Sindrome di Wallenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindrome di Wallenberg
WallenbergInfarct001.jpg
Immagine in diffusione di risonanza magnetica che mostra una lesione ischemica a carico della porzione laterale posteriore del bulbo.
Codici di classificazione
ICD-10 (EN) G46.4
Sinonimi
Sindrome bulbare laterale

La sindrome di Wallenberg o sindrome bulbare laterale è una sindrome bulbare espressione di una lesione anatomica dell'area retro-olivare. Tale sindrome va distinta dalla sindrome di Babinkski-Nageotte in cui la lesione interessa l'intero emi-bulbo.

Patogenesi[modifica | modifica sorgente]

Sovente la sindrome di Wallemberg è dovuta a rammollimento bulbare da lesioni vascolari come trombosi od embolia di uno o più rami dell'arteria cerebellare inferiore-posteriore (ma anche uno dei rami dell'arteria basilare) o, più raramente, a siringobulbia, aneurismi e malformazioni vascolari.

Profilo clinico[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sindrome alterna.

La sindrome di Wallenberg è una sindrome alterna e perciò si caratterizza da:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • C. Loeb, E. Favale, Neurologia di Fazio Loeb, Roma, Società Editrice Universo, 2003, ISBN 88-87753-73-3.
  • B. Bergamasco, R. Mutani, La neurologia di Bergamini, Torino, Cortina, 2007, ISBN 88-82391-20-5.
  • Allan H. Ropper, Robert H. Brown, Adams & Victor - Principi di neurologia, McGraw-Hill Companies, 2006, ISBN 88-38639-09-4.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina