Rosanna Carteri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosanna Carteri nel 1957

Rosanna Carteri (Verona, 14 dicembre 1930) è un soprano italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Veronese di nascita, ma padovana d'adozione, dopo aver vinto un concorso lirico indetto dalla RAI, ha esordito nel 1949, a soli 19 anni, nel ruolo di Elsa nel Lohengrin di Richard Wagner alle Terme di Caracalla, rivelandosi ben presto uno dei giovani soprani più apprezzati, in personaggi come Alice (Falstaff), Micaela (Carmen), Liù (Turandot), Marguerite (Faust).

Nel 1951 ha debuttato alla Scala nell'opera La Cecchina ossia La buona figliuola, di Niccolò Piccinni. Da allora la carriera è stata un susseguirsi di successi in tutto il mondo, con l'aggiunta in repertorio di ruoli sempre più importanti, come Desdemona e Violetta.

Ha interpretato anche opere contemporanee: Ifigenia e Il calzare d'argento di Ildebrando Pizzetti, Proserpina e lo straniero di Juan Josè Castro, Il mercante di Venezia di Mario Castelnuovo-Tedesco.

Rosanna Carteri durante un balletto televisivo nel 1956

È stata protagonista di diverse edizioni televisive: Otello ( con Mario Del Monaco e la regia di Franco Enriquez), La traviata, Manon, Falstaff, Le nozze di Figaro.

Nel 1966, a soli 36 anni, dopo alcune recite di Otello al Teatro Regio di Parma, ha annunciato il ritiro dalle scene; ritiro durato fino al 1971, quando è riapparsa per breve tempo, esibendosi in un concerto a Parma, nello Stabat Mater rossiniano a Padova e Milano, nella Petite messe solennelle a Pisa e in Traviata a Rovigo. Da allora ha abbandonato definitivamente i palcoscenici per dedicarsi alla famiglia.

Cinema, musica leggera, televisione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1953 ha fatto parte del cast del film Puccini di Carmine Gallone, mentre nel 1956 è apparsa nel film Mi permette, babbo!, con Alberto Sordi nel ruolo di un aspirante basso.

Carteri ha avuto anche una parentesi con la musica leggera, incidendo nel 1960, per la Columbia, un 45 giri con due canzoni in gara quell'anno al festival di Sanremo: È vero e Quando vien la sera.

In quello stesso anno è stata protagonista di una serie di Carosello per la Plasmon, dedicata alle più famose ninne nanne.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Rosanna Carteri nelle Nozze di Figaro RAI 1956

Incisioni in studio[modifica | modifica sorgente]

Registrazioni dal vivo[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Video[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 13526926