Stefano Lucchini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Lucchini
Lucchini Stefano.JPG
Lucchini nel 2011
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Cesena Cesena
Carriera
Giovanili
1987-1998 Cremonese Cremonese
Squadre di club1
1998-2000 Cremonese Cremonese 34 (1)
2000-2002 Ternana Ternana 43 (2)
2002-2007 Empoli Empoli 126 (2)
2007-2011 Sampdoria Sampdoria 106 (0)
2011-2014 Atalanta Atalanta 66 (1)
2014- Cesena Cesena 15(1)
Nazionale
1999-2000
2001-2002
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
5 (0)
12 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 ottobre 2014

Stefano Lucchini (Codogno, 2 ottobre 1980) è un calciatore italiano, difensore del Cesena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Codogno ma residente dalla nascita a Castelnuovo Bocca d'Adda. Nel suo paese, ha finanziato per qualche anno fino al 2009 una scuola calcio che porta il suo nome. Sposato con Elena Pavesi, anch'essa di Castelnuovo Bocca d'Adda, ha un bimbo di nome Matteo Angelo.[1]

Negli ultimi anni si è impegnato anche nel sociale, infatti organizza aste benefiche su Ebay delle maglie dei suoi colleghi.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore completo, duttile e abile nel gioco aereo.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cremonese[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nelle giovanili della Cremonese dove resta per undici anni fino all'esordio in Prima Squadra.[2] Il 23 maggio 1999, a 18 anni, debutta con la Cremonese nella stagione 1999-2000 di Serie B nell'incontro poi perso dai grigiorossi contro il Chievo. Terminerà quella stagione, giocando solo 3 partite essendo ancora parte fissa della squadra Primavera.

A 19 anni diventa titolare della difesa della squadra mettendosi in luce nel campionato di Serie C1 e giocando 5 partite con la Nazionale Under-20.[3]

Ternana[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2000 passa alla Ternana dove si impone per due stagioni come uno dei miglior difensori di Serie B giocando 43 partite in Serie B segnando anche 2 gol, corona queste due ottime stagioni con la chiamata in Nazionale Under-21 giocando 12 partite.

Empoli[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due stagioni a Terni, l'Empoli lo acquista decidendo subito di puntare su di lui. Il giocatore non delude le aspettative e si dimostra in grado di reggere un campionato di Serie A da titolare.[4] Esordisce in A con l'Empoli il 3 novembre 2002 in un Empoli-Lazio vinto dai biancocelesti per 2-1. Nella Stagione 2004-2005 dopo due stagioni in A con l'Empoli, dove disputa 42 presenze, decide di rimanere lo stesso con l'Empoli anche se la squadra toscana è appena retrocessa in Serie B. Grazie a un buon campionato culminato con il primo posto, l'Empoli ritorna subito in Serie A e Stefano diventa sempre più un idolo della squadra toscana. Dopo un anno di assestamento l'Empoli nel Campionato 2006-2007 riesce a raggiungere la qualificazione alla Coppa UEFA 2007-2008 grazie ad un sorprendente settimo posto finale in classifica.

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Dopo ben 5 stagioni ad Empoli condite da 136 partite (tra campionato e Coppa) e 2 reti, il giocatore decide però di cercare nuovi stimoli e obiettivi più alti con la Sampdoria.[5] Fra i blucerchiati va subito a segno nella prima partita ufficiale della stagione, realizzando la rete della vittoria esterna a Burgas contro il Černo More Varna nel terzo turno dell'Intertoto. Trova l'esordio in Coppa UEFA il 16 agosto 2007 in occasione di Hajduk Spalato - Sampdoria terminata 0-1. Una buona annata fra i blucerchiati disputata prevalentemente da titolare come centrale o laterale destro della difesa a 3 schierata da Walter Mazzarri gli vale la conferma per la stagione successiva. Durante il corso della stagione 2009-2010 diventerà un vero a proprio punto di forza assieme al compagno di reparto Daniele Gastaldello nella difesa della Sampdoria di Luigi Delneri, che riuscirà al termine del campionato a qualificarsi per il preliminari di Champions League. Nella stagione 2010-2011 debutta nei preliminari di Champions League salvo poi essere eliminati e partecipare all'Europa League contando 3 presenze in totale.[6] Durante la stagione la squadra si caratterizza con alti e bassi fino a sprofondare nelle ultime giornate di campionato, fino alla retrocessione nel campionato cadetto.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2011 si trasferisce a titolo definitivo all'Atalanta.[7][8][9] Debutta con la maglia dell'Atalanta in Coppa Italia nella sconfitta contro il Gubbio per 4-3.[10][11] In campionato, l'esordio avviene alla seconda giornata (la prima è stata rinviata), partendo da titolare nello incontro tra Atalanta e Genoa a Marassi. Il 1º settembre 2013 segna il gol del definitivo 2-0 in Atalanta-Torino, seconda giornata della Serie A 2013-2014: è il suo primo gol con la maglia dell'Atalanta. Chiude la stagione con 20 presenze, 19 delle quali in campionato, arrivando così ad un bilancio totale di 71 presenze ed un gol in maglia Atalanta.

Cesena[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2014 il giocatore viene acquistato a titolo definitivo dal Cesena.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato con la Nazionale italiana Under-20 per 5 volte. Ha giocato con la Nazionale italiana Under-21 per 12 volte e ha sfiorato nel 2002, contro la Repubblica Ceca, la finale dell'Europeo di categoria.

Nazionale Maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 agosto 2010 ottiene la prima convocazione nella Nazionale maggiore da parte del nuovo CT Cesare Prandelli, per la partita amichevole contro la Costa d'Avorio del 10 agosto. In quell'occasione l'Italia venne sconfitta nonostante il CT Prandelli non lo abbia fatto scendere in campo.[12]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 5 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998-1999 Italia Cremonese B 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
1999-2000 C1 31 1 CI-C 5 0 - - - - - - 36 1
Totale Cremonese 34 1 5 0 - - - - 39 1
2000-2001 Italia Ternana B 17 1 CI 0 0 - - - - - - 17 1
2001-2002 B 26 1 CI 4 0 - - - - - - 30 1
Totale Ternana 43 2 4 0 - - - - 47 2
2002-2003 Italia Empoli A 21 1 CI 4 0 - - - - - - 25 1
2003-2004 A 21 1 CI 0 0 - - - - - - 21 1
2004-2005 B 32 0 CI 2 0 - - - - - - 34 0
2005-2006 A 25 0 CI 3 0 - - - - - - 28 0
2006-2007 A 27 0 CI 1 0 - - - - - - 28 0
Totale Empoli 126 2 10 0 - - - - 136 2
2007-2008 Italia Sampdoria A 26 0 CI 4 0 Int+CU 1+3 1+0 - - - 34 1
2008-2009 A 28 0 CI 4 0 UEL 7 0 - - - 39 0
2009-2010 A 26 0 CI 2 0 - - - - - - 28 0
2010-2011 A 26 0 CI 1 0 UCL+UEL 1+2 0 - - - 30 0
Totale Sampdoria 106 0 11 0 14 1 - - 131 1
2011-2012 Italia Atalanta A 26 0 CI 1 0 - - - - - - 27 0
2012-2013 A 21 0 CI 3 0 - - - - - - 25 0
2013-2014 A 19 1 CI 1 0 - - - - - - 20 1
Totale Atalanta 66 1 5 0 - - - - 71 1
2014-2015 Italia Cesena A 15 1 CI 2 0 - - - - - - 17 1
Totale Carriera 390 7 37 0 14 1 - - 441 8

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Empoli: 2004-2005[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lucchini Stefano in Sampdoria.it, 13 luglio 2011.
  2. ^ a b Stefano Lucchini, a Bergamo per riconquistare la Nazionale in Bergamonews.it, 14 luglio 2011.
  3. ^ Trasferimenti 2000-2001, 24 agosto 2001.
  4. ^ a b Promosso sul campo per la classifica avulsa, vince successivamente il campionato per la sopravvenuta condanna sportiva del Genoa.
  5. ^ Ufficiale, arriva Stefano Lucchini: finalmente ecco la Samp, 06 giugno 2007.
  6. ^ Lucchini torna in gruppo, giovedì test col Derthona in sampdoria.it, 18 marzo 2011.
  7. ^ MERCATO NERAZZURRO LUCCHINI ALL'ATALANTA in Atalanta.it, 13 luglio 2011.
  8. ^ Lucchini all'Atalanta a titolo definitivo in sampdoria.it, 13 luglio 2011.
  9. ^ Dal ritiro parla Lucchini, Atalanta ambiente ideale in sampdoria.it, 2 agosto 2011.
  10. ^ Dobbiamo vincere senza guardare la classifica, 24 agosto 2011.
  11. ^ Atalanta - Gubbio 3-4, 2001.
  12. ^ L'Italia di Prandelli: 8 novità, tra cui Balotelli e Amauri. Torna Cassano Figc.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]