Superboy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Superboy
Lingua orig. Inglese
Alter ego
Autori
Editore DC Comics
1ª app. 1945
1ª app. in More Fun Comics n. 101
Sesso Maschio
Parenti
  • Jonathan e Marta Kent (genitori adottivi terrestri)
  • Jor-El e Lara-El (genitori biologici kryptoniani)

Superboy è il nome di diversi personaggi dei fumetti pubblicati dalla DC Comics.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

Nel 1945 la DC Comics, che all'epoca si chiamava National Comics, pubblica un breve racconto su More Fun Comics n. 101 (gennaio-febbraio 1945). Il titolo della storia è The Origin of Superboy e introduce il personaggio di Superboy. Si tratta dello stesso Kal-El venuto da Krypton e che un giorno diventerà Superman. In questa serie si raccontano le sue avventure di quando era adolescente e viveva con i genitori adottivi terrestri. L'ambientazione è quella di un piccolo paesino agricolo di provincia dal nome Smallville.

Successivamente le storie di Superboy apparvero nelle collane Adventure Comics e Superboy. Le avventure del ragazzo d'acciaio piacquero molto, specie ai lettori più giovani. Il ragazzo Clark Kent usa i suoi poteri - di cui è dotato grazie agli effetti delle radiazioni di sole giallo sulle cellule kryptoniane - per aiutare il prossimo nei panni di Superboy.

Nel corso degli anni ci viene spiegato che Kal-El è giunto sulla Terra ancora in fasce a bordo di un razzo proveniente dal suo pianeta natale ormai distrutto. Jonathan Kent nasconde l'astronave sotto il pavimento del fienile e tiene nascosta la vera origine del figlio allo stesso Clark finché questi non è adolescente. L'arrivo del bambino sulla Terra e quindi il giorno in cui i genitori festeggiano il compleanno di Kal-El è il 1º dicembre.[1]

Clark Kent costruisce un rifugio segreto sotto la casa dei suoi genitori adottivi, Jonathan e Martha Kent, ed inizia la carriera di Superboy fabbricandosi un costume da alcune coperte di stoffa indistruttibile presenti sul razzo che lo ha portato da Krypton alla Terra. Superboy costruisce anche dei robots che possono aiutarlo nelle sue imprese.

Più avanti il ragazzo d'acciaio incontrerà anche Krypto, il super-cane kryptoniano. Comprimari nelle storie di Superboy sono i Kent, Lana Lang, Pete Ross ed il giovane Lex Luthor.

Le storie di Superboy raccontano la vita di Clark Kent tra gli 8 ed i 21 anni fino alla morte dei suoi genitori adottivi ed al trasferimento del ragazzo d'acciaio a Metropolis dove - una volta superati i 21 anni - sarà chiamato Superman.

Dopo Crisis[modifica | modifica sorgente]

Nella continuity DC post-Crisis, Superboy è invece un clone di Superman. A differenza dell'originale può avvertire i pericoli, possiede una capacità chiamata "telecinesi tattile" che gli permette di alzare oggetti pesantissimi, sbriciolarli e volare, ma non può respirare nello spazio e non ha la vista a raggi x dell'originale, gli sono però stati costruiti degli speciali occhiali con i quali può vedere attraverso gli oggetti. Nel corso degli anni i poteri sono stati modificati, ora possiede sia la vista calorifica che la vista telescopica.

È stato svelato successivamente che Kon-El non è solo il clone di Superman ma anche di Lex Luthor. Quest'ultimo aveva impiantato una programmazione nascosta per poterlo comandare, che verrà attivata poi in alcuni eventi che precedono gli eventi narrati nel crossover Crisi infinita. Superboy vive ora a Smallville con Jonathan Kent e Martha Kent (genitori adottivi di Superman) sotto l'identità di Conner Kent, cugino di Clark Kent. Morirà alla fine di tale serie ucciso dopo un terribile scontro con l'antieroe Superboy Prime.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

  • Grant Morrison nella serie All Star Superman lascia intendere che nella sua gioventù Clark Kent non sia mai stato Superboy.
  • Nell'universo Amalgam, Superboy si fonde con l'Uomo Ragno creando Spider-Boy, ovvero il clone di un giovane studente chiamato Peter Parker.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Superman Secret Origin n.1, novembre 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics