Ramona Bachmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ramona Bachmann
C10 Ramona Bachmann 111023 Sverige-Schweiz 3-0 8413.jpg
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 164 cm
Peso 57 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Paris SG
Carriera
Giovanili
1997-2006non conosciuta Malters
Squadre di club1
2006LUwin.ch8 (8)
2007-2009Umeå IK50 (27)
2010Atlanta Beat10 (1)
2011Umeå IK21 (13)
2012-2013LdB Malmö42 (25)
2014-2015Rosengård31 (20)
2015-2016Wolfsburg24 (5)
2017-2020Chelsea48 (7)
2020-Paris SG9 (2)
Nazionale
2005-2006Svizzera Svizzera U-173 (1)
2006-2009Svizzera Svizzera U-196 (9)
2006-2010Svizzera Svizzera U-205 (0)
2007-Svizzera Svizzera125 (53)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2021

Ramona Bachmann (Malters, 25 dicembre 1990) è una calciatrice svizzera, attaccante del Paris Saint-Germain e della nazionale svizzera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2015, mentre sta disputando i Mondiali di Canada 2015, Bachmann decide di fare coming out rivelando di aver vissuto per un anno con la fidanzata Camille.[1][2][3]

In seguito vive una relazione per tre anni con la connazionale Alisha Lehmann, attaccante del West Ham e della nazionale svizzera.

In conseguenza della decisione di Bachmann di lasciare il Chelsea e il Regno Unito per trasferirsi in Francia, al Paris Saint-Germain, dopo aver provato le difficoltà di una relazione a distanza[4] la coppia annuncia la loro separazione nel marzo 2021.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Bachmann si interessa al calcio fin da giovanissima, condividendo la passione con il padre e il fratello, entrambi calciatori[5], iniziando nelle giovanili del Malters, Malters, cittadina del Canton Lucerna dove cresce con la famiglia, dall'età di 5 anni. In precedenza era stata la mascotte della squadra dei ragazzi del club, allenata da suo padre. All'età di 13 anni entra a far parte della squadra U-18 dell'FC Malters e nel 2005 diventa campionessa svizzera e vincitrice della coppa di questa fascia d'età. La stagione successiva, fu la più giovane giocatrice della Lega Nazionale B, secondo livello del campionato svizzero, inserita in rosa durante il campionato.[6]

Nell'estate 2006 si trasferisce alle campionesse in carica del LUwin.ch, disputando per la prima volta in carriera un campionato di primo livello, la Lega Nazionale A. Gioca la prima parte della campionato nazionale 2006-2007 mettendosi particolarmente in luce, rimanendo, fino alla pausa invernale della stagione, in testa alla classifica delle migliori marcatrici e restando legata alla società di Lucerna fino al marzo 2007, prima del termine del campionato.

Già durante il calciomercato invernale Bachmann aveva colto l'occasione per disputare il suo primo campionato all'estero, sottoscrivendo il suo primo contratto da professionista con l'Umeå IK e debuttando in Damallsvenskan, livello di vertice del campionato svedese, per il campionato 2007. Alla prima stagione in cui indossa la maglia delle campionesse di Svezia in carica viene impiegata in otto incontri di campionato e in Svenska Cupen, festeggiando con le compagne la vittoria in entrambi i tornei, la stagione dove la squadra ottiene anche il suo primo triplete campionato-Coppa-Supercoppa. Veste la maglia della società di Umeå anche per le due stagioni successive, ottenendo un double campionato-Supercoppa nel 2008 mentre nel 2009 deve cedere entrambi i titoli alle rivali del Linköping, arrivando seconda ad un punto in campionato, e perdendo contro di loro anche la finale di Coppa di Svezia. Pur nella delusione di non aver conseguito alcun trofeo, il 2009 la vede vincere il premio per la calciatrice svizzera dell'anno.[7]

Bachmann con la tenuta completamente nera dell'Umeå IK nel luglio 2011.

Nel 2010 Bachmann decide di trasferirsi negli Stati Uniti d'America, accettando la proposta delle neofondata Atlanta Beat iscritta alla Women's Professional Soccer come prima scelta nell'International Draft del 2009.[8] Dopo una stagione vanificata da una serie di infortuni e dopo che il suo contratto con l'Atlanta Beat non venne rinnovato, Bachmann ha respinto le offerte provenienti da Germania, Inghilterra e Stati Uniti per tornare all'Umeå per la stagione 2011.[9] Il ritorno in tenuta giallonera è soddisfacente, con la squadra in grado di raggiungere 3º posto in campionato, mentre In Coppa viene eliminata già agli ottavi di finale. Con 13 reti su 21 incontri di campionato, Bachmann è la migliore realizzatrice della squadra, piazzandosi al 5º posto della classifica marcatrici a 3 reti dalla coppia Manon Melis e Margrét Lára Viðarsdóttir.

Dopo una stagione lascia la società di Umeå rimanendo però in Svezia, firmando con il LdB Malmö spostandosi dalla contea di Västerbotten a quella della Scania per le successive due stagioni. Nel 2012 conquista la sua terza Supercoppa, la seconda consecutiva per la squadra sponsorizzata Lait de Beauté, nell'incontro vinto, come l'edizione precedente, per 2-1 con il Kopparbergs Göteborg, mentre nel 2013 condivide con le compagne la conquista dell'ottavo titolo nazionale per la società e il suo terzo personale.

Nel mese di dicembre 2013 il club si associò alla squadra maschile della città, il Fotboll Club Rosengård, cambiando per la nuova stagione 2014 la sua denominazione ufficiale, assumendo quella della squadra del quartiere di Malmö[10]. Nel 2014 con la nuova denominazione difese con successo il titolo conquistando l'anno precedente, vincendo 18 partite su 20 e distanziando il KIF Örebro, secondo classificato, di 12 punti. Bachmann, che fa coppia nel reparto offensivo con Anja Mittag ex Turbine Potsdam dal 2012, dopo la partenza di Manon Melis per il Kopparbergs Göteborg, torna ad essere la seconda marcatrice della squadra dietro la tedesca, capocannoniere del torneo con 21 reti realizzate, con 11 centri e 4º posto assoluto in campionato[11]. La stagione successiva la squadra vede perdere il proprio bomber Mittag, trasferitasi al Paris SG, con Bachmann che si assume l'onere di guidare l'attacco del Rosengård almeno fino alla 14ª giornata del campionato 2015, siglando 9 reti su 13 presenze prima di decidere di lasciare la squadra per una nuova avventura all'estero, scegliendo il Wolfsburg e firmando con il club tedesco un contratto triennale[12] a partire dalla stagione 2015-2016.[13][14]

Nella prima stagione Bachmann fa il suo debutto in tenuta bianco-verde nella Frauen-Bundesliga il 6 settembre 2015, alla 2ª giornata di campionato, rilevando al 58' Anna Blässe nell'incontro casalingo vinto per 2-0 sul Werder Brema[15], andando a segno per la prima volta il mese successivo, siglando all'81' la rete del parziale 2-0 nella rocambolesca partita pareggiata in zona Cesarini dal Friburgo[16]. Matura 19 presenze in campionato, segnando 4 reti, alle quali si aggiungono 4 presenze in Coppa di Germania, dove condivide con le compagne la conquista della terza coppa per la società, e le 9 in Champions League, ovvero tutte quelle dai sedicesimi di finale alla finale, poi persa ai rigori, con l'Olympique Lione, e segnando durante il torneo due reti, nel ritorno dei quarti al Brescia e all'andata delle semifinali al 1. FFC Francoforte.

Bachmann con la maglia del Chelsea nel 2017.

Alla sua seconda stagione il tecnico Ralf Kellermann, che aveva espresso soddisfazione al suo arrivo in squadra, ritiene al di sotto delle proprie aspettative le prestazioni dell'attaccante svizzera, impiegando Bachmann in campionato, partendo più volte dalla panchina, in 5 occasioni, segnando la rete che fissa sul 2-0 il risultato sul Bayer Leverkusen alla 2ª giornata, e nell'andata degli ottavi di finale di Champions League vinta 5-1 con le svedesi dell'Eskilstuna United. Matura così la decisione congiunta di lasciare il club prima della scadenza del contratto[17]. Si apre perciò la prospettiva per giocare nel suo terzo campionato estero, concretizzando l'interesse espresso dal Chelsea per portare l'elvetica a giocare nel campionato inglese.

A disposizione del tecnico Emma Hayes, gioca con la maglia delle Blues la stagione 2017, debuttando in FA Women's Super League 1 il 30 aprile, nell'incontro casalingo vinto 6-0 sullo Yeovil Town, sostituendo Drew Spence al 69' e fissando il risultato al 76' con la sua prima rete "inglese", giocando tutti gli 8 incontri di campionato (le cosiddette Spring Series), portando a 3 i suoi centri segnando inoltre al Sunderland e al Bristol City, e festeggiando con le compagne la conquista del titolo di campione d'Inghilterra, il secondo per il club.

Rimane legata al club per altre tre stagioni, vincendo altri due titoli nazionali, i campionati di WSL 1 2017-2018 e di WSL 2019-2020, quest'ultimo chiuso anzitempo per le restrizioni dovute alle conseguenze della pandemia di COVID-19, una FA Women's Cup battendo in finale, per 3-1, l'Arsenal, nell'incontro del 5 maggio 2018 davanti al pubblico del Wembley Stadium, grazie anche alla sua doppietta che apre le marcature nell'incontro[18], e tornando inoltre a disputare la Champions League nella stagione 2017-2018 e in quella successiva, conclusa in entrambe alle semifinali, eliminata rispettivamente dalle sue ex compagne del Wolfsburg e dalle francesi dell'Olympique Lione, squadra che poi conquista il suo sesto titolo continentale. All'estate 2020 complessivamente matura 88 presenze e 19 reti, delle quali 48 e 7 in campionato e 14 con 3 reti in Champions, decidendo anche di concludere la sua avventura inglese per scegliere un nuovo campionato estero.

All'inizio di luglio 2020 viene infatti annunciato il suo arrivo al Paris Saint-Germain, firmando un contratto biennale[19][20] per giocare dalla stagione entrante nel suo primo campionato francese. Il tecnico Olivier Echouafni in realtà la impiega per la prima volta nel corso della non ancora conclusa stagione 2019-2020, con il debutto assoluto con la maglia del PSG il 2 agosto in occasione delle semifinali di Coppa di Francia, incontro concluso con la vittoria della sua squadra per 2-1 sulle avversarie del Bordeaux, torneo poi conquistato dalle eterne rivali dell'Olympique Lione solo dopo i calci di rigore, giocando inoltre i quarti di finale di Champions League 2019-2020, 2-1 sull'Arsenal, e le semifinali, dove l'OL passa il turno battendola per 1-0.

Dopo averla lasciata a riposo alla 1ª giornata, Echouafni la impiega dal successivo incontro di campionato, dove scende titolare nel pareggio in trasferta a reti inviolate con il Bordeaux, per poi darle spazio sia in Coppa che in Women's Champions League.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bachmann inizia ad essere convocata dalla Federcalcio svizzera (ASF-SFV) nel 2005, chiamata dal tecnico della formazione Under-17 Susanne Gubler in occasione della doppia amichevole del 25 e 27 ottobre con l'Inghilterra e scendendo in campo da titolare in entrambi gli incontri.[21] Tornata in rosa l'anno successivo, convocata da Walter Späni per l'incontro del 30 maggio con le pari età della Svezia, sigla la sua prima rete in maglia rossocrociata, quella che al 61' fissa il risultato sull'1-0.[22] Le presenze nella più giovane delle squadre femminili elvetiche rimarranno solo quelle tre, tutte in amichevole essendo il primo torneo ufficiale UEFA organizzato nel 2008, così come il primo Mondiale di Nuova Zelanda, con le qualificazioni iniziate nel 2007.

In quello stesso anno è chiamata per la prima volta anche nella Under-20 impegnata nel Mondiale di Russia 2006. Bachmann che, sedicenne, in quell'occasione è una delle giocatrici più giovani del torneo[23], disputa tutti i tre incontri giocati nel trofeo FIFA, dove la Svizzera, inserita nel gruppo C con Corea del Nord, Germania e Messico, li perde tutti venendo eliminata già alla fase a gironi.[24] Poche settimane prima, non le era stato permesso di prendere parte al campionato europeo Under-19, in Svizzera, in quanto ritenuta troppo giovane.[25] Vestirà la maglia dell'Under-20 anche in occasione del successivo Mondiale di Germania 2010, marcando 2 presenze; come in Russia quattro anni prima, le rossocrociate non riescono a essere incisive, perdendo tutti i tre incontri del gruppo D rispettivamente con Corea del Sud, Stati Uniti e Ghana, chiudendo il girone all'ultimo posto e di conseguenza venendo eliminate già alla fase a gironi.[26]

Nel 2006, benché ancora in quota per l'Under-17, arriva anche la prima convocazione per l'Under-19 da parte del duo tecnico Claudio Taddei e Brigitte Steiner. Bachmann fa il suo esordio il 13 settembre, a Šenčur, nell'amichevole vinta per 2-0 sulle pari età della Slovenia siglando anche il suo primo gol in U-19 aprendo le marcature al 4'. Con la coppia Luca Balduzzi, che ha rilevato Taddei a fianco di Steiner, viene confermata in rosa per il suo primo incontro ufficiale UEFA, il 10 aprile, nel primo dei tre incontri del gruppo 6 validi per la seconda fase di qualificazione all'Europeo di Islanda 2007, dove va anche a rete aprendo nuovamente le marcature nella vittoria per 5-0 sulla Serbia.[27] Gioca inoltre i successivi incontri, quello perso 3-2 con l'Italia e quello perso 3-1 con la Spagna dove sigla anche la rete del parziale pareggio per la Svizzera.[26]

Del 2007 è la prima convocazione nella nazionale maggiore, chiamata dal commissario tecnico Béatrice von Siebenthal, non ancora diciassettenne, in occasione della doppia amichevole del 15 e 17 giugno con la Svezia, e dove fa il suo esordio nel primo dei due incontri, perso per 1-0, e dove si fa espellere per doppia ammonizione.[28][29]

Dopo una pausa di circa due anni, con Yannick Schwery che sostituisce Balduzzi a fianco di Steiner nella conduzione tecnica della formazione giovanile, Bachmann torna ad indossare la maglia dell'Under-19, disputando il secondo turno della fase eliminatoria di qualificazione all'Europeo di Bielorussia 2009, contribuendo al passaggio del turno segnando 2 reti, aprendo le marcature nella vittoria per 3-0 sull'Italia del 23 aprile e, due giorni più tardi, in quella per 7-3 con i Paesi Bassi. Le elvetiche, dopo aver chiuso al primo posto entrambi i gironi, passato il primo turno da seconda il gruppo 10, a pari punti con la Danimarca, si classificano al primo posto, imbattute, nel gruppo 5 del secondo turno, guadagnando così la quinta partecipazione delle rossocrociate al torneo continentale di categoria. In Bielorussia, inserite nel girone A con la nazionale padrona di casa, Germania e Francia, vince due incontri perdendone uno, quello con le tedesche, risultato che, tranne le bielorusse, accomuna la prime tre classificate, ma che la Svizzera chiude al secondo posto per una migliore differenza reti. Passato il turno, il percorso delle elvetiche si ferma in semifinale, battute 3-0 dall'Inghilterra che le elimina dal torneo.[26]

Nel frattempo continuano le convocazioni nella nazionale maggiore, esordendo in un torneo ufficiale UEFA il 22 agosto 2007, in occasione della pesante sconfitta per 7-0 con la Germania durante le qualificazioni, nel gruppo 4, all'Europeo di Finlandia 2009. Per la prima rete deve invece attendere quasi un anno, segnando il primo dei due gol rossocrociati nel pareggio, in amichevole, con la Norvegia del 17 luglio 2008.[26]

von Siebenthal la impiega con regolarità nei successivi tre anni, in svariate amichevoli, nelle qualificazioni al Mondiale di Germania 2011, dove segna 4 reti ma fallendo l'accesso alla fase finale, alla Cyprus Cup, nelle edizioni 2010, prima partecipazione della Svizzera al torneo e dive si mette in luce segnando una doppietta al Sudafrica, e la successiva del 2011, e infine nelle prime partite delle qualificazioni all'Europeo di Svezia 2013 prima di lasciare l'incarico alla nuova CT, la tedesca Martina Voss-Tecklenburg.[26]

La formazione della nazionale maggiore prima dell'amichevole del 5 aprile 2015 vinta 3-1 sulla Svezia: Bachmann, col numero 10, è l'ultima a destra tra quelle in prima fila.

Con il nuovo tecnico Bachmann coglie i maggiori successi della carriera in nazionale, riuscendo a qualificarsi per la prima volta ad una fase finale di un campionato mondiale, quello di Canada 2015 dove dopo essere tra le terze migliori classificate alla fase a gironi, arriva agli ottavi di finale eliminata dal Canada, e per la prima volta a quella finale di un Europeo, quello dei Paesi Bassi 2017, eliminata nella fase a gironi. In questo periodo ricopre i ruoli sia di attaccante che di centrocampista offensivo, siglando 11 delle 29 reti segnate dalla Svizzera nel gruppo 2 delle qualificazioni a Euro 2013, seconda realizzatrice del girone dietro alla tedesca Célia Okoyino da Mbabi, mancando tuttavia l'opportunità a partecipare all'Europeo in quanto la sua nazionale si classifica solamente al quarto posto.

Nei sei anni della gestione Voss-Tecklenburg colleziona quattro convocazioni alla Cyprus Cup, compresa la vittoria del torneo all'edizione 2017, primo trofeo internazionale conquistato dalla nazionale femminile svizzera, battendo in finale la Corea del Sud per 1-0.

Nella progressione della sua squadra alla conquista della sua prima partecipazione mondiale, con 8 reti Bachmann è la terza realizzatrice del gruppo 3 della zona UEFA dopo Lara Dickenmann (10) e Ana-Maria Crnogorčević (9). Nel maggio 2015 Voss-Tecklenburg la inserisce nella lista definitiva delle 23 giocatrici in partenza per il Canada[30], impiegandola poi, da titolare, in ognuna delle quattro partite disputate dalla sua nazionale, le tre del gruppo C, dove con una vittoria e due sconfitte si classifica al terzo posto nella fase a gironi, superando comunque il turno come migliore terza grazie anche alla schiacciante vittoria per 10-1 sulle avversarie dell'Ecuador, e quella degli ottavi di finale, venendo eliminata di misura dalle padrone di casa del Canada con il risultato di 1-0.[26]

In seguito viene impiegata durante le qualificazioni all'Europeo dei Paesi Bassi 2017, disputando nel frattempo tre incontri delle qualificazioni alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, andando a rete nel primo, perso per 4-3 con i Paesi Bassi, fallendo la chance di partecipare alla prima Olimpiade per aver vinto solo quello sulla Norvegia. La competitività della squadra è confermata dall'accesso alla fase finale dell'Europeo, anche in questo caso primo torneo continentale raggiunto dalla nazionale elvetica. Bachmann segna 5 reti su 7 presenze nelle qualificazioni, mentre nella fase finale gioca da titolare tutte le tre partite del gruppo C della fase a gironi, dove la Svizzera supera l'Islanda 2-1 nel secondo incontro, l'unica vinta dalla sua nazionale che, dopo aver perso l'incontro inaugurale per 1-0 con l'Austria ed essersi fatta rimontare la rete di vantaggio dalla Francia nell'ultimo incontro, che con il risultato di 1-1 di fatto la elimina dal torneo.[26]

Negli anni seguenti gioca nelle qualificazioni al Mondiale di Francia 2019, 10 presenze e 2 reti per lei in quell'occasione, dove la Svizzera deve cedere l'accesso al torneo FIFA ai Paesi Bassi dopo la doppia finale ai play-off della zona UEFA.[26]

Inserita in rosa con la squadra che partecipa all'Algarve Cup 2019 dal nuovo CT, il danese Nils Nielsen, in quell'occasione indossa la fascia di capitano, giocando tutti i tre incontri della sua nazionale, i due della prima fase, sconfitta per 4-1 con la Svezia e vittoria per 3-1 sul Portogallo, e la finale per il 7º/8º posto persa con la Spagna 2-0. Continua a ricoprire il ruolo di capitano della squadra fino all'inizio di ottobre per poi passarla a Lia Wälti tranne quando quest'ultima non è tra le calciatrici scese in campo. Nel frattempo disputa le qualificazioni all'Europeo di Inghilterra 2022, con [Nielsen che rileva Voss-Tecklenburg nella conduzione tecnica della squadra dal gennaio 2019.[26]

Gioca la sua centesima partita in nazionale il 5 aprile 2019, in occasione dell'amichevole pareggiata 0-0 con la Finlandia.[31][32]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 aprile 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe internazionali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007 Svezia Umeå IK D ? ? CS ? ? UWC ? ? SC - - ? ?
2008 D 17 5 CS - - UWC 3 3 SC - - 20 8
2009 D 20 14 CS 3 2 UWCL - - SC - - 23 16
2010 Stati Uniti Atlanta Beat WPS 10 1 - - - - - - - - - 10 1
2011 Svezia Umeå IK D 21 13 CS 1 2 - - - - - - 22 15
Totale Umeå IK 58+ 32+ 4+ 4+ 3+ 3+ - - 65+ 39+
2012 Svezia LdB Malmö D 21 15 CS 3 0 UWCL 5 0 SC 1 1 30 16
2013 D 21 10 CS 2 5 UWCL - - - - - 23 15
Totale LdB Malmö 42 25 5 5 5 0 1 1 53 31
2014 Svezia Rosengård D 19 11 CS 3 0 UWCL 6 0 SC (nd)[33] - - 28 11
2015 D 13 9 CS - - UWCL - - SC - - 13 9
Totale Rosengård 32 20 3 0 6 0 - - 41 20
2015-2016 Germania Wolfsburg BL 19 4 CG 4 0 UWCL 9 2 - - 32 6
2016-2017 BL 5 1 CG - - UWCL 1 0 - - 6 1
Totale Wolfsburg 24 5 4 0 10 2 - - 38 7
2017 Inghilterra Chelsea WSL1 8 3 WC ? ? UWCL - - WSLC - - 8 3
2017-2018 WSL1 12 0 WC ? ? UWCL 7 2 WSLC 4 1 23 3
2018-2019 WSL 16 3 WC ? ? UWCL 7 1 WSLC 4 2 27 6
2019-2020 WSL 12 1 WC 2 ? UWCL - - WSLC 5 0 19 1
Totale Chelsea 48 7 13 6 14 3 13 3 88 19
2019-2020 Francia Paris SG D1 - - CF 2 0 UWCL 2 0 TC - - 4 0
2020-2021 D1 9 2 CF 1 0 UWCL 4 1 TC - - 14 3
Totale Paris Saint-Germain 9 2 3 0 6 1 - - 18 3
Totale carriera 323+ 92+ 32+ 15+ 42+ 9+ 14 4 411+ 130+

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-6-2007 Kumla Svezia Svezia 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 62’ 62’ Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 70’, 90’
17-6-2007 Glanshammar Svezia Svezia 4 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
22-8-2007 Coblenza Germania Germania 7 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2009 - Ammonizione al 30’ 30’
30-9-2007 Mogoșoaia Romania Romania 2 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 67’ 67’
28-10-2007 Rhyl Galles Galles 0 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2009 - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 82’, 86’
18-2-2008 Susa Tunisia Tunisia 0 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 63’ 63’
8-5-2008 Oberdorf Svizzera Svizzera 2 – 0 Galles Galles Qual. Euro 2009 - Ingresso al 56’ 56’
15-7-2008 Borlänge Stati Uniti Stati Uniti 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 67’ 67’
17-7-2008 Avesta Svizzera Svizzera 2 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole 1 Uscita al 74’ 74’
19-7-2008 Avesta Inghilterra Inghilterra 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
21-7-2008 Ludvika Scozia Scozia 0 – 5 Svizzera Svizzera Amichevole 2
30-8-2008 L'Aia Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2009 -
1-10-2008 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 3 Germania Germania Qual. Euro 2009 -
8-3-2009 Sesana Slovenia Slovenia 0 – 5 Svizzera Svizzera Amichevole 1
19-9-2009 Wohlen Svizzera Svizzera 2 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2011 -
23-9-2009 Fislisbach Svizzera Svizzera 1 – 2 Russia Russia Qual. Mondiali 2011 -
24-2-2010 Nicosia Canada Canada 2 – 1 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2010 - 1º turno -
26-2-2010 Nicosia Svizzera Svizzera 3 – 1 Sudafrica Sudafrica Cyprus Cup 2010 - 1º turno 2 Uscita al 70’ 70’
1-3-2010 Nicosia Svizzera Svizzera 2 – 2 Inghilterra Inghilterra Cyprus Cup 2010 - 1º turno - Uscita al 89’ 89’
31-3-2010 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2011 - Uscita al 90+1’ 90+1’
19-6-2010 Mosca Russia Russia 0 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2011 2 Ammonizione al 69’ 69’
23-6-2010 Kökşetaw Kazakistan Kazakistan 2 – 4 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2011 1 Uscita al 85’ 85’ Ammonizione al 83’ 83’
12-9-2010 Shrewsbury Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2011 - Uscita al 75’ 75’
16-9-2010 Wohlen Svizzera Svizzera 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2011 1
2-3-2011 Nicosia Francia Francia 2 – 0 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2011 - 1º turno - Uscita al 70’ 70’
4-3-2011 Larnaca Svizzera Svizzera 1 – 2 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Cyprus Cup 2011 - 1º turno -
7-3-2011 Larnaca Paesi Bassi Paesi Bassi 6 – 0 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2011 - 1º turno - Ingresso al 65’ 65’
9-3-2011 Larnaca Svizzera Svizzera 2 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Cyprus Cup 2011 - finale 11º/12º posto -
15-5-2011 Roma Canada Canada 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 65’ 65’
18-5-2011 Niederhasli Svizzera Svizzera 1 – 2 Canada Canada Amichevole - Uscita al 67’ 67’
17-9-2011 Augusta Germania Germania 4 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2013 1
21-9-2011 Aarau Svizzera Svizzera 4 – 1 Romania Romania Qual. Euro 2013 2
23-10-2011 Madrid Spagna Spagna 3 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2013 1
24-11-2011 Aarau Svizzera Svizzera 8 – 1 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2013 2 Uscita al 67’ 67’
31-3-2012 Aarau Svizzera Svizzera 5 – 0 Turchia Turchia Qual. Euro 2013 1 Uscita al 61’ 61’
5-4-2012 Aarau Svizzera Svizzera 0 – 6 Germania Germania Qual. Euro 2013 -
26-5-2012 Wohlen Svizzera Svizzera 1 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole 1 Uscita al 60’ 60’
16-6-2012 Aarau Svizzera Svizzera 4 – 3 Spagna Spagna Qual. Euro 2013 2
21-6-2012 Buftea Romania Romania 4 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2013 -
15-9-2012 Istanbul Turchia Turchia 1 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2013 2
19-9-2012 Karaganda Kazakistan Kazakistan 1 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2013 - Ammonizione al 65’ 65’
23-10-2012 Växjö Svezia Svezia 3 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole -
6-3-2013 Larnaca Canada Canada 2 – 0 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2013 - 1º turno -
8-3-2013 Nicosia Svizzera Svizzera 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Cyprus Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 62’ 62’
11-3-2013 Larnaca Finlandia Finlandia 2 – 3 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2013 - 1º turno 1 Uscita al 88’ 88’
6-4-2013 Nyon Svizzera Svizzera 3 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole - Uscita al 82’ 82’
19-6-2013 Helsinki Finlandia Finlandia 2 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole 1
21-9-2013 Nyon Svizzera Svizzera 9 – 0 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2015 2
26-9-2013 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2015 1
31-10-2013 Vejle Danimarca Danimarca 0 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2015 1 Uscita al 88’ 88’
7-3-2014 Paralimni Svizzera Svizzera 2 – 1 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Cyprus Cup 2014 - 1º turno - Uscita al 60’ 60’
10-3-2014 Paralimni Svizzera Svizzera 1 – 2 Irlanda Irlanda Cyprus Cup 2014 - 1º turno - Uscita al 24’ 24’
5-4-2014 Zugo Svizzera Svizzera 11 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2015 1 Uscita al 53’ 53’
10-4-2014 Aarau Svizzera Svizzera 1 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2015 -
8-5-2014 Nyon Svizzera Svizzera 3 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2015 -
14-6-2014 Wohlen Svizzera Svizzera 9 – 0 Israele Israele Qual. Mondiali 2015 2 Uscita al 72’ 72’
19-6-2014 Inđija Serbia Serbia 0 – 7 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2015 1 Ammonizione al 26’ 26’
20-8-2014 Cary Stati Uniti Stati Uniti 4 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
10-2-2015 Cesar Portogallo Portogallo 2 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
5-4-2015 Eskilstuna Svezia Svezia 1 – 3 Svizzera Svizzera Amichevole 1 Uscita al 89’ 89’
27-5-2015 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 3 Germania Germania Amichevole - Uscita al 80’ 80’
9-6-2015 Vancouver Giappone Giappone 1 – 0 Svizzera Svizzera Mondiali 2015 - 1º turno - Ammonizione al 22’ 22’
13-6-2015 Vancouver Svizzera Svizzera 10 – 1 Ecuador Ecuador Mondiali 2015 - 1º turno 3
16-6-2015 Edmonton Svizzera Svizzera 1 – 2 Camerun Camerun Mondiali 2015 - 1º turno -
22-6-2015 Vancouver Canada Canada 1 – 0 Svizzera Svizzera Mondiali 2015 - Ottavi di finale -
22-9-2015 Bienne Svizzera Svizzera 4 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 1 Uscita al 64’ 64’
24-10-2015 Cesena Italia Italia 0 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2017 2
27-10-2015 Bienne Svizzera Svizzera 4 – 0 Georgia Georgia Qual. Euro 2017 -
1-12-2015 Neuchâtel Svizzera Svizzera 5 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2017 1
2-3-2016 Amsterdam Svizzera Svizzera 3 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Olimpiadi 2016 1
5-3-2016 Utrecht Svezia Svezia 1 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Olimpiadi 2016 -
9-3-2016 Rotterdam Svizzera Svizzera 2 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Olimpiadi 2016 -
9-4-2016 Bienne Svizzera Svizzera 2 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2017 1
4-6-2016 Jablonec nad Nisou Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 5 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2017 -
15-9-2016 Gori Georgia Georgia 0 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2017 -
20-9-2016 Bienne Svizzera Svizzera 4 – 0 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2017 -
1-3-2017 Larnaca Belgio Belgio 2 – 2 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2017 - 1º turno - Uscita al 59’ 59’
3-3-2017 Larnaca Svizzera Svizzera 1 – 0 Corea del Nord Corea del Nord Cyprus Cup 2017 - 1º turno - Uscita al 75’ 75’
8-3-2017 Larnaca Svizzera Svizzera 1 – 0 Corea del Sud Corea del Sud Cyprus Cup 2017 - Finale - Uscita al 86’ 86’
10-4-2017 Skien Norvegia Norvegia 2 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole 1 Uscita al 42’ 42’
18-7-2017 Deventer Austria Austria 1 – 0 Svizzera Svizzera Euro 2017 - 1º turno -
22-7-2017 Doetinchem Islanda Islanda 1 – 2 Svizzera Svizzera Euro 2017 - 1º turno 1 Uscita al 90+9’ 90+9’
26-7-2017 Breda Svizzera Svizzera 1 – 1 Francia Francia Euro 2017 - 1º turno -
15-9-2017 Elbasan Albania Albania 1 – 4 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2019 1
19-9-2017 Bienne Svizzera Svizzera 2 – 1 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2019 -
28-11-2017 Sciaffusa Svizzera Svizzera 5 – 1 Albania Albania Qual. Mondiali 2019 1 Uscita al 75’ 75’
28-2-2018 Larnaca Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2018 - 1º turno -
5-3-2018 Larnaca Svizzera Svizzera 0 – 0 Galles Galles Cyprus Cup 2018 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
7-3-2018 Larnaca Corea del Nord Corea del Nord 2 – 1 Svizzera Svizzera Cyprus Cup 2018 - Finale 3º/4º posto - Ammonizione al 32’ 32’
5-4-2018 Zurigo Svizzera Svizzera 1 – 0 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2019 -
12-6-2018 Minsk Bielorussia Bielorussia 0 – 5 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2019 -
30-8-2018 Glasgow Scozia Scozia 2 – 1 Polonia Polonia Qual. Mondiali 2019 -
4-9-2018 Varsavia Polonia Polonia 0 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2019 -
5-10-2018 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2019 - Ammonizione al 64’ 64’
9-10-2018 Bienne Svizzera Svizzera 1 – 1 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2019 - Uscita al 84’ 84’ Ammonizione al 39’ 39’
13-11-2018 Sciaffusa Svizzera Svizzera 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2019 -
27-2-2019 Faro Svezia Svezia 4 – 1 Svizzera Svizzera Algarve Cup 2019 - 1º turno - Ammonizione al 41’ 41’
4-3-2019 Vila Real de Santo António Svizzera Svizzera 3 – 1 Portogallo Portogallo Algarve Cup 2019 - 1º turno -
6-3-2019 Albufeira Svizzera Svizzera 0 – 2 Spagna Spagna Algarve Cup 2019 - finale 7º/8º posto - Uscita al 46’ 46’
5-4-2019 Bienne Svizzera Svizzera 0 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
9-4-2019 Winterthur Svizzera Svizzera 1 – 0 Slovacchia Slovacchia Amichevole -
29-5-2019 Ferrara Italia Italia 3 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 80’ 80’
3-9-2019 Sciaffusa Svizzera Svizzera 4 – 0 Lituania Lituania Qual. Euro 2022 1
4-10-2019 Šiauliai Lituania Lituania 0 – 3 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2022 -
8-10-2019 Thun Svizzera Svizzera 2 – 0 Croazia Croazia Qual. Euro 2022 -
12-11-2019 Sciaffusa Svizzera Svizzera 6 – 0 Romania Romania Qual. Euro 2022 3
6-3-2020 Marbella Svizzera Svizzera 1 – 1 Austria Austria Amichevole - cap. Uscita al 55’ 55’
18-9-2020 Zaprešić Croazia Croazia 1 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2022 1 Ammonizione al 90’ 90’
22-9-2020 Thun Svizzera Svizzera 2 – 1 Belgio Belgio Qual. Euro 2022 - Uscita al 90+2’ 90+2’
27-10-2020 Mogoșoaia Romania Romania 0 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2022 -
1-12-2020 Lovanio Belgio Belgio 4 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2022 -
20-2-2021 Metz Francia Francia 2 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Uscita al 85’ 85’
23-2-2021 Metz Francia Francia 2 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole - Ammonizione al 47’ 47’
9-4-2021 Chomutov Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2022 - Play-off - Ammonizione al 76’ 76’
13-4-2021 Thun Svizzera Svizzera 1 – 1 dts
(3 - 2 dcr)
Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2022 - Play-off - Uscita al 71’ 71’
Totale Presenze 125 Reti 53
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-8-2006 Mosca Svizzera Under-20 Svizzera 2 – 4 Messico Messico Under-20 Mondiali Under-20 2006 - 1º turno -
21-8-2006 Mosca Corea del Nord Under-20 Corea del Nord 0 – 4 Svizzera Svizzera Under-20 Mondiali Under-20 2006 - 1º turno -
24-8-2006 San Pietroburgo Germania Under-20 Germania 6 – 0 Svizzera Svizzera Under-20 Mondiali Under-20 2006 - 1º turno -
14-7-2010 Dresda Svizzera Under-20 Svizzera 0 – 4 Corea del Sud Corea del Sud Under-20 Mondiali Under-20 2010 - 1º turno - Ammonizione al 90’ 90’
17-7-2010 Dresda Stati Uniti Under-20 Stati Uniti 5 – 0 Svizzera Svizzera Under-20 Mondiali Under-20 2010 - 1º turno - Uscita al 74’ 74’
Totale Presenze 5 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera Under-19
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-9-2006 Šenčur Slovenia Under-19 Slovenia 0 – 2 Svizzera Svizzera Under-19 Amichevole 1 Uscita al 68’ 68’
10-4-2007 Borgo Valsugana Svizzera Under-19 Svizzera 5 – 0 Serbia Serbia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2007 1 Uscita al 45’ 45’
12-4-2007 Trento Italia Under-19 Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Under-19 Qual. Europeo Under-19 2007 - Ammonizione al 44’ 44’
15-4-2007 Mezzolombardo Svizzera Under-19 Svizzera 1 – 3 Spagna Spagna Under-19 Qual. Europeo Under-19 2007 1 Ammonizione al 80’ 80’
23-4-2009 Altbüron Svizzera Under-19 Svizzera 3 – 0 Italia Italia Under-19 Qual. Europeo Under-19 2009 1
25-4-2009 Brunnen Svizzera Under-19 Svizzera 7 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Under-19 Qual. Europeo Under-19 2009 2 Uscita al 68’ 68’
Totale Presenze 6 Reti 6
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera Under-17
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-10-2005 Richmond upon Thames Inghilterra Under-17 Inghilterra 1 – 2 Svizzera Svizzera Under-17 Amichevole -
27-10-2005 Woking Inghilterra Under-17 Inghilterra 2 – 1 Svizzera Svizzera Under-17 Amichevole -
30-5-2006 Renens Svizzera Under-17 Svizzera 1 – 0 Svezia Svezia Under-17 Amichevole 1
Totale Presenze 3 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Umeå: 2007, 2008
LdB FC Malmö: 2013
Rosengård: 2014
Umeå: 2007
Umeå: 2007, 2008
LdB FC Malmö: 2012
Wolfsburg: 2015-2016
Chelsea: 2017, 2017-2018, 2019-2020
Chelsea: 2017-2018

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • UEFA Golden Player: 1
Campionato europeo di calcio femminile Under-19 2009
2009, 2015, 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) En plein Mondial, la star de l’équipe suisse fait son coming-out, su 360.ch, 16 giugno 2015.
  2. ^ (FR) Coupe du monde: La footballeuse suisse Ramona Bachmann fait son coming-out, su yagg.com, 16 giugno 2015.
  3. ^ (FR) Coupe du monde de football féminin : Ramona Bachmann, l’attaquante suisse fait son coming out, su jeanne-magazine.com, 16 giugno 2015. URL consultato il 23 marzo 2021.
  4. ^ (EN) Molly McElwee, 'Switch to PSG was the right thing even if it meant us being apart as a couple', su telegraph.co.uk/, 5 dicembre 2020. URL consultato il 23 marzo 2021.
  5. ^ Julia Driesen-Rosenberg, Swiss Football Awards, premiati Bachmann e Seferovic, su swisslife.ch, 25 settembre 2019. URL consultato il 20 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2019).
  6. ^ Sito ufficiale, su ramona-bachmann.com.
  7. ^ (EN) Diego and Ramona: Switzerland's Best Footballers, su Credit-suisse.com, 20 agosto 2009. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2011).
  8. ^ (EN) Ramona Bachmann, su womensprosoccer.com. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2012).
  9. ^ (SV) Bachmann tillbaka i UIK, su SVT.se, 29 novembre 2010. URL consultato il 2 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2012).
  10. ^ (SV) LDB blir FC Rosengård, su sydsvenskan.se, 9 ottobre 2013. URL consultato il 14 giugno 2017.
  11. ^ (SV) Guld Rosengård! Örebro tvåa, su svenskfotboll.se. URL consultato il 19 giugno 2017.
  12. ^ (EN) Ramona Bachmann signs three year contract for VfL Wolfsburg, su womenssoccerunited.com, 26 agosto 2015. URL consultato il 24 marzo 2021.
  13. ^ (DE) Wolfsburg verpflichtet Ramona Bachmann, su sportal.de, 26 agosto 2015. URL consultato il 24 marzo 2021.
  14. ^ (DE) Wolfsburg verpflichtet Schweizerin Bachmann, su DFB.de, 26 agosto 2015. URL consultato il 24 marzo 2021.
  15. ^ (EN) FLYERALARM Frauen-Bundesliga, 2015/2016, 2. Spieltag: VfL Wolfsburg vs SV Werder Bremen 2-0, su womenssoccerunited.com, 26 agosto 2015. URL consultato il 24 marzo 2021.
  16. ^ (DE) Freiburg schockt Wolfsburg in der Nachspielzeit, su DFB.de, 2 ottobre 2015. URL consultato il 24 marzo 2021.
  17. ^ (DE) Bachmann verlässt Wolfsburg im Winter, su DFB.de, 6 dicembre 2016. URL consultato il 24 marzo 2021.
  18. ^ (EN) Dream Come True for Ramona Bachmann, su thefa.com, 5 maggio 2018. URL consultato il 3 aprile 2021.
  19. ^ (FR) Par F.Gi., PSG féminin : une première recrue de taille avec Ramona Bachmann, su leparisien.fr, 3 luglio 2020. URL consultato il 3 aprile 2021.
  20. ^ (FR) Ramona Bachmann s'engage avec le Paris Saint-Germain, su psg.fr, 3 luglio 2020. URL consultato il 3 aprile 2021.
  21. ^ Squadre nazionali, Under 17 femminile: statistiche e risultati, su football.ch. URL consultato il 28 marzo 2021.
  22. ^ Partita internazionale - 30.05.2006 20:30 - Zone sportive du Censuy, Renens: Svizzera vs Svezia 1-0, su football.ch. URL consultato il 28 marzo 2021.
  23. ^ (EN) 2009: Ramona Bachmann, su UEFA.com, 26 luglio 2009. URL consultato il 19 marzo 2021.
  24. ^ Soccerway.com, Ramona Bachmann.
  25. ^ rotweiss.ch: [[[:Template:Toter Link]] Ma und Marta bei minus 23 Grad.] (PDF)
  26. ^ a b c d e f g h i ASF, Ramona Bachmann.
  27. ^ CE - qualificazioni - 10.04.2007 15:00 - Borgo Valsugana: Svizzera vs Serbia 5-0, su football.ch, 10 aprile 2007. URL consultato il 29 marzo 2021.
  28. ^ (DE) Andreas Schiendorfer, Diego und Ramona: die besten Fussballer der Schweiz, su regional-fussball.ch, 20 agosto 2009. URL consultato il 22 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2012).
  29. ^ Partita internazionale - 15.06.2007 18:00 - Kumla, Idrottsparken: Svezia vs Svizzera 1-0, su football.ch, 15 giugno 2007. URL consultato il 28 marzo 2021.
  30. ^ (DE) =Martina Voss benennt ihre 23 Spielerinnen für die WM in Kanada, su football.ch, 22 maggio 2015. URL consultato il 19 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2015).
  31. ^ ASF, Ramona Bachmann.
  32. ^ Swiss Football Awards, premiati Bachmann e Seferovic, su ticinonews.ch, 7 ottobre 2019. URL consultato il 20 dicembre 2019.
  33. ^ Non disputata.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4222155191935582440008 · GND (DE117914404X