Stephen Farrelly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sheamus
Fotografia di {{{nome}}}
Ring name Beo
Galldubh
Sheamus (O'Shaunessy)
King Sheamus
Nazionalità Irlanda Irlanda
Nascita Dublino, Irlanda
28 gennaio 1978
Residenza St. Augustine, Florida
Altezza 193 cm
Peso 121 kg
Allenatore Larry Sharpe
Jim Molyneaux
FCW Staff
Debutto 2001
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Stephen Farrelly (Dublino, 28 gennaio 1978) è un wrestler irlandese. Sotto contratto con la WWE, vi lotta con il ring name di Sheamus: è l'attuale United States Champion.

Prima di arrivare alla WWE, Farrelly è stato un due volte International Heavyweight Champion durante la sua permanenza nella Irish Whip Wrestling. Ha detenuto il WWE Championship in due occasioni, il World Heavyweight Championship una volta e il WWE United States Championship due volte, così come ha vinto il King of the Ring 2010 e la Royal Rumble 2012.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Federazioni irlandesi e britanniche (2002–2007)[modifica | modifica sorgente]

Sheamus nel 2005

Farrelly debutta nella Irish Whip Wrestling nel 2002 con il nome d'arte di Beo ma viene subito fermato per un serio infortunio al collo che lo terrà lontano dal ring per due anni. Torna nel 2004 sempre nella IWW e dopo poco tempo conquista il suo primo titolo, l'Irish Whip Wrestling International Heavyweight Championship, appena creato. Iniziò poi una faida con Darren Burridge, che gli costò il titolo in un match contro D-Lo Brown. Farrelly sconfisse Burridge e vinse il feud. Conquistò il titolo per una seconda volta difendendolo contro wrestler quali D-Lo Brown e Vampiro. Lottò poi per la All Star Wrestling dove però non vinse nessun alloro. Nel 2007 passò alla Real Quality Wrestling, battendo Stu Sanders nel suo primo match.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica sorgente]

Florida Championship Wrestling (2006–2009)[modifica | modifica sorgente]

Farrelly fu messo sotto contratto dalla World Wrestling Entertainment (WWE) dopo aver lottato alcuni Dark match tra cui uno contro Jimmy Wang Yang a Milano nell'aprile 2007. Viene poi mandato alla Florida Championship Wrestling per migliorare le sue abilità, combattendo sempre con il nome di Sheamus O'Shaunessy. Debutta il 2 ottobre 2007, battendo Byron Saxton. Il 17 giugno, ottiene una shot per i titoli di coppia FCW insieme a Jack Gabriel, ma i campioni Drew McIntyre e Wade Barrett mantengono le cinture. Il 4 settembre, dopo un anno di permanenza in FCW, batte Jack Swagger e conquista l'FCW Florida Heavyweight Championship. Difende la cintura in diverse occasioni, contro Tyler Reks e Jack Swagger. Inizia poi una rivalità con Michael McGillicutty, che lo sconfiggerà in diverse circostanze ma non gli porterà via il titolo. Perde l'alloro l'11 dicembre 2008, quando Eric Escobar vince un Fatal 4-Way che includeva anche McGillicutty e Drew McIntyre. In seguito, Sheamus ritorna alle lotte di coppia battendo – insieme a Dolph Ziggler – Escobar e Kofi Kingston. Tenta di nuovo l'assalto ai titoli di coppia, prima insieme a Ryback e poi con Drew McIntyre, in entrambi i casi senza successo. Inizia poi ad apparire in diversi house show della WWE, a partire dal maggio 2009, spesso lottando contro Jamie Noble. Nel suo ultimo match in FCW prima di passare in pianta stabile alla WWE, viene sconfitto da Justin Gabriel in un incontro valido per il titolo.

Debutto e WWE Champion (2009-2011)[modifica | modifica sorgente]

Sheamus con il WWE Championship

Debutta da heel nella ECW il 30 giugno 2009 con il ring name Sheamus e nel suo primo match sconfigge il jobber Oliver John. Sheamus passa quindi a Raw, esordendo nella puntata del 27 ottobre e sconfiggendo Jamie Noble. Nella puntata di Raw del 24 novembre, nel corso della stessa sera, prima batte Finlay e poi si aggiudica una Battle Royal che lo candida primo sfidante al titolo WWE detenuto da John Cena. Il 14 dicembre, vince lo Slammy Award per la Breakout Superstar of the Year. A TLC, Sheamus sconfigge Cena in un Tables Match conquistando il WWE Championship per la prima volta in carriera. Nell'ultima puntata di Raw del 2009, ha luogo il rematch fra Sheamus e Cena per il titolo WWE, che viene vinto dal bostoniano ma soltanto per squalifica: la cintura resta così alla vita del campione in carica. Nella puntata di Raw prima della Royal Rumble, Sheamus vince per squalifica contro Cena quando viene attaccato dal suo nuovo sfidante, Randy Orton. Alla Royal Rumble, Sheamus supera Orton, mantenendo il titolo. Perde il titolo ad Elimination Chamber, dopo essere stato schienato da Triple H nel corso di un Elimination Chamber Match. In seguito a questa sconfitta, si accanisce contro lo stesso Triple H, attaccandolo più volte. Il 23 marzo, a Raw, Sheamus fa squadra con Cody Rhodes e Ted DiBiase, battendo in un 3 on 2 Handicap Match Randy Orton e Triple H. A WrestleMania XXVI, Sheamus viene sconfitto da Triple H. Ad Extreme Rules, HHH e Sheamus si sfidano ancora e il match vede trionfare l'irlandese. Il giorno dopo, a Raw, attacca Triple H con un braccio ingessato, ponendo fine alla sua carriera come lottatore fisso (kayfabe).

Sheamus con il WWE Championship

Il 27 aprile, prende parte ad un Triple Treath Match per decretare lo stato di primo sfidante al titolo WWE, che viene vinto da Batista. Sheamus si qualifica comunque per il Fatal 4-Way valido per il titolo WWE, grazie ad una vittoria su Mark Henry. Nel pay-per-view Fatal 4-Way, Sheamus vince l'omonimo match valido per il titolo contro Cena, Edge e Orton e conquista per la seconda volta il WWE Championship. Il 22 giugno, Cena ha la sua rivincita per il titolo ma interviene la stable composta dai membri della prima stagione di NXT, il Nexus, che impedisce che il match abbia inizio. A Money in the Bank, Cena e Sheamus si affrontano in uno Steel Cage Match, ma il Nexus impedisce a Cena di ottenere la vittoria. A SummerSlam, affronta Randy Orton e difende il suo titolo. Il 31 agosto, a Raw, Sheamus è costretto a combattere con assieme a John Cena, Randy Orton, Edge e Chris Jericho, per fronteggiare i membri del Nexus David Otunga, Heath Slater, Justin Gabriel, Wade Barrett e Michael Tarver in un 5 on 5 Elimination Match, che si aggiudicano questi ultimi. A Night of Champions, Sheamus è chiamato a difendere il titolo in un 6 Pack Challenge contro Jericho, Orton, Edge, Cena e Barrett: sarà Randy Orton a lasciare l'arena da campione del mondo. A Hell in a Cell, senza riconquistare il titolo, nella rivincita contro Orton. Viene poi scelto da The Miz per far parte del Team Raw a Bragging Rights e nella puntata di SmackDown del 22 ottobre, fa squadra con lo stesso Miz e Ezekiel Jackson, ma i tre vengono sconfitti da Kofi Kingston, Rey Mysterio e Big Show. A Bragging Rights, il Team SmackDown batte il Team Raw, con Sheamus eliminato per count-out insieme a Big Show.

Sheamus come King Sheamus

Successivamente, Sheamus partecipa al King of the Ring. Sconfigge Kofi Kingston nel primo turno e accede direttamente alla finale, in quanto l'incontro tra Drew McIntyre ed Ezekiel Jackson finisce in no contest. Sheamus batte John Morrison in finale e diventa allora King of the Ring. Nel pay-per-view TLC, Sheamus viene sconfitto da John Morrison in un match con in palio la possibilità di diventare il primo sfidante per il WWE Championship. Partecipa poi alla Royal Rumble 2011, ma viene eliminato da Orton. A Elimination Chamber 2011 partecipa all'omonimo incontro per decretare il primo sfidante al WWE Championship, ma è Cena a vincere. Nella puntata di Raw del 7 marzo, Sheamus viene sconfitto per count-out da Daniel Bryan: a fine match, l'irlandese annuncia di voler conquistare il WWE United States Championship nella puntata successiva dello show e che, se non ci fosse riuscito, avrebbe lasciato la federazione. Il 14 marzo, batte Daniel Bryan e conquista il titolo degli Stati Uniti. A WrestleMania XXVII, i due hanno un rematch, che termina in no-contest. L'incontro viene trasformato in 23-Men Battle Royal, vinta da The Great Khali. Nella puntata di Raw del 4 aprile, difende il titolo statunitense contro Daniel Bryan.

World Heavyweight Champion e infortunio (2011-2013)[modifica | modifica sorgente]

Nel draft supplementare del 2011, Sheamus passa da Raw a SmackDown e porta con sé il titolo degli Stati Uniti. Ad Extreme Rules 2011, perde il titolo contro Kofi Kingston in un Tables Match. Il 24 maggio, a SmackDown, vince un Triple Threat Match che includeva anche Christian e Mark Henry per sfidare Randy Orton con in palio il World Heavyweight Title perdendo. Al pay-per-view Money in the Bank partecipa al Money in the Bank Ladder Match di SmackDown, ma la vittoria va a Daniel Bryan. Nonostante ciò, Sheamus risulta essere uno dei migliori della contesa, andando vicino alla vittoria e rendendosi protagonista di una incredibile Powerbomb su Sin Cara, effettuata attraverso una scala appoggiata tra l'apron ring e il tavolo dei commentatori. A SummerSlam, affronta Mark Henry, ma viene sconfitto per count out dopo che quest'ultimo lo aveva sbattuto contro una barricata. Nella puntata successiva, partecipa alla Battle Royal per decretare il primo sfidante al World Title che vede trionfare proprio Mark Henry. Ottiene poi un'opportunità per conquistare l'Intercontinental Championship partecipando ad una Over the Top Rope Battle Royal 10-man Battle Royal dalla quale viene però eliminato per ultimo da Cody Rhodes, che mantiene il titolo. Il 27 settembre, a SmackDown, affronta ancora Rhodes, vincendo solo per squalifica. A Hell in a Cell, supera Christian. A Vengeance, batte ancora il lottatore canadese. Nella puntata di SmackDown dopo il PPV, Sheamus sconfigge Christian per la terza volta, nel giro di poche settimane. Alle Survivor Series, Sheamus fa parte del Team Orton che perde contro il Team Barrett. A TLC, vince contro Jack Swagger in un match deciso la sera stessa dell'evento dal general manager Teddy Long.

Dopo una breve faida contro Jinder Mahal, che lo vede vincitore, partecipa al Royal Rumble match del pay-per-view Royal Rumble, entrando con il numero 22 e aggiudicandosi la contesa, eliminando per ultimo Chris Jericho. Il 3 febbraio, a SmackDown, dichiara che aspetterà i risultati del prossimo pay-per-view per decidere a quale titolo ambire. Al pay-per-view Elimination Chamber, attacca Daniel Bryan, che aveva appena vinto l'Elimination Chamber Match di SmackDown conservando il World Heavyweight Championship, con la White Noise: diventa così chiara la scelta di affrontare Bryan a WrestleMania XXVIII.

Nello Showcase of the Immortals, sconfigge Daniel Bryan in 18 secondi e conquista così il World Heavyweight Championship. Nella puntata di Raw del 2 aprile, si arma di microfono per iniziare un discorso, ma viene interrotto dal rientrante Alberto Del Rio, che lo informa dell'imminente incontro tra i due che sarebbe stato in programma nella successiva puntata di SmackDown, che se fosse stato vinto dal messicano gli avrebbe garantito una title shot. Il 6 aprile perde contro Alberto del Rio, per squalifica; infatti, quest'ultimo aveva utilizzato uno stratagemma per indurre l'arbitro all'errore, che anni prima era stato reso famoso da Eddie Guerrero. Sheamus, frustrato, colpisce allora l'arbitro con un Brogue Kick. Nella puntata speciale di SmackDown del 10 aprile, chiamata per l'occasione SuperSmackDown, Sheamus si scusa per aver colpito l'arbitro la settimana precedente, ma il general manager John Laurinaitis gli infligge comunque una multa di 500.000 dollari, mettendolo in guardia dal ripetere azioni del genere, pena il licenziamento (kayfabe). La sera stessa nel Main Event fa coppia con "Mean" Gene Okerlund e sconfigge la squadra composta Daniel Bryan e Alberto Del Rio. A fine match festeggia con tutti gli Hall Of Famers presenti a quella serata e viene ufficializzato per WWE Extreme Rules 2012 il Rematch fra Sheamus e Daniel Bryan in un 2 Out 3 Falls Match valido per il World Heavyweight Championship. A Extreme Rules sconfigge Daniel Bryan e conserva il titolo. Nella puntata di Raw del 7 maggio, il match per il World Heavyweight Championship di Over the Limit, viene trasformato in un Fatal Four-Way Match, includendo anche Randy Orton e Chris Jericho. A Over the Limit batte i suoi avversari nell'incontro, rimanendo campione dei pesi massimi. Ricomincia allora il feud con Alberto Del Rio, con cui avrà a che fare nelle settimane successive. Sarà però Dolph Ziggler il primo sfidante per il World Heavyweight Championship, poiché Del Rio è costretto a fermarsi a causa di un piccolo infortunio. A No Way Out, sconfigge Ziggler, conservando il titolo. Alberto Del Rio e Sheamus si affrontano al pay-per-view Money in the Bank 2012, dove l'irlandese mantiene il suo World Heavyweight Championship; dopo il match viene però attaccato alle spalle dallo stesso Del Rio e da Ricardo Rodriguez. Approfittando della situazione, Dolph Ziggler prova ad incassare la sua chance titolata - vinta poco prima nel Money in the Bank Ladder Match valido per il roster di SmackDown - ma Sheamus lo colpisce con un Brogue Kick, prima che suoni la campanella. Nelle successive settimane, Ziggler prova nuovamente a sfruttare il suo Money in the Bank, senza mai riuscire a far cominciare l'incontro per diverse ragioni. Nella puntata di SmackDown del 10 agosto, difende il suo World Title contro Del Rio, dato che il match finisce in un no-contest, con l'intervento di alcuni uomini travestiti da poliziotti, che lo attaccano su ordine del messicano. I due si affrontano ancora a SummerSlam, dove Sheamus mantiene il titolo in maniera rocambolesca. Nelle seguenti puntate di SmackDown, Alberto Del Rio si conferma come primo sfidante al titolo. Alberto Del Rio e Ricardo Rodriguez, successivamente, iniziano a lamentarsi della pericolosità del Brogue Kick ed inducono il general manager Booker T a renderlo illegale. Sheamus si ritrova così privato della sua mossa finale ma sconfigge David Otunga grazie alla sua sottomissione, la Texas Cloverleaf. A Night of Champions, Booker T torna sui suoi passi e rende nuovamente legale il Brogue Kick: Sheamus s'impone ancora una volta su Alberto Del Rio, mantenendo saldo il suo regno titolato. Archiviata la faida con Del Rio, Big Show diventa il nuovo avversario di Sheamus per il titolo mondiale. Nel frattempo, per lanciare il nuovo show WWE Main Event, Sheamus affronta il WWE Champion CM Punk in un incontro non titolato che vede contrapposti i due campioni dei rispettivi show, che viene vinto da Punk.

A Hell in a Cell, viene sconfitto da Big Show, che pone fine al regno di Sheamus. Al pay-per-view Survivor Series, vince per squalifica il match con Big Show, non riuscendo così a riconquistare il titolo. A TLC perde per la terza volta consecutiva contro il gigante, dopo essere stato colpito da Big Show con una sedia gigante. Nella puntata di Raw post TLC ammette di essere stato sconfitto e stringe la mano al gigante, ma subito dopo lo aggredisce impossessandosi per primo della sedia gigante con cui colpisce più volte l'ex avversario, per poi stenderlo con un Brogue Kick e permettendo a Dolph Ziggler di incassare la valigetta del Money in the Bank, anche se poi viene fermato da John Cena. Nella puntata di Natale di Raw vince un Lumberjack Frost Match contro Big Show senza titolo in palio.

Partecipa al Royal Rumble match con il numero 11, arrivando a giocarsi la vittoria tra i tre finalisti, ma viene eliminato da Ryback. Ad Elimination Chamber, insieme a John Cena e Ryback, vengono sconfitti dallo Shield. A Old School viene sconfitto in un Fatal 4 Way match fra Randy Orton, Big Show e CM Punk, vinto da quest'ultimo, che avrebbe dato una chance per sfidare The Undertaker a Wrestlemania 29. A Smackdown, il 9 marzo, sconfigge Big Show per squalifica, dopo l'intervento dello Shield, che viene spazzato via dal gigante, l'irlandese e Randy Orton. Big Show, poi, atterra Sheamus con una WMD solo prima di essere colpito da una RKO di Randy Orton. Sheamus, in team con Orton, sconfigge a Raw e a Smackdown i Rhodes Scholars, lo Shield invia a Orton e Sheamus una sfida per Wrestlemania, ed i due scelgono come partner Ryback, tuttavia Booker T e Vickie Guerrero non lasciano partecipare quest'ultimo alla contesa mettendolo in un match con Mark Henry. Nel backstage più tardi, vengono attaccati da The Shield. Sheamus e Orton sono allora costretti a scegliere come partner Big Show, anche se i tre spesso litigano. A WrestleMania il trio perde contro lo Shield, dopo un litigio tra Randy Orton e Big Show, che provocherà l'ira di quest'ultimo e dopo il match attaccherà i compagni con il WMD. Il 12 aprile, a SmackDown, sconfigge per Count-Out in un Handicap Match in coppia con Randy Orton, il gigante Big Show, dopo l'incontro mentre veniva intervistato viene attaccato da Mark Henry iniziando una rivalità. A Extreme Rules, si affrontano e a prevalere è l'irlandese in uno Strap Match. A WWE Payback l'irlandese sconfigge Damien Sandow, ma il giorno dopo a Raw perde un Handicap Match contro Sandow stesso e Cody Rhodes. Nella puntata di Smackdown del 28 giugno vince contro Damien Sandow in un Dublin Steet Fight match. Nella puntata di Smackdown del 13 luglio affronta Randy Orton, ma il match termina in no contest quando interviene Daniel Bryan che attacca con una scala entrambi i lottatori. A Money in the Bank, senza vincere la valigetta, inoltre viene scaraventato da Daniel Bryan su una scala, che viene letteralmente spezzata in due; questo episodio causa un infortunio ai danni del guerriero celtico. Nella puntata di Raw del 22 luglio 2013 viene sconfitto da Alberto Del Rio, ma la gamba di Sheamus era ancora ricoperta da un grande ematoma nero causato dalla caduta nel Money in the Bank ladder match. Da allora starà fuori per circa 6 mesi.

Ritorno e United States Champion (2014-presente)[modifica | modifica sorgente]

Sheamus ritorna alla Royal Rumble 2014 con il numero 17 venendo eliminato da Roman Reigns. Nella puntata di Raw post RR, Sheamus, John Cena e Daniel Bryan sconfiggono lo Shield per squalifica a causa dell'intervento della Wyatt Family che attacca John Cena; con questa vittoria i tre Face si qualificano per l'Elimination Chamber Match, del PPV Elimination Chamber, valido per il WWE World Heavyweight Championship: all'incontro parteciperanno, oltre al campione, anche Christian e Cesaro.Partecipa nell'Elimination Chamber ma viene eliminato per primo da Christian. Nella puntata di Raw del 10 marzo Sheamus sconfigge Christian in uno Memphis Street Fight Match. Nella puntata di Raw del 14 aprile Sheamus sconfigge Jack Swagger nel torneo che determina il contendente numero uno al WWE Intercontinental Championship avanzando alla semifinale. Nella puntata di RAW del 21 aprile viene sconfitto da Bad News Barrett venendo eliminato dal torneo. Nella puntata di Raw del 28 aprile sconfigge Titus O'Neil nonostante quest'ultimo abbia attaccato Sheamus prima del match. Il 29 aprile a Main Event perde contro Bray Wyatt. Nell'edizione di SmackDown del 2/5/14 in coppia con gli Usos perde contro la Wyatt Family. Nella puntata di Raw del 5 maggio, Sheamus vince una 20-man battle royal valida per lo United States Championship decretata da Triple H, eliminando per ultimo l'ex campione, Dean Ambrose. Nell'edizione di SmackDown del 16 maggio sconfigge rapidamente Titus O'Neil. A Payback mantiene il titolo dgli stati uniti sconfiggendo Cesaro. Nella puntata di Raw del 9 giugno sconfigge Bad News Barrett qualificandosi al Money in the Bank Ladder match per il vacante WWE World Heavyweight Championship. Il 29 giugno a Money in the Bank, non riesce a conquistare il WWE World Heavyweight Championship, venendo vinto da John Cena. Nella puntata di SmackDown post-Money in the Bank sconfigge Alberto Del Rio detenendo lo United States Championship. Nella puntata di Raw del 14 luglio viene battuto da The Miz. A Battleground, non riesce a vincere la battle royal per la riassegnazione dell'Intercontinental Championship, vinta da The Miz.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Sheamus esegue il Brogue Kick su Randy Orton
Mosse finali[modifica | modifica sorgente]
Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]
Sheamus esegue i Beats of the Bodhrán su Wade Barrett
Soprannomi[modifica | modifica sorgente]
  • "The Celtic Warrior" (WWE)
  • "The Great White" (WWE)
  • "The Irish Curse" (Circuito indipendente/FCW)
  • "S.O.S." (Circuito indipendente)
Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]
  • "The Irish Curse" di Alan Doyle (Circuito indipendente)
  • "Written in My Face" di Sean Jenness (WWE)
Condotta in pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

2009

2010

2011

2012

2013

2014

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Sheamus come WWE Champion

Irish Whip Wrestling

  • Irish Whip Heavyweight Championship (2)

Florida Championship Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • nella classifica dei 500 migliori wrestlers su PWI 500 (2012)

World Wrestling Entertainment/WWE

Wrestling Observer Newsletter

  • Most Improved (2010)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 184468009 LCCN: n2011062516

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling