Superboy (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Superboy
fumetto
No immagini.png
Titolo originale Superboy
Editore DC Comics
1ª edizione marzo-aprile 1949
Periodicità (vol. 1)
Bimensile (n. da 1 a 28 e da 193 a 206)
8 volte all'anno (dal n. 25 al n. 125 e dal n. 207 al n. 219)
9 volte all'anno (dal n. 126 al n. 176)
Mensile (dal n. 177 al n. 192 e dal n. 220 al n. 230)
(The New Adventures of... e il vol. 3)
Mensile
(vol. 2)
Mensile ( dal n. 1 al n. 19) e bimensile (dal n. 20 al n. 22)
Rilegatura spillato
Genere

Superboy è il nome di numerose serie a fumetti pubblicate dalla DC Comics, il cui protagonista è il personaggio omonimo. I primi tre fumetti videro protagonista il Superboy originale, il leggendario eroe Superman da ragazzo. Storie successive ebbero protagonista del secondo Superboy, che in parte è il clone di Superman.

Storia di pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

Volume 1 (1949-1977)[modifica | modifica sorgente]

La prima serie presentò le avventure del Superboy originale, un'incarnazione dell'Uomo d'Acciaio adolescente. La pubblicazione ebbe inizio nel 1949, quattro anni dopo il debutto del personaggio in More Fun Comics n. 101 (gennaio 1945). La maggior parte delle storie furono ambientate nella città di campagna di Smallville, durante la gioventù del personaggio. Il cast di supporto incluse i genitori adottivi di Superboy, Jonathan e Martha Kent, la sua semi-intuitiva compagna di classe e vicina di casa Lana Lang, il suo migliore amico Pete Ross (che era segretamente a conoscenza della doppia identità di Superboy come Clark Kent), il capo della polizia Parker e il super cane Krypto. Con l'eccezione del giovane Lex Luthor, che fu un frequente nemico del Ragazzo d'Acciaio, quasi nessuno dei nemici comparsi nelle storie comparvero più di una volta.

Cominciando dai primi anni sessanta, numerose storie videro anche la comparsa della futuristica Legione dei Supereroi. La Legione cominciò a comparire nelle sue storie di rinforzo cominciando nel n. 172 (marzo 1971). Con il n. 197 (settembre 1973), la Legione divenne una co-protagonista della serie, e il logo della copertina divenne "Superboy starring the Legion of Super-Heroes", mentre il titolo della serie rimase sempre Superboy. Con il n. 222 (dicembre 1976), il titolo divenne "Superboy and the Legion of Super-Heroes" e vi rimase fino al n. 231 (settembre 1977). Cominciando con il n. 259 (gennaio 1980), il titolo cambiò in Legion of Super-Heroes (vol. 2), e il Ragazzo d'Acciaio lasciò sia la squadra che il titolo. Anche se Superboy con il tempo si riunì al fumetto, ebbe comparse solo occasionali nella serie che una volta portava il suo nome, e la serie rimase un fumetto sulla Legione fino all'ultimo numero, n. 354 (dicembre 1987).

Per la maggior parte di questo periodo, la DC pubblicò anche le storie di Superboy in Adventure Comics, che cominciò presentando le avventure del Ragazzo d'Acciaio regolarmente a partire dal n. 103 (aprile 1946).

The New Adventures of Superboy (1980-1984)[modifica | modifica sorgente]

La seconda serie fu intitolata The New Adventures of Superboy. Fu lanciata per fornire ai lettori con le storie di Superboy basate a Smallville, che scomparvero largamente dopo che la Legione divenne co-protagonista del fumetto originale di Superboy. La serie continuò ad essere pubblicata mensilmente per un totale di 54 numeri, in cui virtualmente tutti i numeri furono illustrati dall'artista di Lois Lane, Kurt Schaffenberg.

Brevemente, la serie incluse anche le storie di rinforzo di Dial H for Hero (originaria di House of Mytery del 1966).

Volume 2: Superboy: Il Fumetto (1990-1992)[modifica | modifica sorgente]

La terza serie (volume 2) fu diversa dagli altri fumetti di Superboy o Superman in quanto fu ambientata seguendo la serie televisiva Superboy, che oltretutto era opposta alla regolare continuity dell'Universo DC. Il suo intento era quello di esplorare alcune delle storie e degli eventi mai visti nella serie TV. La serie originariamente ebbe il titolo di Superboy: Il Fumetto, anche se il titolo principale era semplicemente Superboy. Dopo il n. 11, la serie cambio il titolo della copertina in The Adventures of Superboy, un cambio di riflesso che ebbe inizio con il n. 18. La serie fu pubblicata per un totale di 22 numeri.

Volume 3 (1994-2002)[modifica | modifica sorgente]

Dopo la Crisi sulle Terre Infinite, il Superboy originale fu cancellato dalla continuità principale della DC, con Superman che cominciò la sua carriera supereroistica da adulto nei suoi primi vent'anni. Nel 1993, la DC Comics cominciò la serie Reign of Supermen, il terzo arco della storia La Morte di Superman. Il preludio alla storia, Adventures of Superman n. 500 (giugno 1993), introdusse un nuovo Superboy. Un clone ibrido nato da una cellula di Superman e da un umano maschio, al personaggio (a cui fu dato nome di Kon-El fu data una sua serie (vol. 3), che fu pubblicato per 102 numeri (inclusi i n. da 0 a 1.000.000). Per una parte di questo periodo, Kon-El comparve come compagno del fumetto Superboy and the Ravers, che fu pubblicato per 19 numeri.

Una nuova serie con protagonista Kon-El è prevista per l'autunno del 2010, scritta da Jeff Lemire, con illustrazioni di Pier Gallo.

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics