitro Ucraina Kateryna Monzul

Edmonton
6 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-6)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Commonwealth Stadium (53 058 spett.)
Arbitro Messico Quetzalli Alvarado

Edmonton
11 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-6)
Cina Cina 1 – 0
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi Commonwealth Stadium
Arbitro Colombia Yeimy Martinez

Edmonton
11 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-6)
Canada Canada 0 – 0
referto
Nuova Zelanda Nuova Zelanda Commonwealth Stadium
Arbitro Germania Bibiana Steinhaus

Montréal
15 giugno 2015, ore 19:30 (UTC-4)
Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1
referto
Canada Canada Stadio Olimpico di Montréal
Arbitro Corea del Nord Ri Hyang-ok

Winnipeg
15 giugno 2015, ore 18:30 (UTC-5)
Cina Cina 2 – 2
referto
Nuova Zelanda Nuova Zelanda Winnipeg Stadium
Arbitro Ungheria Katalin Kulcsár

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Germania Germania 7 3 2 1 0 15 1 +14
Norvegia Norvegia 7 3 2 1 0 8 2 +6
Thailandia Thailandia 3 3 1 0 2 3 10 -7
Costa d'Avorio Costa d'Avorio 0 3 0 0 3 3 16 -13
Ottawa
7 giugno 2015, ore 13:00 (UTC-4)
Norvegia Norvegia 4 – 0
referto
Thailandia Thailandia TD Place Stadium
Arbitro Nuova Zelanda Anna-Marie Keighley

Ottawa
7 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Germania Germania 10 – 0
referto
Costa d'Avorio Costa d'Avorio TD Place Stadium
Arbitro Canada Carol Anne Chenard

Ottawa
11 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Germania Germania 1 – 1
referto
Norvegia Norvegia TD Place Stadium
Arbitro Romania Teodora Albon

Ottawa
11 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-4)
Costa d'Avorio Costa d'Avorio 2 – 3
referto
Thailandia Thailandia TD Place Stadium
Arbitro Stati Uniti Margaret Domka

Winnipeg
15 giugno 2015, ore 15:00 (UTC-5)
Thailandia Thailandia 0 – 4
referto
Germania Germania Winnipeg Stadium
Arbitro Zambia Gladys Lengwe

Moncton
15 giugno 2015, ore 17:00 (UTC-3)
Costa d'Avorio Costa d'Avorio 1 – 3
referto
Norvegia Norvegia Moncton Stadium
Arbitro Argentina Salomé di Iorio

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Giappone Giappone 9 3 3 0 0 4 1 +3
Camerun Camerun 6 3 2 0 1 9 3 +6
Svizzera Svizzera 3 3 1 0 2 11 4 +7
Ecuador Ecuador 0 3 0 0 3 1 17 -16
Vancouver
8 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-7)
Camerun Camerun 6 – 0
referto
Ecuador Ecuador BC Place
Arbitro Ungheria Katalin Kulcsár

Vancouver
8 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-7)
Giappone Giappone 1 – 0
referto
Svizzera Svizzera BC Place
Arbitro Messico Lucila Venegas

Vancouver
12 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-7)
Svizzera Svizzera 10 – 1
referto
Ecuador Ecuador BC Place (31 441 spett.)
Arbitro Malesia Rita Gani

Vancouver
12 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-7)
Giappone Giappone 2 – 1
referto
Camerun Camerun BC Place (31 441 spett.)
Arbitro Svezia Pernilla Larsson

Winnipeg
16 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-5)
Ecuador Ecuador 0 – 1
referto
Giappone Giappone Winnipeg Stadium
Arbitro Honduras Melissa Borjas

Edmonton
16 giugno 2015, ore 15:00 (UTC-6)
Svizzera Svizzera 1 – 2
referto
Camerun Camerun Commonwealth Stadium
Arbitro Uruguay Claudia Umpierrez

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Stati Uniti Stati Uniti 7 3 2 1 0 4 1 +3
Australia Australia 4 3 1 1 1 4 4 0
Svezia Svezia 3 3 0 3 0 4 4 0
Nigeria Nigeria 1 3 0 1 2 3 6 -3
Winnipeg
8 giugno 2015, ore 15:00 (UTC-5)
Svezia Svezia 3 – 3
referto
Nigeria Nigeria Winnipeg Stadium (31 148 spett.)
Arbitro Corea del Nord Ri Hyang-ok

Winnipeg
8 giugno 2015, ore 18:30 (UTC-5)
Stati Uniti Stati Uniti 3 – 1
referto
Australia Australia Winnipeg Stadium (31 148 spett.)
Arbitro Uruguay Claudia Umpierrez

Winnipeg
12 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-5)
Australia Australia 2 – 0
referto
Nigeria Nigeria Winnipeg Stadium
Arbitro Francia Stéphanie Frappart

Winnipeg
12 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-5)
Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0
referto
Svezia Svezia Winnipeg Stadium
Arbitro Giappone Sachiko Yamagishi

Vancouver
16 giugno 2015, ore 17:00 (UTC-7)
Nigeria Nigeria 0 – 1
referto
Stati Uniti Stati Uniti BC Place (52 193 spett.)
Arbitro Ucraina Kateryna Monzul

Edmonton
16 giugno 2015, ore 18:00 (UTC-6)
Australia Australia 1 – 1
referto
Svezia Svezia Commonwealth Stadium (10 177 spett.)
Arbitro Messico Lucila Venegas

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Brasile Brasile 9 3 3 0 0 4 0 +4
Corea del Sud Corea del Sud 4 3 1 1 1 4 5 -1
Costa Rica Costa Rica 2 3 0 2 1 3 4 -1
Spagna Spagna 1 3 0 1 2 2 4 -2
Montréal
9 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Spagna Spagna 1 – 1
referto
Costa Rica Costa Rica Stadio Olimpico (10 175 spett.)
Arbitro Argentina Salomé di Iorio

Montréal
9 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-4)
Brasile Brasile 2 – 0
referto
Corea del Sud Corea del Sud Stadio Olimpico (10 175 spett.)
Arbitro Svizzera Esther Staubli

Montréal
13 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Brasile Brasile 1 – 0
referto
Spagna Spagna Stadio Olimpico (28 623 spett.)
Arbitro Canada Carol Chenard

Montréal
13 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-4)
Corea del Sud Corea del Sud 2 – 2
referto
Costa Rica Costa Rica Stadio Olimpico (28 623 spett.)
Arbitro Italia Carina Vitulano

Moncton
17 giugno 2015, ore 20:00 (UTC-3)
Costa Rica Costa Rica 0 – 1
referto
Brasile Brasile Moncton Stadium
Arbitro Grecia Thalia Mitsi

Ottawa
17 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-4)
Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1
referto
Spagna Spagna TD Place Stadium
Arbitro Nuova Zelanda Anna-Marie Keighley

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Francia Francia 6 3 2 0 1 6 2 +4
Inghilterra Inghilterra 6 3 2 0 1 4 3 +1
Colombia Colombia 4 3 1 1 1 4 3 +1
Messico Messico 1 3 0 1 2 2 8 -6
Moncton
9 giugno 2015, ore 14:00 (UTC-3)
Francia Francia 1 – 0
referto
Inghilterra Inghilterra Moncton Stadium (11 686 spett.)
Arbitro Grecia Efthalia Mitsi

Moncton
9 giugno 2015, ore 17:00 (UTC-3)
Colombia Colombia 1 – 1
referto
Messico Messico Moncton Stadium (11 686 spett.)
Arbitro Camerun Therese Neguel

Moncton
13 giugno 2015, ore 14:00 (UTC-3)
Francia Francia 0 – 2
referto
Colombia Colombia Moncton Stadium (13 138 spett.)
Arbitro Cina Qin Liang

Moncton
13 giugno 2015, ore 17:00 (UTC-3)
Inghilterra Inghilterra 2 – 1
referto
Messico Messico Moncton Stadium (13 138 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Anna-Marie Keighley

Ottawa
17 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Messico Messico 0 – 5
referto
Francia Francia TD Place Stadium
Arbitro Giappone Sachiko Yamagishi

Montréal
17 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Inghilterra Inghilterra 2 – 1
referto
Colombia Colombia Stadio Olimpico di Montréal (13 862 spett.)
Arbitro Canada Carol Chenard

Confronto tra le terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Le quattro squadre con la miglior classifica si qualificano agli ottavi di finale. I criteri usati per determinare il miglior piazzamento sono, nell'ordine:

  1. maggior numero di punti;
  2. miglior differenza reti;
  3. maggior numero di gol segnati;
  4. sorteggio.
Pos. Gr. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. F Colombia Colombia 4 3 1 1 1 4 3 +1
2. A Paesi Bassi Paesi Bassi 4 3 1 1 1 2 2 0
3. C Svizzera Svizzera 3 3 1 0 2 11 4 +7
4. D Svezia Svezia 3 3 0 3 0 4 4 0
5. B Thailandia Thailandia 3 3 1 0 2 3 10 -7
6. E Costa Rica Costa Rica 2 3 0 2 1 3 4 -1

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
20 giugno - Edmonton            
 Cina Cina  1
26 giugno - Ottawa
 Camerun Camerun  0  
 Cina Cina  0
22 giugno - Edmonton
   Stati Uniti Stati Uniti  1  
 Stati Uniti Stati Uniti  2
30 giugno - Montreal
 Colombia Colombia  0  
 Stati Uniti Stati Uniti  2
20 giugno - Ottawa
   Germania Germania  0  
 Germania Germania  4
26 giugno - Montreal
 Svezia Svezia  1  
 Germania Germania  1 (5)
21 giugno - Montreal
   Francia Francia  1 (4)  
 Francia Francia  3
5 luglio - Vancouver
 Corea del Sud Corea del Sud  0  
 Stati Uniti Stati Uniti  5
21 giugno - Moncton
   Giappone Giappone  2
 Brasile Brasile  0
27 giugno - Edmonton
 Australia Australia  1  
 Australia Australia  0
23 giugno - Vancouver
   Giappone Giappone  1  
 Giappone Giappone  2
1º luglio - Edmonton
 Paesi Bassi Paesi Bassi  1  
 Giappone Giappone  2
22 giugno - Ottawa
   Inghilterra Inghilterra  1   Incontro per il terzo posto
 Norvegia Norvegia  1
27 giugno - Vancouver 4 luglio - Edmonton
 Inghilterra Inghilterra  2  
 Inghilterra Inghilterra  2  Germania Germania  0
21 giugno - Vancouver
   Canada Canada  1    Inghilterra Inghilterra (dts)  1
 Canada Canada  1
 Svizzera Svizzera  0  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Ottawa
20 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Germania Germania 4 – 1
referto
Svezia Svezia TD Place Stadium (22 486 spett.)
Arbitro Corea del Nord Ri Hyang-ok

Edmonton
20 giugno 2015, ore 17:30 (UTC-6)
Cina Cina 1 – 0
referto
Camerun Camerun Commonwealth Stadium
Arbitro Germania Bibiana Steinhaus

Moncton
21 giugno 2015, ore 14:00 (UTC-3)
Brasile Brasile 0 – 1
referto
Australia Australia Moncton Stadium (12 054 spett.)
Arbitro Romania Teodora Albon

Montréal
21 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Francia Francia 3 – 0
referto
Corea del Sud Corea del Sud Stadio Olimpico
Arbitro Argentina Salomé di Iorio

Vancouver
22 giugno 2015, ore 16:30 (UTC-4)
Canada Canada 1 – 0
referto
Svizzera Svizzera BC Place (53 855 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Anna-Marie Kheigley

Ottawa
22 giugno 2015, ore 17:00 (UTC-4)
Norvegia Norvegia 1 – 2
referto
Inghilterra Inghilterra TD Place Stadium (19 829 spett.)
Arbitro Svizzera Esther Staubli

Edmonton
22 giugno 2015, ore 16:30 (UTC-6)
Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0
referto
Colombia Colombia Commonwealth Stadium (19 412 spett.)
Arbitro Francia Stéphanie Frappart

Vancouver
23 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-7)
Giappone Giappone 2 – 1
referto
Paesi Bassi Paesi Bassi BC Place
Arbitro Messico Lucila Venegas

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Montreal
26 giugno 2015, ore 16:00 (UTC-4)
Germania Germania 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Francia Francia Stadio Olimpico (24 859 spett.)
Arbitro Canada Carol Chenard

Ottawa
26 giugno 2015, ore 19:30 (UTC-4)
Cina Cina 0 – 1
referto
Stati Uniti Stati Uniti TD Place Stadium (24 141 spett.)
Arbitro Italia Carina Vitulano

Edmonton
27 giugno 2015, ore 14:00 (UTC-6)
Australia Australia 0 – 1
referto
Giappone Giappone Commonwealth Stadium (19 814 spett.)
Arbitro Ucraina Kateryna Monzul

Vancouver
27 giugno 2015, ore 16:30 (UTC-7)
Inghilterra Inghilterra 2 – 1
referto
Canada Canada BC Place (54 027 spett.)
Arbitro Uruguay Claudia Umpierrez

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Montreal
30 giugno 2015, ore 19:00 (UTC-4)
Stati Uniti Stati Uniti 2 – 0
referto
Germania Germania Stadio Olimpico (51 176 spett.)
Arbitro Romania Teodora Albon

Edmonton
1º luglio 2015, ore 17:00 (UTC-6)
Giappone Giappone 2 – 1
referto
Inghilterra Inghilterra Commonwealth Stadium (31 467 spett.)
Arbitro Australia Anna-Marie Kheigley

Finale terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Edmonton
4 luglio 2015, ore 14:00 (UTC-6)
Germania Germania 0 – 1
(d.t.s.)
referto
Inghilterra Inghilterra Commonwealth Stadium
Arbitro Corea del Nord Ri Hyang-ok

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Vancouver
5 luglio 2015, ore 16:00 (UTC-7)
Stati Uniti Stati Uniti 5 – 2
referto
Giappone Giappone BC Place (53 341 spett.)
Arbitro Ucraina Kateryna Monzul

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Stati Uniti[6]
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Giappone[6]

Formazioni[modifica | modifica wikitesto]

GK 1 Hope Solo
RB 11 Ali Krieger
CB 19 Julie Johnston
CB 4 Becky Sauerbrunn
LB 22 Meghan Klingenberg
CM 12 Lauren Holiday
CM 14 Morgan Brian
RW 17 Tobin Heath Uscita al 79’ 79’
LW 15 Megan Rapinoe Uscita al 61’ 61’
CF 13 Alex Morgan Uscita al 86’ 86’
CF 10 Carli Lloyd (c)
Sostituzioni:
DF 5 Kelley O'Hara Ingresso al 61’ 61’
FW 20 Abby Wambach Ingresso al 79’ 79’
DF 3 Christie Rampone Ingresso al 86’ 86’
Selezionatore:
Regno Unito Jill Ellis
GK 18 Ayumi Kaihori
RB 19 Saori Ariyoshi
CB 3 Azusa Iwashimizu Uscita al 33’ 33’
CB 4 Saki Kumagai
LB 5 Aya Sameshima
CM 6 Mizuho Sakaguchi
CM 13 Rumi Utsugi
RW 9 Nahomi Kawasumi Uscita al 39’ 39’
LW 8 Aya Miyama (c)
CF 11 Shinobu Ohno Uscita al 60’ 60’
CF 17 Yūki Ōgimi
Sostituzioni:
MF 10 Homare Sawa Ammonizione al 82’ 82’ Ingresso al 33’ 33’
FW 15 Yuika Sugasawa Ingresso al 39’ 39’
FW 16 Mana Iwabuchi Ammonizione al 85’ 85’ Ingresso al 60’ 60’
Selezionatore:
Norio Sasaki

Player of the Match:
Carli Lloyd (Stati Uniti)

Assistenti arbitrali:
Nataliya Rachynska (Ucraina)
Yolanda Parga (Spagna)
Quarto uomo:
Claudia Umpierrez (Uruguay)
Quinto uomo:
Loreto Toloza (Cile)

Regole incontro:

  • 90 minuti.
  • 30 minuti di tempi supplementari se necessario.
  • Tiri di rigore se l'incontro finisce in parità.
  • Dodici atlete a disposizione come sostituti.
  • Tre sostituzioni massime durante l'incontro.

Classifica marcatrici[modifica | modifica wikitesto]

Classifica definitiva al 5 luglio 2015.[7]

6 reti
5 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Remarkable interest in hosting FIFA competitions, fifa.com, 17 gennaio 2011. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  2. ^ Zimbabwe withdraws bid to host 2015 Women's World Cup, bbc.co.uk, 1º marzo 2011. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  3. ^ Winnipeg Stadium, ctv.ca. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  4. ^ The party's over ... what's next?, Edmonton Journal, 1º dicembre 2010. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  5. ^ Germania 2011: Regolamento FIFA.com
  6. ^ a b (EN) Tactical Line-up – United States-Japan (PDF) su FIFA.com, Fédération Internationale de Football Association, 6 luglio 2015. URL consultato il 6 luglio 2015.
  7. ^ (EN) Statistics — Players — Top goals su FIFA.com. URL consultato il 21 giugno 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]