Super Mario Galaxy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Super Mario Galaxy
Mario Galaxy USA.jpg
Copertina del gioco
Sviluppo Nintendo EAD
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Shigeru Miyamoto
Data di pubblicazione Giappone 1º novembre 2007
United States 12 novembre 2007
Canada 14 novembre 2007
Europa 16 novembre 2007
Australia 29 novembre 2007
Corea del Sud 4 settembre 2008
Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer
Piattaforma Wii
Supporto 1 × Disco ottico Wii
Fascia di età PEGI 3+
Periferiche di input Wiimote e Nunchuk
Preceduto da New Super Mario Bros
Seguito da New Super Mario Bros. Wii

Super Mario Galaxy (スーパーマリオギャラクシー Sūpā Mario Gyarakushī?) è il primo platform con protagonista Super Mario realizzato appositamente per la console Wii. È l'ottavo videogioco della serie principale di Mario ed il terzo gioco tridimensionale, dopo Super Mario 64 e Super Mario Sunshine. Il gioco è stato presentato per la prima volta all'E3 2006 e subito ha goduto di ottime recensioni.

L'avventura si svolge interamente nello spazio, composto da pianeti e asteroidi dalle forme bizzarre. Ogni corpo celeste ha un suo tema grafico e caratteristiche proprie, che spesso influiscono sulle dinamiche di gioco.

Come in Super Mario 64, l'obiettivo principale del protagonista è quello di conquistare le stelle nascoste nei livelli di gioco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio dell'avventura, una cometa sfrecciò sul cielo del Regno dei Funghi rilasciando una pioggia di Astroschegge, frammenti di un misterioso tipo di materiale extraterrestre. I Toad le raccolsero e usarono per formare una grande Megastella con cui illuminare il regno. Per festeggiare la comparsa in cielo di tale corpo celeste, il Regno dei Funghi ha inaugurato il Festival delle Stelle, accompagnato dalla caratteristica pioggia di Astroschegge. In occasione della celebrazione, Mario viene invitato dalla Principessa Peach a recarsi presso il suo castello poiché ella vuole fargli una sorpresa. Durante il tragitto di Mario verso il castello, un'armata volante attacca la reggia cristallizzando molti dei Toad presenti. Al comando della flotta c'è Bowser, intenzionato come sempre a rapire Peach. Grazie alle sue nuove avanzatissime tecnologie belliche, Bowser fa sì che le navi sradichino dal terreno l'intero castello, e con esso la principessa, trasportandolo al di fuori dell'atmosfera terrestre. Mario cerca in uno slancio disperato di recuperare Peach, ma viene spinto nello spazio profondo da Kamek. Ripresi i sensi, Mario si ritrova su un piccolo pianeta, il Varco del Firmamento, dove conosce un piccolo Sfavillotto deciso ad aiutarlo che gli offre il potere della "Piroetta", il modo di Mario di attaccare i nemici in questo titolo. Dopo diversi pericoli, Mario riesce a raggiungere l'Osservatorio Cometa, l'astronave della regina degli Sfavillotti, di nome Rosalinda, anch'essa pronta ad assistere l'eroe nel tentativo di eliminare Bowser. Costui infatti è entrato in possesso di numerose Megastelle, linfa vitale per l'Osservatorio, con cui ha formato la sua immensa flotta stellare. La missione di Mario è quindi quella di recuperare Stelle e Megastelle presenti nelle molte Galassie per ristabilire l'energia dell'Osservatorio e giungere grazie ad esso alla base di Bowser per sconfiggerlo e salvare la principessa.

Mario combatte contro Bowser

Il compito di Mario si conclude positivamente in quanto recupera un numero sufficiente di Megastelle per raggiungere Bowser e dopo averlo sconfitto a colpi di piroette torna nel Regno dei Funghi per fare festa insieme ai Toad liberati dal sortilegio. Bowser si ritrova anch'esso stordito nel giardino di Peach.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Mario vola da un pianeta all'altro
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Trasformazioni di Mario.

Mario viene mosso con la levetta analogica del Nunchuck, mentre la croce direzionale del Wii Remote serve a spostare l'inquadratura della telecamera, cosa non sempre possibile. Il tasto A viene usato per saltare, il dorsale B per sparare astroschegge verso alcuni nemici come i Goomba, stordendoli per alcuni istanti, o per sfamare gli Sfavillotti Ghiotti, mentre C serve per reimpostare la visuale alle spalle del protagonista. Molte acrobazie di Mario introdotte in Super Mario 64, assenti in Super Mario Sunshine, rifanno la loro comparsa in questo gioco. Al posto dei pugni e dei calci di Super Mario 64, Mario effettua un attacco vorticante chiamato "Piroetta", che può essere usato per uccidere i nemici, frantumare oggetti fragili e attivare le Stelle Lancio. Per effettuare questo attacco il giocatore deve semplicemente scuotere il telecomando. Il gioco si suddivide in tante galassie a tema, ognuna delle quali offre diverse missioni che, se superate, permettono di entrare in possesso di una stella e quindi di proseguire nell'avventura. Le galassie principali hanno fino a 7 Superstelle, mentre altre galassie meno importanti ne hanno soltanto una. Per acquisire delle Superstelle nascoste il giocatore deve scovare dei percorsi alternativi. In certi casi sarà Luigi a scovare alcune Stelle. Un incentivo a rigiocare livelli già completati giunge dalle Comete, che offrono per un tempo limitato delle sfide tematiche (tempo limitato, una sola tacca di energia...) premiate con ulteriori Superstelle.

Innovazioni e meccaniche di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Mario esplora un piccolo pianeta

Oltre ad avere una grafica 3D molto morbida e colori sgargianti, la caratteristica più evidente di Super Mario Galaxy è il controllo tramite l'accoppiata Wiimote e Nunchuk con cui è possibile far muovere l'idraulico e contemporaneamente interagire con l'ambiente di gioco. Nel gioco è presente una modalità cooperativa che permette ad un secondo giocatore, dotato di Wiimote di aiutare Mario, stordendo avversari, raccogliendo astroschegge o facendo saltare Mario stesso.[1]

Seconda caratteristica innovativa di Super Mario Galaxy è lo sfruttamento originale di dinamiche legate alla gravità, che hanno permesso la creazione di livelli sferici e di livelli a gravità variabile.

Mario prende una stella

Altra innovazione sono i Buchi Neri, che risucchiano Mario se vi si avvicina troppo.

Un'altra piccola novità sono le astroschegge, piccoli frammenti di stelle che possono essere raccolti puntandoli col cursore e lanciati per stordire momentaneamente i nemici o per nutrire un certo tipo di Sfavillotti. Questi sono gli "Sfavillotti Ghiotti" che all'inizio richiedono un certo numero di astroschegge per nutrirsi, dopodiché si trasformano in un'ulteriore Galassia. Durante il salto in avanti l'ultima posa assomiglia a quella dei Balloon Fighter.

Tutte le galassie[modifica | modifica wikitesto]

Terrazza Mirastelle

  • Galassia Uovo (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Dolceape (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Surfing-Mania (1 superstella)
  • Galassia Pannello Alternato (1 superstella)
  • Robo-impianto di Bowser Jr. (1 megastella)
  • Galassia Golosona (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Bagno

  • Galassia Polvere di Stelle (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Sfera-Mania (1 superstella)
  • Galassia Megaroccia (7 superstelle di cui una verde e una cometa)
  • Galassia Adieu (1 superstella)
  • Sistema Stellare di Bowser (1 megastella)
  • Galassia Larva Elastica (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Cucina

  • Galassia Atollo (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Bolla-Mania (1 superstella)
  • Galassia Spettro (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Piattaforma (2 superstelle di cui una verde)
  • Flotta Navale di Bowser Jr. (1 megastella)
  • Galassia Lacrima (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Camera

  • Galassia Dolce Arrampicata (1 superstella)
  • Galassia Giardin Ventoso (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Vulcano Ghiacciato (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Sabbie Mobili (7 superstelle di cui una verde e una cometa)
  • Materia Oscura di Bowser (1 megastella)
  • Galassia Tunnel Marino (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Attico

  • Galassia Cerchio Misterioso (1 superstella)
  • Galassia Razzo Flotta (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Passo Falso (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Grotta Sotterranea (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Capsula Gelata (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Stanza dei bimbi

  • Galassia Varco Celestiale (1 superstella rossa e 1 megastella)
  • Galassia (Svavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Sala Motori

  • Galassia Balocco (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia di Re Skelopesce (1 superstella)
  • Galassia Circuito Oceanico (6 superstelle di cui una cometa)
  • Galassia Bosco Autunnale (6 superstelle di cui una cometa)
  • Mondo Torrido di Bowser Jr. (1 megastella)
  • Galassia Granello di Sabbia (Sfavillotto Ghiotto, 1 superstella)

Galassie Sfida (sbloccabili con 3 superstelle verdi)

  • Galassia Sfida Bolla (1 superstella)
  • Galassia Sfida Sfera (1 superstella)
  • Galassia Sfida Surfing (1 superstella)

Centro dell'Universo

  • Regno Galattico di Bowser (1 megastella)

Galassia Finale

  • Galassia Gran Finale (1)

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone è disponibile dal 1º novembre 2007, negli Stati Uniti dal 12 novembre e in Italia dal 16 novembre. Il videogioco nei primi quattro giorni di commercializzazione in Giappone ha venduto 250.000 copie divenendo il gioco più venduto della settimana.[2] In America il gioco ha venduto oltre 500.000 copie nella prima settimana. In Corea del Sud è uscito con il titolo Super Mario Wii.

Musica e Sonoro[modifica | modifica wikitesto]

Super Mario Galaxy: Original Soundtrack
SuperMarioGalaxyOST.jpg

Artista Mahito Yokota, Koji Kondo
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 2008
Durata 67 min : 05 s (versione standard)
129 min : 54 sec (versione platinum)
Dischi 1 (versione standard)
2 (versione platinum)
Tracce 28 (versione standard)
81 (versione platinum)
Genere Colonna sonora
Etichetta Club Nintendo

Super Mario Galaxy è anche il primo gioco Nintendo ad aver utilizzato un'orchestra per suonare le melodie del gioco (usata anche in Super Mario Galaxy 2). L'orchestra in questione, composta da 50 elementi diretti da Mahito Yokota, è riuscita a dare un grandissimo impatto emotivo sui temi principali della colonna sonora. Ogni pianeta ha quindi una sua melodia principale, nella quale vengono utilizzati diversi strumenti. Ecco alcuni esempi:

Osservatorio Cometa

La melodia che accompagna Mario nell'Osservatorio Cometa è senza dubbio uno dei brani più riusciti dell'intera colonna sonora. Molto simile al celebre Sul bel Danubio Blu di Strauss, è un pezzo orchestrale in 3/4, tonalità di Re Maggiore, suonato da 50 elementi dell'orchestra. Tra gli strumenti suonati si sentono un flauto traverso, un'intera sezione di archi quali violini, violoncelli e viole. Il tema principale è arricchito da un accenno di trombe ed ottoni. Da notare la velocità di 170 BPM, esattamente uguale a quella dei passi di Mario. Quindi, vista l'assenza di strumenti ritmici come le percussioni, sono proprio i passi dell'eroe baffuto a dettare il ritmo del brano, che infonde grande tranquillità, calma e serenità.

Il Primo Boss: Dino Piranha

Questo pezzo è molto più ritmato rispetto al precedente, ricordando parecchio alcune colonne sonore di Ennio Morricone, soprattutto per via della sua struttura orizzontale. Il brano è in 4/4, in Do Maggiore che si muove a 155 BPM. L'effetto epico e ritmato è ottenuto dai rullanti che lo fanno somigliare quasi ad una marcia. Oltre questi, il brano lascia spazio anche al flauto traverso e agli archi. Proprio questo suono, sposato a quello dei timpani, del metallofono e del vibrafono, stempera leggermente la tensione. Quando il boss viene battuto e si afferra la Superstella, si viene come ricompensati con una Mixolidia, scala di carattere Maggiore molto simile alla Ionica, che in musica viene associata ad un colore felice.

Gli Scontri con Bowser

Gli scontri con Bowser, che si ripresentano più e più volte durante il gioco, sono sempre emozionanti e parecchio combattuti. Questo pezzo presenta una caratteristica peculiare: l'assenza di una tonalità ben definita. Prevalentemente è in Re Minore, ma l'idea di utilizzare una tonalità imprecisa è perfetta per gli scontri con Bowser, poiché lascia nel giocatore una grande angoscia. Il pezzo è in 6/8 e mette in risalto suoni bassi e grevi. Solo il "coro" (che sottolinea le note degli archi) è la nota di lucentezza, e si limita ad uscire solo quando arriva il momento adatto per colpire Bowser.

La Galassia Atollo

La Galassia Atollo, ricca di mare, sole e spiagge, quasi necessita di un brano simile a quelli caraibici. Per questo brano, infatti, sono stati usati due strumenti principali, ovvero sintetizzatore e fisarmonica, arricchiti da conga, tamburello, guiro, shaker, basso elettrico e chitarra elettrica. Questo brano si avvicina molto ad un pezzo latinoamericano, che ricorda i brani di Super Mario Sunshine e dei vari giochi di Donkey Kong.

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni
Rivista o Sito Punteggio
IGN 9.7/10[3]
Famitsu 38/40[4]
Nintendo Power 9.5/10[5]
GameSpot 9.5/10[6]
Official Nintendo Magazine 97%[7]
GamePro 5/5[8]
1UP 9.5/10[9]
GameTrailers 9.8/10[10]
Eurogamer 10/10[11]
Game Informer 9.75/10[12]
GameSpy 5/5[13]
Play 10/10[14]
X-Play 5/5[15]
Edge 10/10[16]
NRU 11/10[17]
Voti basati su più recensioni
Metacritic 97%[18]
GameRankings 97.64%[19]

Super Mario Galaxy ha ricevuto impressioni molto positive dalla maggior parte delle riviste nel mondo. IGN lo definisce "Il gioco migliore del Wii, ed un'esperienza da provare almeno una volta". GameSpot acclama il gioco per il gameplay e il level design e dice "Se c'è un gioco per Wii da avere assolutamente, questo è Super Mario Galaxy". Super Mario Galaxy è il gioco della settima generazione che ha ricevuto le recensioni migliori. Secondo GameRankings, dopo aver scavalcato nel 2013 la percentuale del 97,54% di The Legend of Zelda: Ocarina of Time, si posiziona in vetta alla graduatoria dei giochi migliori di sempre con il punteggio del 97,64%.[20] In Italia, NRU gli ha dato il voto di 11 su 10, mai preso prima da nessun altro gioco. Super Mario Galaxy viene spesso definito come il miglior gioco di sempre e il vero erede di Super Mario 64.

Seguito[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Super Mario Galaxy 2.

Shigeru Miyamoto ha annunciato, all'E3 del 2009, l'uscita di Super Mario Galaxy 2, che vede la comparsa di Yoshi come mezzo di trasporto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lorenzo Mosna, Video: Super Mario Galaxy – Modalità cooperativa in Wiitalia.it, 5 ottobre 2007.
  2. ^ Super Mario Galaxy: già 250000 copie, Hardware Upgrade, 9 novembre 2007. URL consultato il 9 novembre 2007.
  3. ^ Matt Casamassina, Super Mario Galaxy Review: The greatest Nintendo platformer ever made?, IGN, 7 novembre 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  4. ^ (EN) http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.joystiq.com%2F2007%2F10%2F24%2Ffamitsu-gives-super-mario-galaxy-38-40%2F&anno=2
  5. ^ (EN) http://wiki.answers.com/Q/What_was_Nintendo_Power%27s_review_for_Super_Mario_Galaxy
  6. ^ Alex Navarro, Super Mario Galaxy Review, GameSpot, 7 novembre 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  7. ^ Super Mario Galaxy Review, Official Nintendo Magazine, 15 novembre 2007. URL consultato il 19 novembre 2007.
  8. ^ Patrick Shaw, Review: GamePro Loves Super Mario Galaxy!!!, GamePro, 6 novembre 2007. URL consultato il 18 novembre 2007.
  9. ^ Jeremy Parish, Super Mario Galaxy: We review Mario at his best--even the sky's not the limit in this one., 1UP, = 2007-11-02. URL consultato il 18 novembre 2007.
  10. ^ Review: Super Mario Galaxy, GameTrailers, 7 novembre 2007. URL consultato il 18 novembre 2007.
  11. ^ (EN) http://www.eurogamer.net/articles/super-mario-galaxy-review
  12. ^ Andrew Reiner, Super Mario Galaxy: Re-imagining the Platformer, Game Informer. URL consultato il 18 novembre 2007.
  13. ^ Bryn Williams, Super Mario Galaxy (Wii), GameSpy, 8 novembre 2007. URL consultato il 18 novembre 2007.
  14. ^ Dave Halverson, Super Mario Galaxy, Play. URL consultato il 18 novembre 2007.
  15. ^ Adam Sessler, Review: Super Mario Galaxy (Adobe Flash video), G4tv.com. URL consultato il 18 novembre 2007.
  16. ^ (EN) http://static.next-gen.biz/reviews/super-mario-galaxy-review?page=show
  17. ^ Super Mario Galaxy in NRU, nº 72, Sprea Editori, 2007.
  18. ^ (EN) Super Mario Galaxy, Metacritic. URL consultato il 25 marzo 2012.
  19. ^ (EN) Super Mario Galaxy, Game Rankings. URL consultato il 25 marzo 2012.
  20. ^ All-Time Best, Game Rankings. URL consultato il 27 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]