Massimo Donati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo ciclista, vedi Massimo Donati (ciclista).
Massimo Donati
Massimo Donati.jpg
Donati con la divisa del Celtic
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 189 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Bari Bari
Carriera
Giovanili
199?-1999 Atalanta Atalanta
Squadre di club1
1999-2001 Atalanta Atalanta 46 (2)
2001-2002 Milan Milan 17 (0)
2002-2003 Parma Parma 7 (1)
2002-2003 Torino Torino 17 (4)
2003-2004 Sampdoria Sampdoria 19 (0)
2004-2006 Messina Messina 67 (2)
2006-2007 Atalanta Atalanta 32 (1)
2007-2009 Celtic Celtic 31 (3)
2009-2012 Bari Bari 82 (4)
2012-2013 Palermo Palermo 46 (2)
2013-2014 Verona Verona 20 (1)
2014- Bari Bari 3 (1)
Nazionale
1998
1999-2000
2000
2000-2004
Italia Italia U-16
Italia Italia U-18
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
9 (1)
7 (0)
1 (0)
26 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 settembre 2014

Massimo Donati (San Vito al Tagliamento, 26 marzo 1981[1]) è un calciatore italiano, centrocampista del Bari.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È sposato con Luana Di Bella, una donna siciliana che gli ha dato tre figli: Michelle, Swami e Mathias (quest'ultimo nato nel 2009).[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È bravo nel gioco aereo e ad impostare la manovra d'attacco.[3]

Nella prima parte della stagione 2012-2013 col Palermo è stato impiegato da Gian Piero Gasperini nel ruolo di difensore centrale con compiti di manovra.

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.[4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver fatto tutta la trafila nel settore giovanile dell'Atalanta con Bortolo Mutti come allenatore,[5] esordisce nel campionato di Serie B con la maglia nerazzurra nella stagione 1999-2000 e contribuisce alla promozione in Serie A degli orobici con 20 presenze e una rete. Debutta fra i professionisti in Cosenza-Atalanta (0-1) della prima giornata di campionato, tornando in campo per la seconda volta nel tredicesimo turno.

Atalanta, Milan, Parma, Torino e Sampdoria[modifica | modifica sorgente]

Nel campionato successivo esordisce in Serie A in Atalanta-Lazio (2-2) della prima giornata; in questa stagione disputa in totale 26 partite segnando una rete.

Nell'estate del 2001 viene acquistato dal Milan. Con la maglia rossonera colleziona 17 presenze, quasi sempre da subentrato.

Nell'estate del 2002 viene mandato in prestito al Parma, con la quale realizza 7 presenze e un gol. A gennaio cambia di nuovo maglia, passando al Torino, sempre in massima serie, con il quale disputa 17 partite segnando 4 reti, retrocedendo in Serie B a fine stagione.

Nel 2003-2004 gioca con la maglia della Sampdoria, collezionando 19 presenze.

Messina e il ritorno all'Atalanta[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2004 passa al Messina dove rimane due stagioni e gioca 67 partite mettendo a segno 2 reti contribuendo alla doppia salvezza della squadra siciliana guidata da Bortolo Mutti, che lo aveva allenato anche nelle giovanili dell'Atalanta.[5]

Nell'estate del 2006, sempre in prestito dal Milan, torna all'Atalanta, totalizzando 32 presenze e una rete in Serie A.

Celtic[modifica | modifica sorgente]

Il 29 giugno 2007 passa a titolo definitivo alla società scozzese del Celtic, sua unica esperienza fuori dall'Italia, in cambio di 4,5 milioni di euro. Sotto la guida tecnica dello scozzese Gordon Strachan gioca da titolare la Scottish Premier League. Con questa squadra ha pure l'opportunità di giocare in Champions League, e il 28 novembre 2007 segna il suo primo gol in carriera nella massima competizione continentale segnando a tempo scaduto al Celtic Park il gol che vale la vittoria della sua squadra nei confronti degli ucraini dello Shakhtar Donetsk (2-1). Il 26 agosto 2009 segna un altro gol europeo contro gli inglesi dell'Arsenal, che non è sufficiente alla squadra scozzese per centrare la qualificazione alla fase a gironi della Champions League 2009-2010. Con il Celtic vince il campionato 2007-2008 e Scottish League Cup 2008-2009.

Bari[modifica | modifica sorgente]

Il 27 agosto 2009 passa a titolo definitivo al Bari, società con cui firma un quadriennale[6] da 500.000 euro a stagione.[7] Il costo del cartellino è stato di 1,2 milioni di euro. Il 20 settembre 2009 firma la sua prima rete con la maglia dei Galletti nell'incontro vinto per 4-1 sull'Atalanta, sua ex squadra.

Inizia la stagione 2010-2011 realizzando una rete contro la Juventus alla prima di campionato, decisiva per la vittoria di misura per 1-0 della squadra pugliese. La stagione termina però con il Bari ultimo in classifica e con la conseguente retrocessione in Serie B.

Confermato per la stagione 2011-2012, grazie alla stima del nuovo allenatore Vincenzo Torrente diventa il giocatore più rappresentativo e capitano della formazione biancorossa.[3]

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Il 19 gennaio 2012 viene ceduto a titolo definitivo al Palermo,[8] in Serie A, firmando un contratto fino al 2014[9] a 700.000 euro annui. Il giorno seguente è stata pubblicata sul sito ufficiale del Bari una lettera di saluto e ringraziamento ai tifosi baresi e alla società.[10] In Sicilia ritrova Mutti come allenatore,[11] che lo schiera subito titolare facendolo esordire alla prima partita utile, ovvero Palermo-Genoa (5-3) della 19ª giornata di campionato giocata tre giorni dopo il suo arrivo.[12] Realizza la prima rete col Palermo nella vittoria casalinga per 5-1 contro la Lazio del 19 febbraio e valida per la 24ª giornata, segnando il gol del 2-0 con un tiro da fuori area.[13] Coi rosanero chiude la stagione dopo aver giocato 18 partite, tutte da titolare, saltando solamente la 31ª giornata per squalifica e l'ultima giornata per influenza;[14] ha all'attivo anche una seconda rete, nella partita vinta per 3-1 in trasferta contro il Bologna alla 30ª giornata di campionato.

In Atalanta-Palermo (1-0) della quarta giornata del campionato 2012-2013, disputata il 23 settembre 2012, indossa per la prima volta la fascia di capitano del Palermo dato che Fabrizio Miccoli non era fra i titolari.[15] È stato il vice capitano fino a metà stagione, quando poi il ruolo è stato preso da Édgar Barreto. Sotto la guida tecnica di Gian Piero Gasperini è stato utilizzato quasi esclusivamente come difensore centrale col compito di impostare la manovra,[16][17] e mai da centrale di centrocampo; veniva piuttosto utilizzato come riserva. Conscio del ruolo,[18][19] lo ha accettato[20] anche a seguito del calciomercato invernale che ha portato in rosa dei centrocampisti.[21] Col ritorno di Giuseppe Sannino sulla panchina della squadra, dopo l'esonero di inizio annata, gioca inizialmente a centrocampo[22] per poi apparire anche nel reparto difensivo della squadra. La stagione si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Chiude l'annata con 28 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia.

Hellas Verona e ritorno al Bari[modifica | modifica sorgente]

Il 20 giugno 2013, seppur il calciomercato debba ancora iniziare, passa a titolo definitivo all'Hellas Verona, accordo da formalizzare dopo le visite mediche.[23][24] Cinque giorni dopo anche la società scaligera conferma l'accordo,[25] sottoscrivendo col giocatore un contratto biennale.[26]

Esordisce con la maglia gialloblu il 17 agosto seguente, durante la partita di Coppa Italia, proprio contro la sua ex squadra, nella partita vinta per 1-0 in trasferta. Il 19 aprile 2014 realizza il primo gol in maglia gialloblu, in Atalanta-Hellas Verona (1-2), nella 20ª e ultima apparizione in campionato: nel corso della successiva settimana, infatti, ha riportato una lesione distrattiva del bicipite femorale destro con tempi di recupero indicati in un mese.[27]

Il 26 agosto 2014 si trasferisce a titolo definitivo al Bari,[28] già sua squadra dal 2009 al 2012. Esordisce alla prima partita di campionato vinta per 2-0 contro la Virtus Entella. Segna la sua prima rete in campionato il 13 settembre nella partita pareggiata per 1-1 con il Frosinone.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha debuttato nelle Nazionali italiane nel 1998, vestendo per 9 volte la maglia dell'Under-16 con un gol all'attivo.

Nel 1999-2000 gioca 7 partite con l'Under-18.

Nello stesso anno, dopo una partita con l'Under-20, inizia a giocare con l'Under-21, con cui colleziona 26 presenze e una rete tra il 1998 e il 2004. Fa parte della spedizione azzurra agli Europei Under-21 del 2002.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Italia Atalanta B 20 1 CI 5 0 - - - - - - 25 1
2000-2001 A 26 1 CI 7 1 - - - - - - 33 2
2001-2002 Italia Milan A 17 0 CI 4 0 CU 7 0 - - - 28 0
2002-gen. 2003 Italia Parma A 7 1 CI 2 0 CU 3 1 - - - 12 2
gen.-giu. 2003 Italia Torino A 17 4 CI - - - - - - - - 17 4
2003-2004 Italia Sampdoria A 19 0 CI 4 0 - - - - - - 23 0
2004-2005 Italia Messina A 34 1 CI 4 0 - - - - - - 38 1
2005-2006 A 33 1 CI 0 0 - - - - - - 33 1
Totale Messina 67 2 4 0 0 0 - - 71 2
2006-2007 Italia Atalanta A 32 1 CI 2 1 - - - - - - 34 2
Totale Atalanta 78 3 14 2 0 0 - - 92 5
2007-2008 Scozia Celtic SPL 25 3 CS+SLC 0 0 UCL 10[29] 1 - - - 35 4
2008-2009 SPL 4 0 CS+SLC 0+1 0 UCL 1 0 - - - 6 0
lug.-ago. 2009 SPL 2 0 CS+SLC 0 0 UCL 4[30] 1 - - - 6 1
Totale Celtic 31 3 1 0 15 2 - - 47 5
ago. 2009-2010 Italia Bari A 32 1 CI - - - - - - - - 32 1
2010-2011 A 31 1 CI 1 0 - - - - - - 32 1
2011-gen. 2012 B 19 2 CI 3 1 - - - - - - 22 3
Totale Bari 82 4 4 1 - - - - 86 5
gen.-giu. 2012 Italia Palermo A 18 2 CI - - UEL - - - - - 18 2
2012-2013 A 28 0 CI 2 0 - - - - - - 30 0
Totale Palermo 46 2 2 0 - - - - 48 2
2013-2014 Italia Hellas Verona A 20 1 CI 2 0 - - - - - - 22 1
Totale carriera 384 20 37 3 25 3 - - 446 26

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Celtic: 2007-2008
Celtic: 2008-2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Come da verifica del codice fiscale attraverso il sito dell'Agenzia delle Entrate.
  2. ^ L'altra metà di... Massimo Donati Tuttomercatoweb.com
  3. ^ a b Ragion di Stato, Donati al Palermo. Il Bari risparmierà un milione corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  4. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 02-11-2010. URL consultato il 22-11-2011.
  5. ^ a b Per il Palermo soluzione «low cost»: arriva Donati. Il Napoli offre Donadel corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  6. ^ Donati al Bari: è fatta Asbari.it
  7. ^ Bari, Donati pronto a salutare: il capitano verso il trasferimento al Palermo bari.ilquotidianoitaliano.it
  8. ^ Ufficiale: Massimo Donati al Palermo Asbari.it
  9. ^ Donati è del palermo. Domani la presentazione Palermocalcio.it
  10. ^ Lettera di Donati alla Società e ai tifosi Asbari.it
  11. ^ È fatta per Donati, domani l'ufficializzazione Gazzetta.it
  12. ^ Palermo-Genoa 5-3 Palermocalcio.it
  13. ^ Il Palermo vola. Al Barbera è 5-1 alla Lazio Palermocalcio.it
  14. ^ Diciannove convocati per il Genoa Palermocalcio.it
  15. ^ Atalanta-Palermo: le formazioni ufficiali Palermocalcio.it
  16. ^ Sconfitta all'ultimo respiro. Atalanta-Palermo 1-0 Palermocalcio.it
  17. ^ Donati recupera per la Samp Gazzetta.it
  18. ^ Donati: "Ora dobbiamo fare punti Palermocalcio.it
  19. ^ Donati: "Adesso sono un difensore" Palermo24.net
  20. ^ Donati: «Palermo, il gol è un grande problema» Corrieredellosport.it
  21. ^ Gasperini: "I nuovi hanno qualità ed entusiasmo. Donati farà bene, abbiamo una buona difesa. Domani con il giusto approccio per battere l'Atalanta" Tuttomercatoweb.com
  22. ^ Squadra corta e pressing alto, come Sannino ha rigenerato il Palermo Palermotoday.i
  23. ^ Hellas Verona FC - Accordo per Massimo Donati Hellasverona.it
  24. ^ Donati ceduto al Verona Palermocalcio.it
  25. ^ Ufficiale: Massimo Donati in gialloblù Hellasverona.it
  26. ^ Pisano strappato al Genoa, Donati dà l'addio ai rosanero corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  27. ^ Comunicato medico - Massimo Donati Hellasverona.it
  28. ^ MASSIMO DONATI TORNA A BARI, A TITOLO DEFINITIVO DAL VERONA Fcbari1908.club
  29. ^ 2 presenze nei preliminari.
  30. ^ Nei preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]