Mano (DC Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mano
Lingua orig. Inglese
Alter ego Mano
Autori
Editore DC Comics
1ª app. gennaio 1967
1ª app. in Adventure Comics n. 352
Sesso Maschio
Luogo di nascita Angtu
Abilità
  • può disintegrare i materiali con la sua mano destra

Mano è un supercriminale dei fumetti DC Comics ambientati nel XXX secolo. È un membro dei Fatal Five, un gruppo di supercriminali nemici della Legione dei Super Eroi. Ideato da Jim Shooter e Curt Swan, il personaggio comparve per la prima volta in Adventure Comics n. 352 (gennaio 1967)[1].

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Mano è un metaumano nato con il potere di disintegrare ogni cosa con cui viene in contatto con la sua mano destra, il suo "tocco di anti-materia". Nativo del pianeta inquinato di Angtu, Mano deve indossare costantemente una tuta ambientale perché non può respirare l'atmosfera della maggior parte dei pianeti. L'elmetto della tuta gli oscura il volto così si può notare solo una sagoma della sua faccia. Odiando la sua gente che lo maltrattò, Mano decise di distruggerli tutti toccando il suolo, e, "utilizzando il suo potere al massimo", cancellò il pianeta facendolo esplodere.

Considerato uno degli assassini peggiori della galassia, Mano fu reclutato dalla stessa Legione perché aiutasse a sconfiggere il Mangiatore di Soli, dopo di che continuò con la sua carriera criminale, più che altro come membro dei Fatal Five[2].

Dopo l'aggiornamento della Legione dovuto all'Ora Zero, Mano fu reintrodotto con le origini leggermente alterate; mentre distrusse il suo pianeta, gli abitanti erano già morti, come risultato delle armi chimiche [3]. Quindi volle vendetta su Leland McCauley, che vendette le armi. Mentre Mano diveniva sempre più un criminale convenzionale, la sua priorità rimaneva la vendetta su McCauley, e continuò a disapprovare la distruzione di innocenti, qualcosa che di quando in quando lo mise sempre in contrapposizione ai suoi compagni.

Mano non si vide nell'incarnazione della Legione dei Super Eroi di Mark Waid, anche se la serie limitata Brave and the Bold raffigurò Mano al fianco dei Fatal Five, catturati dalla Legione e mandati in carcere.

Crisi Finale[modifica | modifica sorgente]

Mano (insieme agli altri membri dei Fatal Five) comparve tra i numerosi super criminali della Legione dei Supercriminali di Superboy-Prime.

In altri media[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

  • Mano comparve nell'episodio Lontani di casa della serie animata Justice League Unlimited. Comparve come membro dei Fatal Five.
  • Mano comparve negli episodi "Man of Tomorrow", "Champions" e "Sundown" (parte uno e due), e "Man From The Edge Of Tomorrow" (parte due) della serie animata Legion of Super-Heroes, sempre come membro dei Fatal Five. Nella serie, il suo volto sembrava possedere poteri disintegranti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Wallace, Dan (2008), "Fatal Five", in Dougall, Alastair, The DC Comics Encyclopedia, New York: Dorling Kindersley, pp. 119, ISBN 0-7566-4119-5, OCLC 213309017
  2. ^ Wallace, Dan (2008), "Fatal Five", in Dougall, Alastair, The DC Comics Encyclopedia, New York: Dorling Kindersley, pp. 119, ISBN 0-7566-4119-5, OCLC 213309017
  3. ^ Legionnaires n. 19 (novembre 1994)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics