Amazo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amazo
Universo Universo DC
Lingua orig. Inglese
Alter ego nessuno
Autore Gardner Fox
Editore DC Comics
1ª app. giugno 1960
1ª app. in The Brave and the Bold n.30
Sesso Maschio
Abilità
  • Assorbimento delle cellule umane attraverso il suo corpo sintetico, il che gli permette di replicare le abilità speciali di qualsiasi supereroe

Amazo è un androide immaginario, appartenente all'universo fumettistico DC Comics. Il suo autore è il disegnatore Gardner Fox.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'androide è inizialmente nemico della Justice League, costruito da uno scienziato terrestre, il Professor Ivo, nella speranza di usare i loro poteri per potersi permeare di immortalità. Ha la capacità di assorbire i poteri e capacità di ogni essere vivente tramite il contatto visivo, e possiede in modo permanente i poteri dei membri fondatori della Lega, cosa che lo rende un temuto avversario. Disattivato dopo il primo scontro con la Lega, Amazo verrà riattivato e modificato molte volte nel corso degli anni, ma in alcune versioni possiede il difetto di assorbire anche le debolezze degli eroi (come la vulnerabilità alla kryptonite di Superman o la debolezza al colore giallo di Lanterna Verde).

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Amazo compare in Justice League Unlimited in due episodi. Androide alla ricerca del suo senso dell'esistenza, infine sceglie di cercarlo entrando nella Lega.

Compare anche nel videogioco Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure.

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics