Super Mario Sunshine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Super Mario Sunshine
Super Mario Sunshine.png
La copertina del gioco.
Sviluppo Nintendo EAD
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Shigeru Miyamoto
Data di pubblicazione Giappone19 luglio 2002
Nord America 28 agosto 2002
Europa 2 ottobre 2002
Genere Piattaforme
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Nintendo GameCube
Periferiche di input Gamepad
Preceduto da Super Mario 64
Seguito da New Super Mario Bros.

Super Mario Sunshine è il secondo videogioco platform 3D della serie Mario ed è il sesto della serie principale. È uscito negli Stati Uniti il 26 agosto 2002, nove mesi dopo il lancio della console, mentre in Europa è stato pubblicato a partire dal 2 ottobre 2002. Primo gioco in cui Mario ricopre il ruolo da protagonista dopo 6 anni, in tutto il mondo ha venduto oltre cinque milioni di copie ed è facilmente assimilabile ad uno dei titoli di punta disponibili per Nintendo GameCube. Rappresenta anche il ritorno di Yoshi come destriero di Mario, dai tempi di Super Mario World. La struttura di gioco, similmente a quanto accade anche in Super Mario 64, consente di non dover affrontare tutti i livelli secondo un ordine prestabilito, ma di fatto lascia una certa libertà, tanto che per completare il gioco non è neppure necessario completare tutte le missioni presenti. Tecnicamente il gioco si caratterizza per un frame rate stabilmente ancorato a 30 fps e per un orizzonte visivo particolarmente ampio.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mario decide di prendersi una meritata vacanza all'Isola Delfina insieme alla Principessa Peach,i toad e Mastro Toad. Mentre volano sull'aereo i tre guardano un video sull'Isola Delfina. Peach nota con stupore che in alcune immagini c'è un tizio simile a Mario con in mano un pennello, ma nessun altro se ne accorge. Durante l'atterraggio, l'aereo fa una brusca frenata per via di una gigantesca pozzanghera di melma che ha la forma della faccia di Mario. Mentre Mastro Toad e Mario discutono Peach scorge per un attimo lo stesso figuro del video che è proprio identico a Mario tranne per il suo colore blu. Mario decide di fare un giro in aeroporto per capire da dove viene la pozzanghera di melma. Dopo qualche metro trova un singolare oggetto, simile ad una pompa, che si presenta come Splac 3000, costruito dal Professor Strambic. La macchina offre a Mario il suo aiuto per ripulire la pozzanghera. Da essa esce una Pianta Piranha che Mario riesce a battere ottenendo per ricompensa un oggetto chiamato Sole Custode. Mentre i Toad si congratulano con Mario per la sua "impresa" arrivano due poliziotti che lo portano nel tribunale di Delfinia, la capitale dell'isola. Mario viene arrestato e incolpato di aver sporcato l'isola con una sostanza simile a vernice e per questo di aver allontanato i Soli Custodi che illuminavano e proteggevano l'Isola. Mario, allora viene ingiustamente condannato a ripulire tutto partendo dalla città di Delfinia. Grazie allo Splac 3000, che continua ad aiutarlo, Mario è facilitato nel compito. Dopo aver ripulito una grossa pozzanghera di melma, compare una statua con sopra lo stesso brutto ceffo che aveva visto Peach, chiamato Mario Ombra. In realtà è Mario Ombra il colpevole del caos sull'Isola, ma Mario è stato scambiato per lui per la sua somiglianza. Mario Ombra rapisce la Principessa, ma Mario riesce, grazie allo Splac 3000, a sconfiggerlo, liberando Peach. Mario Ombra scappa disegnando su un muro una M, il suo simbolo, e vi salta dentro. Mario lo insegue arrivando nei Colli Ariosi, un villaggio ma lì perde le sue tracce. Riesce a raccogliere però un Sole Custode. L'eroe, allora, decide di raccogliere tutti i Soli Custodi che un tempo c'erano sull'isola. Dopo aver visitato, oltre ai Colli Ariosi, anche Porto Giocondo e il Lido Raggiante, riappare Mario Ombra, che rapisce ancora Peach e la porta, con un sottomarino, fino ad un'isola, dove c'è il parco giochi Girasolandia. Dopo averlo inseguito per un po', i due arrivano ad una vasca e da essa Mario Ombra fa uscire un gigantesco robot con le sembianze di Bowser, il peggior nemico di Mario. Mario Ombra si mette allora ai comandi di Bowsermatic per eliminare Mario. Mario, allora, sale sulle montagne russe e utilizza dei razzetti per distruggere il robot. Una volta distrutto da esso esce Mario Ombra con Peach. L'ombroso figuro fa un grande salto e, togliendosi un bavaglino, rivela di essere Bowser Jr., l'ottavogenito di Bowser. Il giovane Koopa voleva mettere Mario in prigione facendo ricadere la colpa dei suoi danni col suo pennello magico su Mario, visto che si può trasformare in una sua copia con il suo bavaglino magico. Tutto questo piano, concepito nientemeno che da Bowser in persona, serviva per allontanare l'eroe del Regno dei Funghi dalla sua amata Peach per permettere a Junior di rapirla. Bowser Junior dice che suo padre Bowser gli aveva detto che Mario era un cattivone, colpevole di aver rapito sua madre Peach. Il Koopa, allora, prende Peach con sé e se la svigna fino al Vulcano Corona. Mario decide di aspettare il corso degli eventi continuando il suo compito. Visita anche le Sabbie Rosse (una magnifica spiaggia), la Baia dei Noki (luogo d'origine dei Noki) abitanti, insieme ai Palmensi, dell'Isola, e il Villaggio delle Palme. Sconfigge anche diversi boss: Pipino Piranha, Calamarcio e Re Boo, tutti al soldo di Bowser. Incontra varie volte Mario Ombra ottenendo un uovo di Yoshi e diversi potenziamenti dello Splac 3000. Alla fine una fitta pioggia allaga il vulcano che strabocca allagando Delfinia, creando il caos. Mario allora insegue Bowser Junior fin dentro il Vulcano Corona. Dopo un lungo percorso, Mario arriva alla cima del vulcano, dove trova Bowser, Bowser Junior e Peach. Una volta visto Mario, Bowser, inferocito, tenta di eliminarlo con le se fiamme e Bowser Jr. lo aiuta lanciando Pallottoli Bill a tutta forza. Mario, però, riesce a distruggere la cappella, facendo precipitare tutti sull'isola. Mario e Peach si schiantano su un isolotto di Delfinia assieme allo Splac 3000 che, danneggiato, verrà riparato dai Toad. Bowser e Bowser Junior atterrano invece sulla loro zattera, dove rimangono per un breve tempo, pensando a Mario e a Peach.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Schermata del gioco

L'obiettivo del gioco è essenzialmente di recuperare i Soli Custodi portando a termine determinate missioni. Quest'ultime si articolano in sette livelli (più quelli sbloccabili o segreti), raggiungibili in modo stravagante partendo da Delfinia. Una volta ottenuti tutti i Soli Custodi, Mario potrà accedere al Vulcano Corona, dove si nasconde Bowser con la Principessa Peach.

In questo gioco Mario perde alcune sue mosse introdotte in Mario 64, come i pugni e i calci. Per attaccare infatti Mario si servirà esclusivamente dello Splac 3000 e del suo potente getto d'acqua. Alcuni nemici, compresi i boss, vanno sconfitti ricorrendo all'astuzia, cercando il loro punto debole con lo Splac 3000. Per esempio, Pipino Piranha va sconfitto facendogli ingoiare un sacco d'acqua per poi eseguire un rapido schianto a terra sulla sua pancia. Mario può servirsi dell'acqua anche per bagnare il pavimento e scivolare più velocemente su di esso.

Un'altra importante aggiunta è Yoshi, che fa il suo ritorno come destriero, dopo Super Mario World. In questo gioco Yoshi è vulnerabile all'acqua, infatti se cade in mare scompare. Gli Yoshi inoltre sono ghiotti di frutta. Ogni frutto ingoiato fa cambiare il loro colore, dando proprietà differenti al succo che sputano in base appunto al suo colore. Bisogna anche evidenziare che, se l'icona "Succo" dello Yoshi si svuota, egli sparirà. Per ricaricarla è sufficiente ingoiare della frutta.

Livelli[modifica | modifica sorgente]

L'intera avventura si svolge sull'isola di Delfinia:

  • Aeroporto Delfino - L'aeroporto dell'isola. È costruito su delle isolette al largo di Delfina.
  • Delfinia - La capitale dell'Isola, luogo da cui Mario accede alle altre località. La Porta Solis si trova a nord della città, ed è la torre dove sono racchiusi i soli Custodi. Nel naviglio arrivano barche che collegano Delfinia con delle isolette e l'aeroporto.
  • Colli Ariosi (accessibile dopo la prima battaglia con Mario Ombra da un graffito sotto la statua del Gran Palmense) - Un placido villaggio ai piedi del Vulcano Corona. Famoso è il Lago dove c'è il Grande Mulino, dove risiede Pipino Piranha. Ci sono poche case, di Palmensi agricoltori.
  • Porto Giocondo - Il porto dell'isola, infestato dai Calamaki. Il loro capo, il Calamarcio, si nasconde nella zona dei container. Attraccano navi da crociera e merci. Famoso è il mercato del Pesce. Su un molo si trova la Torre Gioconda, forse un vecchio faro.
  • Lido Raggiante - Una magnifica spiaggia dove risiedono alcuni Noki. Si festeggia anche un insolito Festival dei Cocomeri. Altra attrattiva della spiaggia è la Torre Raggiante del leggendario Uccello di Sabbia. Il Boss del luogo è il gigantesco Torcibruco.
  • Girasolandia - Il parco giochi dell'isola che attira molti turisti. Qui, Mario Ombra svelerà infine la propria identità. Il Boss qui è Bowsermatic, un robot titanico pilotato da Mario Ombra. Le attrazioni sono: Ruota panoramica, giostra Yoshi, giostra conchiglie, piscina e le navi pirata dondolanti!
  • Sabbie Rosse - Una spiaggia da sogno con un grande albergo a 5 stelle inizialmente infestato dai Boo. Fuori, sulla spiaggia, ci sono dei chioschetti dove è possibile gustare delle granite. All'interno, invece, c'è un bellissimo Casinò con le slot machine!
  • Baia dei Noki (accessibile dopo aver raccolto 20 Soli Custodi da un fascio di luce colorata presso il porto di Delfinia guardando verso il sole) - Il luogo in cui vivono i Noki. Zona di maggior attività turistica. Purtroppo ha perso la sua bellezza con il passare del tempo: infatti nei primi episodi la baia viene infestata da Guillalillo, una gigantesca anguilla che con il suo alito ha reso le acque impure (queste torneranno limpide dopo averla sconfitta). I Boss di questo luogo ricco di trappole sono: la talpa del cannone, nel primo episodio, il Calamarcio del secondo episodio e Guillalillo nel quarto. C'è la Cascata Superba e una capanna dove un Tanooki vi farà noleggiare una barca da guidare con il getto dello Splac 3000.
  • Villaggio delle Palme (accessibile da un condotto situato sopra la Porta Solis) - Villaggio in cui risiedono i Palmensi. Questo è l'unico Luogo ambientato sia di giorno che di notte. Gli episodi notturni si alternano a quelli ambientati di giorno: i primi sono i più pericolosi. Qui, i Boss sono i tre Categnetti nel primo episodio e il grande Categnaccio. Inoltre, negli episodi notturni, sul ponte che connette il punto d'inizio al resto del luogo, appaiono dei piccoli vortici, gli stessi del Porto Giocondo. Ci sono le rilassanti TERME: Di notte ci sono quelle fredde che sgorgano dalla palma gigante fino a un fiumiciattolo, mentre di giorno sono aperte le terme Calde in una vasca. Il posto è chiamato così perché sorge su di una palma enorme. Tra le case, c'è anche quella del sindaco contraddistinta da un Fungo Dorato.
  • Vulcano Corona - Un bollente vulcano dove risiede bowser. L'entrata si trova dietro alla Porta Solis (la torre del sole di Delfinia)

Splac 3000[modifica | modifica sorgente]

Lo Splac 3000 è lo strumento principale di cui si serve Mario per ripulire l'isola e sconfiggere i nemici. Ha due funzioni: una standard (Spruzzatore) e una variabile (Spruzzoplano, Spruzzoturbo, Spruzzorazzo).

  • Spruzzoplano: è disponibile dall'inizio del gioco. Facendo pressione sui getti d'acqua, permette a Mario di fluttuare nell'aria per qualche secondo.
  • Spruzzorazzo: si ottiene acchiappando Mario Ombra dopo aver raccolto 25 Soli Custodi. Imprimendo la forza del getto d'acqua verso il basso, permette a Mario di decollare verso l'alto facendogli raggiungere grandi altezze. Nel centro città è molto utile per dei Soli Custodi.
  • Spruzzoturbo: si ottiene acchiappando Mario Ombra dopo aver raccolto 30 Soli Custodi. Imprimendo la forza del getto d'acqua all'indietro, dà una forte spinta a Mario che può raggiungere un'elevata velocità; può essere usato anche in acqua.

Livelli bonus[modifica | modifica sorgente]

In ogni livello sono presenti una o due missioni aventi nel titolo la parola Mistero: per ottenere in questo caso il Sole Custode bisognerà superare un livello nello stile Super Mario Bros. senza poter però usare lo SPLAC 3000. Una volta completata la missione, il livello potrà essere rigiocato con lo Splac 3000 e, attivando all'inizio un interruttore rosso, compariranno 8 monete rosse che, se raccolte in un determinato tempo, daranno un ulteriore sole custode. MA ATTENZIONE: in alcuni luoghi dell'isola ci sono dei soli segreti fuori dai livelli misteriosi...generalmente bisogna spruzzare a qualcosa che risalta particolarmente all'occhio.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Tre versioni di Mario ombra (Mario cosmico, Duplimario e le Ombre Scure) sono presenti anche in Super Mario Galaxy e Super Mario Galaxy 2.
  • Gli abitanti del Isola Delfina sono apparsi anche in "Mario Sports Mix" e in "Mario Party 9".
  • L'aspetto del Bowsermatic ricorda quello dei Koopa Sapiens in New Super Mario Bros.

Monete[modifica | modifica sorgente]

Monete Gialle[modifica | modifica sorgente]

Le monete gialle sono le più comuni e si trovano sparse nei livelli o sconfiggendo i nemici. Ad ogni 50 monete raccolte in un episodio di un mondo oppure a Delfinia con una sola vita, si ottiene una vita extra; raccogliendone invece 100 si ottiene un Sole Custode.

Monete Rosse[modifica | modifica sorgente]

Ogni mondo ha una o più missioni dove per ottenere un Sole Custode bisogna trovare 8 monete rosse, a volte con un limite di tempo. Le 8 monete rosse compaiono anche quando si rigiocano per la seconda volta i livelli bonus o i Misteri.

Monete Blu[modifica | modifica sorgente]

Le monete blu sono abbastanza difficili da trovare. Si possono ottenere ripulendo pareti dai graffiti, facendo lavori per le persone, raggiungendo luoghi nascosti o difficili o eliminando nemici particolarmente importanti. Le monete blu interessano al negoziante della baracca a ovest di Delfinia: in cambio di 10 monete blu consegnerà a Mario un Sole Custode. In tutto sono 240.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]