Fara Williams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fara Williams
Fara Williams England Ladies v Montenegro 5 4 2014 790.jpg
Fara Williams nel 2014
Nome Fara Tanya Franki Williams Merrett
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 164 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Arsenal
Carriera
Giovanili
Chelsea
Squadre di club1
????-2001 Chelsea ? (?)
2001-2004 Charlton Athletic ? (?)
2004-2012 Everton ? (?)
2012-2016 Liverpool 42 (9)
2016- Arsenal 3 (0)
Nazionale
1999-???? Inghilterra Inghilterra U-18  ? (?)
2001- Inghilterra Inghilterra 148 (40)
2012 Regno Unito Regno Unito 5 (0)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Canada 2015
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Finlandia 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 aprile 2016 (club), 7 gennaio 2016 (Nazionale)

Fara Tanya Franki Williams Merrett (Londra, 25 gennaio 1984) è una calciatrice britannicacentrocampista dell'Arsenal e della Nazionale inglese, vestendo inoltre la maglia della Nazionale britannica durante il torneo femminile ai Giochi della XXX Olimpiade.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Fara Williams è cresciuta calcisticamente nelle giovanili del Chelsea[1]. Nel 2001 ha firmato per il Charlton e al termine della stagione 2001-02 ha vinto il premio come miglior giovane dell'anno (FA Young Player of the Year Award)[1]. A causa di un infortunio alla schiena ha saltato buona parte della stagione 2002-03, mentre nella stagione successiva ha contribuito agli ottimi risultati raggiunti dal Charlton: secondo posto in Premier League, finale di FA Women's Cup e vittoria della FA Women's Premier League Cup contro il Fulham[2].

Nell'estate del 2004 si è trasferita all'Everton, i cui tifosi l'hanno chiamata "Queen Fara"[3]. Alla prima stagione all'Everton ha disputato la sua terza finale di FA Women's Cup contro la sua ex-squadra, il Charlton, perdendo per la terza volta consecutiva[4]. Nella stagione 2007-08 ha vinto la sua seconda FA Women's Premier League Cup con l'Everton che ha sconfitto l'Arsenal nella finale giocata al Brisbane Road. Invece, nella semifinale di FA Cup persa ai tiri di rigore contro il Leeds ha sbagliato due rigori, uno nel corso della partita e l'altro dei tiri di rigore finali[5]. Nonostante nella stagione 2008-09 l'Everton ha perso il titolo per una peggior differenza reti rispetto all'Arsenal, Fara Williams ha vinto il premio di miglior giocatrice dell'anno (FA Players' Player of the Year Award).

Il 23 settembre 2009 Fara Williams è stata scelta dai Philadelphia Independence nel draft della Women's Professional Soccer assieme alla connazionale Lianne Sanderson, ma alla fine ha deciso di rimanere all'Everton[6]. E nella stagione seguente conquista con l'Everton la sua prima FA Cup sconfiggendo in finale l'Arsenal dopo i tempi supplementari.

L'avventura di Fara Williams all'Everton si è conclusa nel novembre 2012, quando assieme alla compagna di squadra Natasha Dowie si è trasferita alle rivali cittadine del Liverpool, che stava costruendo una squadra in grado di interrompere la supremazia dell'Arsenal[7]. Infatti, il Liverpool ha vinto per due anni consecutivi la FA Women's Super League[8]. Nel corso della stagione 2015 Fara Williams è stata lontana dal campo da gioco per tre mesi a causa di un infortunio al tendine rotuleo[9].

Il 7 gennaio 2016 ha lasciato il Liverpool dopo tre stagioni e ha firmato per l'Arsenal[10].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2001, grazie alle prestazioni offerte all'inizio della sua prima stagione al Charlton, ha attratto le attenzioni di Hope Powell, l'allenatore della Nazionale inglese, che l'ha convocata per la sfida contro il Portogallo[1]. È entrata in campo a partita in corso e ha esordito all'età di 17 anni[11]. Ha giocato da titolare la partita di ritorno a Portsmouth, segnando la sua prima rete con la maglia della nazionale[11].

Nell'agosto 2002 ha fatto parte della selezione inglese che ha partecipato alla campionato mondiale Under-19, disputato in Canada[1].

Fara Williams ha fatto parte della Nazionale inglese in tre edizioni del campionato europeo di calcio femminile (2005, 2009 e 2013) e in tre edizioni del campionato mondiale di calcio femminile (2007, 2011 e 2015), vincendo la medaglia di argento agli Europei 2009 e la medaglia di bronzo ai Mondiali 2015.

Ha raggiunto le 100 presenze in maglia inglese il 1º marzo 2012 in occasione della sfida alla Svizzera in Cyprus Cup e nell'occasione realizza la rete che decide l'incontro[12]. Il 3 agosto 2014 nella partita contro la Svezia ha raggiunto le 130 presenze in nazionale, diventando la calciatrice con più presenze nella storia della Nazionale inglese[13].

Nella finale per il terzo posto dei Mondiali 2015, dopo aver realizzato due calci di rigore nel corso della manifestazione, Fara Williams ha realizzato il calcio di rigore al 3' del secondo tempo supplementare contro la Germania. Questo calcio di rigore è stato decisivo per la conquista della medaglia di bronzo per la Nazionale inglese, nonché per la prima vittoria in assoluto dell'Inghilterra sulla Germania[14].

Nel giugno 2012 ha fatto parte della Nazionale del Regno Unito, che ha partecipato al torneo di calcio in occasione dei Giochi della XXX Olimpiade di Londra[15].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

FA Women's Super League: 2

Liverpool: 2013, 2014

FA Women's Cup: 1

Everton: 2009-2010

FA Women's Premier League Cup: 2

Charlton Athletic: 2003-2004
Everton: 2007-2008

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cyprus Cup: 3

2009, 2013, 2015

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

  • FA International Player of the Year Award: 2
2006–07, 2008–09
  • FA Players' Player of the Year Award: 1
2008–09
  • FA Young Player of the Year Award: 1
2001–02
  • PFA Team of the Year Award: 1
2013-2014

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi al calcio femminile e alla carità.»
— 31 dicembre 2015[16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Farah Williams, su www.bbc.co.uk, 26 aprile 2003. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  2. ^ (EN) Too close to call, su www.bbc.co.uk, 28 aprile 2004. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) England's lionesses; Pole dancer, juggler, lawyer, mum..our women's Euro finalists., su www.thefreelibrary.com, 20 settembre 2009. URL consultato il 3 febbraio 2009.
  4. ^ (EN) Third time lucky, su www.thefa.com, 3 maggio 2005. URL consultato il 3 febbraio 2009.
  5. ^ (EN) Arsenal face Leeds in Cup final, su www.bbc.co.uk, 16 marzo 2008. URL consultato il 3 febbraio 2009.
  6. ^ (EN) Everton's Fara Williams declines move to American league, su www.theguardian.com, 14 marzo 2010. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  7. ^ (EN) Liverpool sign Everton's Fara Williams and Natasha Dowie, su www.bbc.com, 14 novembre 2012. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  8. ^ (EN) Katrin Omarsdottir helps Liverpool to first title, su www.thetimes.co.uk, 30 settembre 2013. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  9. ^ (EN) Liverpool Ladies: Injuries 'impacted' on season, says Beard, su www.bbc.com, 13 ottobre 2015. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  10. ^ Calcio femminile: Fara Williams dal Liverpool all’Arsenal, su www.mondopallone.it, 7 gennaio 2016. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  11. ^ a b (EN) England Player Biographies, su www.womensoccer.com, 7 maggio 2003. URL consultato il 3 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  12. ^ (EN) England beat Switzerland in Cyprus Cup, su www.bbc.com, 1 marzo 2012. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  13. ^ (EN) Fara Williams becomes most capped player in the history of English football, su www.sportsister.com, 4 agosto 2014. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) Germany Women 0-1 England Women, su www.bbc.com, 4 luglio 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  15. ^ (EN) Team GB women's squad for London 2012 announced, su www.bbc.com, 26 giugno 2012. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  16. ^ The London Gazette (PDF), nº 61450, 30 December 2015, p. N25.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]