Tientsin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Tientsin
municipalità
(ZH) 天津
abbrev. 津 (Jīn)
天津市, Municipalità di Tianjin
Tientsin – Veduta
Dati amministrativi
Stato Cina Cina
Governatore Huang Xingguo
Segretario PCC Zhang Gaoli
Territorio
Coordinate 39°08′N 117°11′E / 39.133333°N 117.183333°E39.133333; 117.183333 (Tientsin)Coordinate: 39°08′N 117°11′E / 39.133333°N 117.183333°E39.133333; 117.183333 (Tientsin)
Superficie 11 760 km²
Abitanti 12 938 224 (2010)
Densità 1 100,19 ab./km²
Contee 16
Comuni 240
Altre informazioni
Cod. postale 300000 – 301900
Prefisso 22
Fuso orario UTC+8
ISO 3166-2 CN-12
Targa 津A, B, C, D, F, G, H, J, K, L, M
PIL (nominale) 910,8 miliardi ¥ (2010)
PIL procapite (nominale) 62 403 ¥
Localizzazione

Tientsin – Localizzazione

Sito istituzionale

Tientsin[1] o Tianjin (天津sempl., Tiānjīnpinyin lett. "guado del fiume del paradiso") è una delle quattro municipalità della Repubblica Popolare Cinese. L'area metropolitana si estende su una superficie di 11.760 km² e nel 2010 aveva una popolazione di 12.938.224 abitanti – che la rendono la quarta municipalità della Cina per popolazione dopo Shanghai, Pechino e Chongqing.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La municipalità di Tientsin è in gran parte pianeggiante, con l'eccezione della parte settentrionale dove si trovano i monti Yanshan, la cima più alta è lo Jiushanding che raggiunge i 1078 m.

Il fiume Hai He nasce nella municipalità di Tientsin dalla confluenza di cinque corsi d'acqua: lo Ziya, il Daqing, lo Yongding, il Grande Canale Nord e il Grande Canale Sud; anche il suo sbocco nell'Oceano Pacifico si trova sempre nella municipalità, nel distretto di Dagu.

L'area urbana di Tientsin si trova nella parte centro-meridionale della municipalità. Oltre alla conurbazione di Tianjin nella municipalità si trova anche il distretto di Tanggu sul golfo di Bohai, e la contea di Jixian nella parte settentrionale, area ricreativa tagliata dalla grande muraglia.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima di Tientsin è un clima continentale umido influenzato dai monsoni (Dwa secondo la classificazione climatica di Köppen), caratterizzato da estati calde e umide, e inverni freddi e secchi. Le temperature in città sono fortemente influenzate dalle correnti ventose, si registrano sbalzi di temperatura avvertita, che vanno dai -20 °C di gennaio ai 42 °C di agosto. Le primavere sono ventose e secche, la maggior parte delle precipitazioni avvengono in luglio e agosto. A Tientsin in primavera si verificano occasionalmente tempeste di sabbia che soffiano dal deserto del Gobi e che possono durare anche alcuni giorni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Con il trattato di Tientsin (25 ottobre 1860) la Gran Bretagna poté controllare più di tre quarti dell'ingente commercio cinese, con un nuovo incremento al traffico della droga. Dal 1801 al 1820 l'esportazione ammontava a 5.000 casse annue. L'istituzione di una rete di compagnie commerciali ausiliarie, capeggiate dalla Jardine Matheson, favorì un aumento vertiginoso del traffico della droga: nel 1830 le casse ammontarono a 18.956, nel 1836 a 30.000, nel 1860 a 58.681, nel 1880 a ben 105.508 casse (Kd 28).

Dal 1901, grazie all'intervento contro i ribelli nella Rivolta dei Boxer, l'Italia, così come altre potenze quali l'Impero Britannico, la Francia, il Giappone, la Russia, l'Impero austro-ungarico e il Belgio, ebbe una concessione territoriale nella città, che fu utilizzata principalmente come sede diplomatica per l'Oriente. Dopo la Seconda guerra mondiale, nel 1947, l'Italia dovette rinunciare alla sua concessione (vedi trattati di Parigi).

La città, di pari passo con lo sviluppo economico del paese, è recentemente diventata uno dei principali nodi economici del nord della Cina, dotata di uno dei principali porti commerciali nazionali. Nell'area di Binhai, nel distretto di Tanggu, si sono recentemente concentrati investimenti industriali e immobiliari delle principali società multinazionali, in particolare attorno alla Tianjin Economic-Technological Development Area (TEDA) creando un ampio distretto economico agevolato da politiche commerciali governative (Free Trade Zone). Grazie al massiccio sviluppo infrastrutturale nazionale la città è oggi dotata di collegamenti ferroviari ad alta velocità con Shanghai e Pechino che le hanno permesso di ospitare parte delle manifestazioni legate alle Olimpiadi del 2008, occasione che ha segnato la svolta del contemporaneo sviluppo urbano della città.

Concessione italiana[modifica | modifica sorgente]

La vecchia caserma italiana ora ristrutturata

La città si segnala per l'eccezionale attrattiva che costituiscono in particolare i quartieri delle concessioni italiana, francese e austro-ungarica, costituiti come presenza commerciale dei rispettivi paesi così come avvenuto in altre città cinesi come Qingdao e Shanghai.

In particolare il quartiere italiano, costituito dalla vecchia Concessione Perpetua di Tientsin, è posto lungo il fiume Hai tra i quartieri francese ed austro-ungarico.[2] Esso costituisce un unicum di architettura italiana in Cina, di stampo marcatamente versiliese: gli architetti che nella prima metà del Novecento costruirono i vari edifici si ispirarono allo stile liberty e art decò che caratterizzava le costruzioni coeve dei viali a mare di Viareggio e di tutte le altre località di mare del periodo. La municipalità ha salvaguardato queste architetture riaprendole al pubblico con funzioni culturali e di intrattenimento coinvolgendo nel recupero società italiane[3]. Tra gli edifici più interessanti si segnalano il Consolato con la Casa del fascio (dalla singolare torre a forma di fascio littorio che domina il quartiere), l'ex Caserma "Ermanno Carlotto", le scuole, risalenti queste ultime agli anni trenta. Le vie sono tuttora distinte con una doppia denominazione sino-italiana: Piazza Regina Elena che presenta il Monumento alla Vittoria nella prima guerra mondiale; Corso Vittorio Emanuele III; Piazza Dante; Corso Trento e Trieste e viale Carlotto, intitolato quest'ultimo all'eroe italiano che combatté la Guerra contro i Boxer d'inizio secolo XX.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Tientsin è gemellata con:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il nome Tientsin, che era quello usato in italiano durante il periodo di sovranità italiana su una parte della città, è ancora diffuso in fonti librarie italiane degli ultimi trent'anni, al posto della trascrizione pinyin Tianjin. Anche la De Agostini nei suoi calendari atlanti preferisce l'esonimo Tientsin, mettendo tra parentesi Tianjin.
  2. ^ Fotografie
  3. ^ Recupero architettonico del Quartiere Italiano di Tientsin

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina